Concerto Lirico dell’Assunta con l’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta a Treviso.

L’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta torna ad essere colonna sonora del Ferragosto dei trevigiani, nella sua espressione più attesa, sentita e tradizionalmente affollata. E anche lunedì 15 agosto torna, quindi, a schierarsi sul palcoscenico del Concerto Lirico dell’Assunta, che sarà proposto come da tradizione alle 21 in Piazza Santa Maria Maggiore, la “Madona Granda” dei trevigiani.

Anche quest’anno sul podio dell’orchestra ci sarà il maestro Stefano Romani, per dirigere una grande serata di musica rigorosamente ad ingresso libero (l’unico limite è la disponibilità dei posti a sedere, che gli spettatori più affezionati sanno di dover occupare molto prima dell’inizio del concerto altrimenti lo si potrà ascoltare solamente in piedi), dal sapore tutto ferragostano e dalle emozioni veramente grandi: quelle che la lirica d’autore affidata ad interpreti d’eccezione può regalare.

Un programma lirico tutto al femminile, questa volta. Ne saranno protagoniste le talentuose soprano Arianna Ballotta, Gioia Crepaldi e Cristina Giannelli che, assieme al Coro Polifonico di Salvarosa, diretto da Marco Titotto), daranno voce ad un programma che potremmo definire “ricercatamente popolare”, che alternerà pagine universalmente note ad altre meno consuete ma non meno prive di fascino.

Gioia Crepaldi sarà la Contessa che nelle Nozze di Figaro mozartiane intona la cavatina “Porgi Amor”, per poi cambiare totalmente genere e passare al “Canto alla luna” di Rusalka di Antonín Dvo?ák (“M?sí?ku na nebi hlubokém”) e alla brillante Musetta de La Bohème con il suo celebre valzer “Quando me’n vo”. Cristina Giannelli, sempre da La Bohème di Puccini, interpreterà la famosa aria “Mi chiamano Mimì”, quindi la romanza “Ebben, ne andrò lontana” da La Wally di Alfredo Catalani; con il Coro si Salvarosa darà poi vita ad una delle pagine più amate del repertorio lirico: la virtuosistica preghiera di Norma, “Casta Diva”. Tre arie in programma anche per Arianna Ballotta, che inizierà dalla brillante aria di norina nel Don Pasquale di Donizetti, “Qual guardo il Cavalier”, per poi passare a Verdi e al “Caro nome” intonato da Gilda, la figlia di Rigoletto nell’omonima opera e a “Regnava nel silenzio” dall’eroina che da il titolo alla Lucia di Lammermoor di Donizetti.

Non mancheranno pagine sinfoniche come le Ouverture dalle opere Le Nozze di Figaro, Norma e Nabucco, nonché l’Intermezzo dall’opera Manon Lescaut, così come quelle corali, tutte firmate Giuseppe Verdi: “O Signore dal tetto natìo” dall’opera I Lombardi alla Prima Crociata, il “Coro degli zingari” dall’opera Il Trovatore e “Va pensiero” dall’opera Nabucco. Presenta la serata Marina Grasso. In caso di maltempo, il concerto si terrà al Teatro Comunale “Mario Del Monaco” di Treviso (apertura biglietteria dalle ore 20.30 – ingresso libero fino ad esaurimento dei posti)

PROGRAMMA

*W.A. Mozart Ouverture dall’opera Le Nozze di Figaro (orchestra)

(1756-1791) “Porgi Amor” dall’opera Le Nozze di Figaro (Gioia Crepaldi)

Giacomo Puccini Intermezzo dall’opera Manon Lescaut (orchestra)

(1858 – 1924) “Mi chiamano Mimì” dall’opera La Bohème (Cristina Giannelli)

Gaetano Donizetti “Quel guardo il Cavalier” dall’opera Don Pasquale (Arianna Ballotta) (1797 – 1848)

Antonín Dvo?ák “M?sí?ku na nebi hlubokém” dall’opera Rusalka (Gioia Crepaldi) (1841 – 1904)

Alfredo Catalani “Ebben, ne andrò lontana” dall’opera La Wally (Cristina Giannelli)
(1854 – 1893)

Giuseppe Verdi “Caro nome” dall’opera Rigoletto (Arianna Ballotta)

“O Signore dal tetto natìo” dall’opera I Lombardi alla Prima Crociata (coro)

“Coro degli zingari” dall’opera Il Trovatore (coro)

Vincenzo Bellini Ouverture dall’opera Norma (orchestra)

(1801 –1835) “Casta Diva” dall’opera Norma (Cristina Giannelli e coro)

Giacomo Puccini “Quando me’n vo’” dall’opera La Bohème (Gioia Crepaldi )

Gaetano Donizetti “Regnava nel silenzio” dall’opera Lucia di Lammermoor (Arianna Ballotta)

