La Galleria Arte Dania alla Fiera dell’arte di Longarone!

La Galleria “Arte Dania” di Porcia (PN), gestita dalla gallerista Dania Furlan, ha il piacere di portare a conoscenza del suo affezionato pubblico e, di quanti vorranno accostarsi ai suoi originali artisti l’ampia campionatura di stili e di poetiche espressive, che ospita nei suoi cataloghi. Lo farà a Longarone (BL), durante la sesta edizione di Arte in Fiera, che si terrà dal 2 al 4 ottobre 2010. A rappresentare e a curare l’apparato critico degli artisti sarà la dottoressa Mara Campaner.

Ecco a voi gli artisti rappresentati dalla Galleria Arte Dania:

Francesco Pollesel: i paesaggi di Francesco Pollesel carichi di energia, pieni di sensibilità che colgono la natura nei suoi momenti più felici, accompagnano le opere delle artiste emergenti Giliana Mason e Giuliana Cobalchini. Giliana dimostra una grande capacità di districarsi nella profondità dell’introspezione delle figure che vuole rappresentare. Invece Giuliana ci porta in un gioco di apparenze e illusioni attraverso il bianco e il nero, donando alle sue opere un forte dinamismo ed espressività.

Francesco Pollesel 1921-1994 , diplomato al liceo artistico di Venezia, ha iniziato ad esporre nel 1967. Da quell’anno ha tenuto numerose mostre personali tra le quali Venezia, Padova, Vicenza, Pordenone, Bergamo, Cortina, Mantova ed estere tra cui Parigi, Ha partecipano inoltre all’expo di New York. Uomo di grande sensibilità e di carattere riservato si è distinto sia per i suoi paesaggi vibranti che per le nature morte, dolci frenesie cromatiche.

Critica
La sua tecnica si adattava al paesaggio o alla natura morta: non era mai fine a se stessa. I caratteri della sua pittura? La vibrazione della pennellata che è sempre stata vivace, fresca piena di energia. Poi la sensibilità: una sensibilità sottesa, pronta a cogliere della natura i momenti più felici. Ancora: la captazione della luce, intesa come bagliore non soltanto fisico ma spirituale. Infine il colore: che era quasi sempre legato alla finezza del tono, ma con soluzioni anche timbriche di contrappunto.

Paolo Rizzi

Giliana Mason
Nata a Conegliano nel 1974 lavora a Pianzano e risiede a Bibano di Godega Sant’Urbano(TV). Fin da giovanissima, grazie all’esempio dello zio Giovanni Mason, artista di spicco nel panorama della scultura italiana contemporanea, si appassiona all’arte. Inizialmente autodidatta, frequenta poi lo studio del Maestro Franco Anselmi dal quale apprende preziosi insegnamenti che sviluppa in seguito in modo autonomo e personale. Partecipa a numerose mostre personali e collettive in Italia e all’estero ottenendo significativi riconoscimenti di critica e di pubblico.

Critica
La pienezza visiva ritorna nei suoi ritratti dove le composizioni annunciano la complessità psicologica di un’artista capace di districarsi nella profondità dell’introspezione delle figure che vuole rappresentare. Queste immagini sono dense di significato, in quanto costruite per definire un’interiorità che trapela dal gioco degli sguardi e delle linee espressive del volto. Lasciando degli sfondi per metà bianchi e per metà incrostati riesce a creare un margine di mistero, un sospetto di ritegno a rivelare la natura più nascosta dei soggetti ritratti. I suoi ritratti sono contemporanei e vuole ricercare dei valori spirituali della bellezza dove Giliana si sente libera e generosa nella sua ricerca……

Mara Campaner

Giuliana Cobalchini
Giuliana Cobalchini nasce a Cittadella (Padova). Si diploma alla scuola d’arte “Grafica Pubblicitaria e Fotografia” a Cittadella e in “Arti Visive” ad indirizzo “Pittura” all’Accademia di Belle Arti di Venezia. Porta avanti un lavoro sia grafico/fotografico/pittorico che scultoreo, secondo la prassi dell’intercambiabilità tecnica. Tra le ultime esposizioni collettive svolte nel 2010: “Nel cuore di Venezia” chiesa S. Maria Ausiliatrice, Venezia; “Premio Arte”, Permanete di Milano, Milano; “Oltre il Giardino” Evento collaterale 12. Biennale di Architettura di Venezia, Venezia; “HUMAN RIGHTS?” Spazio-Tempo, Fondazione Opera Campana dei Caduti, Rovereto. L’artista vive e lavora a Cittadella.

