L’inseparabile Compagna delle Donne, in mostra a Trieste: Sua Maestà la Borsa!!

Borsa Hello Kitty

Dal 6 al 28 giugno 2009 a Serra di Villa Revoltella a Trieste, l’inaugurazione avverrà lunedì 8 giugno alle ore 12 alla presenza dell’ Assessore alla Cultura Massimo Greco, del Direttore dell’Area Cultura e Sport Adriano Dugulin, del Presidente del Gruppo 78 Maria Campitelli e delle artiste Mateja Mlakar e Daniela Michelli, verrà inaugurata la mostra “Borsa/Bag”. La mostra proposta dal Gruppo 78 è in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Trieste e con il sostegno dell’Assessorato alla Cultura della Regione e delle Assicurazioni Generali. Questa curiosa mostra s’impernia sulla “borsa”, accessorio femminile per eccellenza da tempi remoti, che oggi può fare trend, come l’abito, e nel contempo dichiarare, per le connotazioni del suo aspetto, risvolti psicologici e caratteriali attinenti alla personalità della sua proprietaria. Continua a leggere

C’era una volta un Elisir di lunga vita chiamato Raboso…

Raboso by Beppe

Lasciamoci trasportare dentro le mille qualità del Raboso, nobile nettare vinoso targato Veneto. Gran carattere nel Raboso, difficile da domare, un vitigno unico fra i più tipici della Doc Piave, fiore all’occhiello della provincia di Treviso, che recentemente è anche diventato protagonista di una favola a lui dedicata. Autore e illustratore è Pierangelo Beccaro, uno dei fondatori della confraternita del Raboso, nonché artista di fama internazionale da oltre 25 anni, che ha presentato “La vera Storia del Raboso Piave” nelle vigne della Cantina Casa Roma (San Polo di Piave) degli amici Adriano e Luigi Peruzzetto, una tra le realtà più significative per la produzione di questo vino. Coadiuvato dal teatro dei burattini di Alberto De Bastiani, Beccaro ha fatto rivivere parte della nostra tradizione contadina, un mondo genuino, fatto di affetti e rapporti solidali, di solidarietà e amicizia. Continua a leggere

Mario Moretti “Le opere della prigionia (1943-1945)” in mostra a San Vito al Tagliamento (PN).

San Vito al Tagliamento by Beppe

La mostra, presenta al pubblico le opere (150 tra disegni, olii ed acquerelli e il Diario della prigionia) realizzate dal pittore e scultore Mario Moretti (Reggio Emilia 1917 – Pordenone 2008) nell’anno e mezzo trascorso come Internato militare italiano (Imi) in tre diversi lager in Polonia e in Germania. Tali opere esposte nella Chiesa di San Lorenzo a San Vito al Tagliamento, raffigurano momenti, persone e situazioni tratti dalla quotidianità del lager, gli spazi delimitati dal filo spinato, le sentinelle all’erta, i compagni di prigionia assorti in un pensiero o intenti ad occupare il tempo suonando uno strumento musicale, colti nel sonno o attorno alla stufa) sono integralmente riprodotte in un raffinato catalogo pubblicato da SilvanaEditoriale per conto del Comune di Trieste. Continua a leggere