Exconvento live / Esercizi di memoria Luciano Roman legge Giacomo Casanova

Giacomo Casanova, sarà protagonista della serata Exconventolive /Esercizi di memoria nella Chiesa di San Francesco in piazza della Motta martedì 13 febbraio alle 19, con ingresso libero. L’attore Luciano Roman leggerà infatti alcuni brani scelti dalle sue opere in particolare da Storia della mia vita: memorie autobiografiche scritte in lingua francese, tra il 1789 e il 1798, e pubblicate postume attorno al 1825 in una versione censurata. Nel 1834, l’opera fu messa al bando nell’Indice dei libri proibiti assieme a tutte le altre opere dell’autore.

Ottimo conversatore, libertino, seduttore incallito, uomo di lettere, alchimista, militare, storico, filosofo, poeta, diplomatico, spia, Casanova è uno tra i viaggiatori più celebri che attraversano il Settecento percorrendo l’Europa, dalle corti agli incontri con personaggi del calibro di Voltaire e Jean-Jacques Rousseau. Una personalità leggendaria per la sua inclinazione invincibile al libertinaggio, narrata con leggerezza, che ha immortalato un mondo che la Rivoluzione Francese avrebbe spazzato via.

Durante la serata si potranno dunque conoscere alcune pagine scelte dell’immensa opera di Casanova con le sue riflessioni sulla vita, sull’amore, sulla politica, sulla filosofia, sull’erotismo. Luciano Roman ha lavorato un decennio al Piccolo Teatro di Milano come attore protagonista di spettacoli di Strehler e Ronconi. La sua formazione si deve anche ai numerosi ruoli ricoperti in spettacoli di Massimo Castri, Luigi Squarzina, Egisto Marcucci, Pietro Carriglio, Luigi de Simone, Antonio Calenda, Patrice Kerbrat, Giorgio Presburger e molti altri. Ha collaborato per molti anni con il Teatro Biondo di Palermo come attore, regista e insegnante di recitazione. Come regista ha ideato diversi spettacoli tra cui “L’oro in bocca”, di Giuseppe Bonaviri, “Anima” da Leonardo da Vinci, “I promessi sposi siamo noi” da Manzoni, “Non buttiamoci giù” da Nick Hornby. Ha partecipato come protagonista a numerose serie televisive Mediaset (“Vivere”, “Centovetrine”, “Carabinieri”) e Rai (“Provaci ancora Prof” “Tutto può succedere”. Molti ricordano la sua immagine nel celebre spot “Thè Infrè”, nel quale interpreta l’appassionato direttore d’orchestra che pronuncia la celebre frase: è buono qui ed e buono qui.

Clelia Delponte
3470349679

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *