Giù le mani, Monsieur Napolèon, da Messer Leonardo da Vinci!

Francia, inizi Ottocento, i predatori per eccellenza del nostro patrimonio artistico, ovvero i nostri cugini d’Oltralpe, i sudditi di Sua Maestà, l’Empereur Napolèon, colpiscono ancora. E lo fanno, alzando il tiro sul maggior Emblema culturale e scientifico che l’Italia abbia donato al mondo, ovvero Messer Leonardo da Vinci. Ma come avvenne che il borioso Napoleone ardì di compiere un furto siffatto? Ebbene, miei appassionati lettori, prestate attenzione ai fatti curiosi ed inediti, in cui ci addentremo fra poco e, scoprirete che si poteva beffare e schernire anche l’arrogante avidità del “piccolo” Corso, affammato d’ambizione e di potere. Continua la lettura di Giù le mani, Monsieur Napolèon, da Messer Leonardo da Vinci!

Il “Peter Pan” innamorato di Andrea De Carlo con il suo “Nel momento”.

Nel momento di Andrea De Carlo

Trovatevi un bel prato fiorito, miei incrollabili “degustatori” della parola scritta, magari alle pendici di vette mozzafiato e, concedetevi attimi di silenzio in compagnia del fantastico romanzo di Andrea De Carlo, “Nel momento” (casa editrice Bompiani, pp. 222, costo 8.00 €): il tempo attorno a voi si azzererà e, vi sembrerà di partire per un lungo ed affascinante viaggio, dentro voi stessi, condotti da uno scrittore, De Carlo, che sa farsi apprezzare all’istante, in un crescendo travolgente di sensazioni. Continua la lettura di Il “Peter Pan” innamorato di Andrea De Carlo con il suo “Nel momento”.

Giuseppe Mazzotti alpinista e scrittore trevigiano

Giuseppe Mazzotti

L’anno 2007 è il centenario della nascita di Giuseppe Mazzotti, uno dei personaggi forse meno noti al grande pubblico, ma nel il suo palmarès vanta la prima della parete est del Cervino (1932), in compagnia di suo cugino Enzo Benedetti e delle guide del Breuil, Maurizio Bich, Luigi e Luciano Carrel e Antonio Gaspard. Continua la lettura di Giuseppe Mazzotti alpinista e scrittore trevigiano

Museo della pietra e degli scalpellini

logomuseo.jpg

Castellavazzo un paese di pietra, la pietra di un paese. “In Castellavazzo oggi non si è più accolti dal suono argentino di scalpelli e martelline che percuotono la pietra…”, ma la memoria e l’identità dell’antico borgo e del suo popolo non andranno smarrite. Perchè così vuole l’intero paese, perchè così hanno voluto quanti si sono adoperati per la raccolta e la custodia di tanti documenti, reperti, strumenti, testimonianze che hanno già dignità espositiva nel nucleo museale ubicato presso la ex scuola media. Continua la lettura di Museo della pietra e degli scalpellini

Il Tiziano della fotografia: i ritratti di Mister Arnold Newman.

Marylin Monroe fotografata da Newman

Lasciano il segno negli occhi e nel cuore gli intriganti ritratti fotografici, “black&white”, di Mister Arnold Newman, classe 1918 e newyorkese fino in fondo all’anima (di qui la sua predilezione per il “black&white”, d’altra parte la Grande Mela è una città in bianco e nero): i suoi ritratti sono immagini totalizzanti ed intense, che riescono a raccontare l’intera storia di un personaggio e il suo rapporto con il mondo. Artisti bizzarri e famosi, divi del cinema, uomini di stato, economisti: tutti sono entrati nel nostro immaginario collettivo, esattamente così come li ha immortalati Newman, il quale ama ripetere, come emblema della sua arte, l’affermazione, “Il ritratto è una forma di biografia. Il suo fine è informare per il presente e registrare per il futuro”. Continua la lettura di Il Tiziano della fotografia: i ritratti di Mister Arnold Newman.

Un piccolo gioiello intinto nel Giallo di Mickey Spillane.

Piccolo Mostro

Negli ultimi tempi, si sa, l’editoria più cieca sta gettando sul mercato, con ansia e con noncuranza, autori di gialli, polizieschi e thriller in generale, nella speranza, molto spesso illusoria, di trovare il nuovo Simenon. I risultati, ahinoi, non sono certo esaltanti ed incoraggianti per i patiti del genere e non solo, sia per quanto riguarda l’estero (eccezion fatta per lo svedese Mankell, davvero una giallista di razza superiore), che per quanto riguarda casa nostra (ai primi posti rimangono le riedizioni dell’ottimo Scerbanenco). Tali riserve verso una possibile alba rigeneratrice ed una nuova era del giallo, vengono sfatate se ci s’imbatte in autori di rango come Mickey Spillane, newyorkese ricco di potenza espressiva come il fascino secco e nervoso della sua città, di cui Garzanti ci propone, nella collana “Elefanti”, quel piccolo gioiello d’intrighi e di passioni che è “Piccolo Mostro” (pp. 216, casa editrice Garzanti, costo 7.23 €). Continua la lettura di Un piccolo gioiello intinto nel Giallo di Mickey Spillane.

McEwan e il crimine dell’immaginazione infantile.

espiazione

Al pari di certi sogni indelebili e vividi ancora al risveglio, alcune immagini che si trovano nei libri, nei libri di qualità, restano impresse nella memoria come se le avessimo vissute, in prima persona, con un coinvolgimento totale, nella difesa dei più deboli e dei più condannati. Questo romanzo, tenebroso ed intenso, dell’inglese Ian McEwan, dal titolo “Espiazione” (pp.390, casa editrice Einaudi, costo 18.00 €), uno dei grandi autori della contemporaneità, si concentra attorno ad una scena-madre: un ragazzo ed una ragazza vicini alla fontana di un’antica villa inglese, ovvero il “casus belli” dell’opera stessa. Continua la lettura di McEwan e il crimine dell’immaginazione infantile.