Arper sostiene il museo Peggy Guggenheim di Venezia

Arper  Catifa46_museoArteModernaUgoCare_Trieste

Arper continua il suo percorso nell’ambito del sostegno e della valorizzazione della Cultura e delle Arti e inaugura il 2017 con l’adesione a Guggenheim Intrapresæ, prestigioso gruppo di realtà aziendali di fama internazionale che dal 1992 sostiene con impegno e passione la programmazione espositiva e le attività della Collezione Peggy Guggenheim di Venezia.

Arper, azienda trevigiana nata nel 1989, progetta, produce e distribuisce a livello mondiale sedute e tavoli per la collettività, il lavoro e la casa. Sostenibilità ed etica guidano da sempre la società nel perseguimento dei suoi obiettivi di crescita e sviluppo globale. L’azienda è infatti attenta a promuovere un pensiero che privilegi la cultura, la sostenibilità delle proprie scelte, dai materiali alle modalità delle lavorazioni, dall’attenzione per l’ambiente a quella per la persona.

Come afferma Claudio Feltrin, Presidente e Amministratore Delegato di Arper “Crediamo da sempre che le imprese abbiano una responsabilità sociale importante. Entrando nel gruppo Guggenheim Intrapresæ vogliamo pertanto contribuire con un gesto concreto alla cultura e al bene comune della società civile poiché sono convinto che le nostre azioni siano influenzate e influenzino l’ambiente che ci circonda. Siamo un’azienda italiana di design e in Italia la bellezza è ovunque intorno a noi: nell’architettura, nel paesaggio, nell’arte e nella nostra cucina. È stato quindi importante per Arper l’invito a far parte di questo prestigioso network, per contribuire attivamente alla diffusione di un sapere e di una cultura che sono la base per costruire una società bella in cui vivere, oggi e domani.”

Guggenheim Intrapresæ, il primo e più conosciuto progetto italiano di sostegno privato a un museo, nasce nel 1992 come collaborazione strategica tra la Collezione Peggy Guggenheim di Venezia e alcune aziende che condividono la passione per l’arte e credono nell’investimento a sostegno della cultura. Il gruppo si compone di ventidue importanti realtà imprenditoriali che si distinguono per l’attenzione a progetti culturali e di responsabilità sociale. “Peggy Guggenheim è stata una delle figure più carismatiche nella storia del collezionismo del XX secolo, grande promotrice dell’arte del suo tempo” afferma Philip Rylands, direttore del museo. “Il suo essere innovativa, lungimirante ed eclettica ispira oggi tutte quelle aziende che hanno scelto di abbracciare il suo progetto, legarsi al suo nome e favorire così la fruizione dell’arte di oggi e di domani”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *