Scoprire il paesaggio del Collio su due ruote!

Il Castello Formentini nella zona del Collio

Alcuni mesi fa, è stato presentato alla BIT (Borsa internazionale del turismo) di Milano, il progetto “Collio 2009 – 2011”: l’obiettivo è quello di valorizzare i 55 kilometri di percorsi ciclabili che attraversano il comprensorio, lungo il percorso di monte, fra le suggestioni del vino e delle ciliegie, il percorso di valle attraverso i Castelli storici, il percorso urbanizzato che lambisce i paesi e i borghi del Collio. Continua la lettura di Scoprire il paesaggio del Collio su due ruote!

Il padre dell’Astrattismo che rimpiangeva la forma: Wassily Kandinskij.

Dipingeva in maniera straordinaria, con una lucentezza coloristica capace di estasiare qualsiasi pupilla. Ma teorizzò pure dei principi straordinari, in ambito artistico. Ed arcani e, a volte, anche bizzarri, come del resto appare la sua pittura. Scrisse: “Ogni forma ha un suo contenuto ed impercettibile suono interiore. Non c’è forma, come del resto, nulla al mondo, che non abbia qualcosa da dire. Non solo la luna, il sole, le stelle, i boschi dei quali cantano i poeti, ma anche un bottone dei calzoni, tutto ha un’anima arcana, che tace più spesso, di quanto parli. Il colore è un tasto. L’occhio un martelletto. L’anima un pianoforte con molte corde. L’artista è la mano che, con questo o quel tasto, porta l’anima a vibrare”. Continua la lettura di Il padre dell’Astrattismo che rimpiangeva la forma: Wassily Kandinskij.