MOSTRA: IL MERAVIGLIOSO E LA GLORIA

bassano-i-grandi-maestri-del-600.jpg

Nel settecentesco palazzo Bonaguro di Bassano del Grappa, dal 17 marzo al 10 giugno 2007, sarà aperta la mostra «Il Meraviglioso e la Gloria, grandi maestri del Seicento in Europa». Saranno esposte 75 opere – anche dai musei Vaticani e dall’Ermitage, oltre che ovviamente dal museo civico di Bassano e da collezioni private – per offrire una panoramica sul barocco e la cultura mistica controriformista, fatta di visioni, di estasi, di stimmate, di angeli in excelsis. Tra i pezzi “forte” dell’esposizione, due Caravaggio, due Murillo, quattro terracotte di Bernini oltre ad opere ingiustamente considerate “minori” di Paolo Emilio Besenzi o del romano Francesco Ruschi.

La mostra sarà anche l’occasione per conoscere la Beata Giovanna Maria Bonomo, monaca benedettina, nata ad Asiago quattrocento anni orsono, bassanese per consuetudine di vita, mistica e «madre dei poveri», patrona di Asiago e di Bassano, una donna che aveva la grazia della levitazione e della bilocazione, «monaca del buonconsiglio» che leggeva nel pensiero, prevedeva il futuro. Una donna di carità che, fin da piccolissima, aveva capito il mistero della Trinità, e che, poco più grande, subì addirittura un processo dell’inquisizione perché accusata di essere pazza, ciarlatana e strega. Ne uscì vincente e Beata. Tra i curatori della Mostra, il direttore del Museo di Possagno, dott. Mario Guderzo che ha spiegato – nella conferenza stampa di presentazione tenutasi nella prestigiosa sede dell’Accademia di San Luca in Roma – come la mostra sia un viaggio nel mondo spirituale del Seicento, che appartiene sì alla Beata Giovanna, ma in fondo anche a Padre Pio e a tutti i mistici cattolici di tutti i tempi. Ci sono i grandi santi e i padri fondatori del cattolicesimo ai quali i mistici si ispirano: San Francesco, San Benedetto, San Filippo Neri. A dipingerli, Ludovico Carracci, Padovanino, Piazzetta. Ci sono i Santi bambini – dipinti da Murillo e da Barocci.

Palazzo Bonaguro, Via Angarano, 77 – Bassano del Grappa(VI)biglietteria tel. 0424.502923 (attivo dal 17 marzo), oraio: tutti i giorni 9.00 – 19.00 (chiusura biglietteria ore 18.00)

Biglietti interi: € 6,00, ridotti € 4,00
Gruppi: minimo 15, massimo 30, minori di 18 anni e maggiori di 60 anni; militari con tesserino, possessori di biglietti del Museo Civico bassanese e dei percorsi turistici cittadini convenzionati. Agevolazioni per scolaresche (min. 15, max 30). Gratuito per bambini inferiori a 6 anni e per un accompagnatore di ogni gruppo o scolaresca.

VISITE GUIDATE
Saranno disponibili, su prenotazione, un servizio di visita guidata per i gruppi e un servizio didattico per le scolaresche.

AUDIOGUIDE Noleggio a persona € 4,00

PRENOTAZIONI Gruppi e scolaresche
tel. 0424.217809 fax 0424.217820
dal lunedì al venerdì 9.00 – 13.00 / 15.00 – 18.00

Costo di prenotazione € 1,00 per i singoli, € 10,00 per gruppi (min. 15, max 30 persone)
Prenotazioni e acquisto on line www.vivaticket.it

Informazioni: Assessorato alla Cultura Città di Bassano del Grappa tel. 0424.217821
mail: cultura@comune.bassano.it
Notizia tratta dal sito web www.vivibassano.it

Un pensiero su “MOSTRA: IL MERAVIGLIOSO E LA GLORIA”

  1. Sabato 24 marzo 2007 ho visitato la prestigiosa mostra a Bassano del Grappa, sono rimasto molto impressionato dalle strabiglianti opere esposte, quella che mi ha colpito di più è stata “Riposo durante la fuga in Egitto” (Madonna delle ciliege) di Federico Barocci, colori strabilianti e “Vivi” che mi hanno letteralmente portato a delle associazioni con la mia passione per la fotografia! Le due tele del Caravaggio mi hanno fatto pensare che è stato un Grande Genio del chiaro scuro, molto interessante anche l’ultima tela che si visita prima di uscire di un certo Peter Paul Rubens con l’opera “Assunzione di Maria Vergine”…Poi tra le altre opere, ho notato molti tentativi di imitare gli inarrivabili colori proposti nelle opere del Tiziano con esiti non sempre positivi…Ultima annotazione, il quadro scelto come logo della mostra, presente nei manifesti e locandine, secondo me non è stato illuminato adeguatamente…non “risaltava”!!! Vi consiglio vivamente questa mostra, che dista 100 metri dal famoso Ponte!!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>