Critica
Le sue figurazioni sono avvolte in silenzi enigmatici e tuttavia in essi si respira una forte energia vitale. Nonostante i colori predominanti siano il bianco e il nero, essi esprimono un forte dinamismo all’opera donando una forte espressività. E’ chiaro in lei il gioco delle apparenze e delle illusioni, gli spazi che costruisce si fondono tra realtà ed illusione. I suoi tratti sono dei costrutti analitici, nei quali vibrano e ci lasciano trasparire dei sentimenti.

Mara Campaner

Indirizzi: dania.furlan@virgilio.it macamp@email.it http://www.longaronefiere.it
Ingresso a pagamento 7 euro, lunedì ingresso gratuito
Cura: Mara Campaner per Arte Dania
Artisti: Francesco Pollesel, Giliana Mason, Giuliana Cobalchini

Longarone zona Longarone Fiere (padiglione Galleria Arte Dania) aperto: sabato e domenica dalle 10.00 alle 19.00 e lunedì dalle 10.00 alle 18.00.

2 pensieri su “La Galleria Arte Dania alla Fiera dell’arte di Longarone!”

  1. Buongiorno
    Ho visto la Vostra Galleria, molto ma molto bravi…..è possibile avere un rapporto di collaborazione con Voi?
    Grazie della cortesia
    Iller

  2. ——————————————————————————–
    Newsletter n° 37 – 2010

    ——————————————————————————–

    Gentile Sig.ra Dania Furlan
    desideriamo comunicarLe l’avvenuto aggiornamento della ‘rubrica sul mondo della pittura storica e contemporanea’ che troverà all’indirizzo http://www.ilcollezionistain.it

    ——————————————————————————–
    Nel nuovo numero i seguenti argomenti:

    Isole di statue, odalische fascinose ed ammiccanti, sensuali figure femminili si susseguono nei dipinti di Salvatore Fiume per mostrarci una visione solare e positiva della vita che può esaltarsi anche nella gioia di guardare un quadro, ammirandone la bellezza delle immagini e l’incantevole seduzione del colore – “L’Artista del mese”.

    Partendo dall’ennesimo furto a Parigi di cinque importanti dipinti – sottratti il 20 maggio scorso – l’articolo ‘Il pelo, il lupo e il vizio’ torna ad occuparsi dell’Arte rubata e del ripetersi costante del danno arrecato al patrimonio dell’umanità intera. Una riflessione sul mestiere dei ladri e dei guardiani museali, dai direttori in giù. Spesso accomunati – come il lupo del proverbio – dall’abitudine di ‘perdere il pelo, ma non il vizio’: gli uni di rubare e gli altri di lasciarlo fare – “Notizie e curiosità”.

    Un esperto risponderà alle richieste dei lettori esclusivamente all’indirizzo di posta elettronica. Il servizio di consulenza è sospeso nel periodo estivo – “Consulenza online ” .

    Sei nuove opere sono presenti alla pagina “Vetrina d’autore” .

    Si possono leggere o consultare tutti gli articoli arretrati alla pagina “Archivio”.

    ——————————————————————————–

    INFORMAZIONI SULLA NEWSLETTER:

    Per qualsiasi comunicazione può scrivere ai seguenti indirizzi di posta elettronica: giuseppe.derosa8@tin.it
    giuseppe.derosa@ilcollezionistain.it
    Nel ringraziarLa per la cortese attenzione, voglia gradire i nostri saluti più cordiali.

    Lo staff di http://www.ilcollezionistain.it

    ——————————————————————————–

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>