Lo scrittore Roy Doliner accende nuove luci sui misteri caravaggeschi!

Domenica 31 ottobre, alle ore 17.00, nel Nuovo Museo Paludi di Celano (AQ) l’autore Roy Doliner terrà una conferenza sul suo ultimo libro “Caravaggio una luce nelle tenebre” (casa editrice DEd’A, costo 12,00 euro), a seguire verrà proiettato il video “CaravaggioXXI: tableaux vivants” di Massimo D’Alessandro, tratto dall’omonimo spettacolo teatrale di Ludovica Rambelli. Rispettiamo Leonardo da Vinci per il suo genio, ammiriamo Michelangelo per la sua magnificenza, ma è Caravaggio che amiamo.

Caravaggio è pensato nell’immaginario comune come il genio ribelle dell’Arte, sperimenta per noi le fantasie più oscure, sfidandoci con il suo erotismo schietto e portandoci in territori sconosciuti dell’animo attraverso un linguaggio apparentemente semplice. Ma Caravaggio, è davvero semplice capirlo? Per comprendere bene l’opera e il pensiero di un artista dobbiamo conoscere bene gli aspetti della sua vita così come le sue opere.

Nel caso di Caravaggio, nonostante gli studi storico-artistici abbiano contribuito a chiarirne alcuni aspetti, rimangono ancora enigmi che attendono risposte: Cosa è accaduto ai suoi disegni preparatori? Come riusciva a dipingere con tale velocità? Perché sceglieva sempre fondi così scuri? Quali quadri sono attribuiti a lui? Cosa esprimono le sue opere? Roy Doliner, che ha svelato i segreti scioccanti di Michelangelo nel bestseller “I segreti della Sistina”, adesso porta Caravaggio fuori dalle tenebre e alla luce.

Così il Professor Claudio Strinati scrive riferendosi all’ultima fatica letteraria di Roy Doliner: “Un libro densissimo e acuto”. Strinati, sempre su questo libro, aggiunge:“Come appassionati interlocutori entrano in scena personalità del tutto inattese in un simile contesto come James Dean, Agata Christie, Oscar Wilde, Robert Maplethorpe e tanti altri. Ma altrettanto importante, per una nuova e sorprendente lettura dell’opera caravaggesca, e il riferimento che l’autore fa all’ancestrale argomenton dell’albero della vita kabbalistico o a recenti indagini dell’Università di Toronto sulla cosiddetta inibizione latente. Doliner non perde di vista l’essenza dei problemi caravaggeschi e anzi mette al centro del libro il rapporto tra arte e vita, cruciale in un artista del genere e propone una sua originale interpretazione del senso profondo della pittura di Michelangelo Merisi studiata nei suoi aspetti tecnici, estetici ed etici”

Roy Doliner è uno scrittore, studioso di lingue, religioni comparate, storia dell’arte, storia italiana e dell’antica Roma, oltre che della tradizione ebraica (compresi Talmud, Midrash e Kabbalah). Questo libro vuole indagare a fondo il lato personale e più intimo dell’autore, con le sue contraddizioni: le sue origini borghesi e la sua inquietudine, la puntualità nel lavoro e la sregolatezza nella vita, i grandi successi e i profondi tormenti. E vuole indagare con un occhio che non giudica, ma che piuttosto punta a comprendere a fondo ciò che, nel corso della storia, in molti si sono chiesti, ma che nessuno mai ha voluto davvero analizzare, per giungere alla verità.

Info sul sito: http://www.deltamediaartigrafiche.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.