Giuseppe Verdi Ouverture dall’opera Nabucco (orchestra)
“Va pensiero” dall’opera Nabucco (coro)

TAMBURINO CONCERTO lunedì 15 agosto, ore 21 Treviso, Piazza S.Maria Maggiore (in caso di maltempo al Teatro Comunale “M.Del Monaco”) CONCERTO DELL’ASSUNTA

Arianna Ballotta, soprano

Gioia Crepaldi, soprano

Cristina Giannelli, soprano

Coro Polifonico di Salvarosa (M° del coro Marco Titotto)

Orchestra Regionale Filarmonia Veneta
Stefano Romani, direttore Arie, cori e passi sinfonici da opere di Mozart, Puccini, Donizetti, Dvorak, Catalani, Verdi, Bellini

INTERPRETI

Arianna Ballotta

Nel 2002 vince il premio per giovani cantanti al Concorso Internazionale “Debüt in Meran”.

Studia sotto la guida del Maestro Vincenzo Antonio Manno e segue diversi Masterclass con artisti quali: Claudio Desderi, Luciana Serra, Luciana D’Intino ed Ernesto Palacio. All’ Accademia Harmonica di Modena studia recitazione con il Regista Francesco Esposito.

Debutta nel ruolo di Nannetta sotto la direzione del M° C. Desderi al Teatro Borgatti di Cento di Ferrara. Ha debuttato poi come Norina in “Don Pasquale” con As.Li.Co e ha fatto il suo debutto come Lucia (“Lucia di Lammermoor”, Donizetti) al Teatro Comunale di Bologna.

Sempre per lo stesso teatro è stata inoltre Lisette (“La Rondine”, G.Puccini) diretta da Josè Cura, Gilda (“Rigoletto”, G.Verdi), Norina (“Don Pasquale”, . Donizetti) a fianco di Michele Pertusi e Francesco Meli, Musetta (“La Bohème”, G.Puccini) e Adina in (“Elisir d’ amore”, G.Donizetti).

Ha preso parte ad una nuova produzione di Medea al Teatro Ponchielli di Cremona per il Circuito Lirico Lombardo e ha debuttato come Fanciulla Fiore nel “Parsifal” al Teatro Regio di Torino. Concerti in Italia e all’estero tra cui:al Teatro Manzoni di Bologna e al Musashino Cultural Foundation di Tokyo

Gioia Crepaldi

Ha conseguito l’anno scorso il diploma di canto al conservatorio Antonio Buzzolla di Adria, sotto la guida della prof.ssa Luisa Giannini, con il massimo dei voti. Incominciando a studiare pianoforte all’età di 9 anni, è poi passata al canto all’età di 14. Ha partecipato a diverse masterclasses con i maestri Massimiliano Carraro, Marco Balderi, i registi Italo Nunziata e Francesco Esposito perfezionandosi inoltre con i cantanti di fama internazionale Mietta Sighele, Veriano Luchetti e con il celebre mezzosoprano Luciana D’Intino.

Ha avuto una “Menzione Speciale” al 4 concorso internazionale di canto “Rinaldo Pelizzoni” di Parma, risultando la più giovane partecipante al concorso e ottenendo la possibilità di cantare al concerto finale. Ha inoltre vinto il 2 premio,sezione “giovani talenti”,del concorso internazionale di canto “Tommaso Traetta” tenutosi a Bitonto (Ba) nel dicembre 2009.

E’ risultata prima classificata della sua categoria (in base all’età) al 2 concorso internazionale “Giovani musicisti” di Treviso e finalista al Concorso internazionale per giovani cantanti lirici “Riccardo Zandonai”dove ha vinto la borsa di studio offerta dal Comune di Riva del Garda.

Ha eseguito lo Stabat Mater di Pergolesi al teatro comunale di Adria e a Rubano (Pd). A soli 16 anni ha cantato come solista nei “Vespri solenni de Confessore” di Mozart. Ha debuttato nell’opera “Il Principe Porcaro” di Nino Rota nel ruolo della Principessa al teatro De Micheli di Copparo e al Teatro Comunale di Ferrara. E’ attualmente iscritta al primo anno del biennio di canto-ramo solistico ad indirizzo interpretativo-compositivo presso il Conservatorio Statale di Musica “A.Buzzolla” di Adria.

Cristina Giannelli

Intraprende lo studio del violino all’età di 6 anni diplomandosi nel 2003 presso il conservatorio Niccolò Piccinni di Bari. Sempre in giovanissima età intraprende gli studi di canto lirico con Lucia Naviglio e successivamente con Alida Ferrarini.

Partecipa a numerosi concorsi internazionali, vincendo nel 2002 il premio speciale per la migliore voce italiana al Concorso Lirico Internazionale “Umberto Giordano” a Foggia, e l’anno successivo è finalista al concorso internazionale della città di Bevagna. Nel marzo 2004 vince il 2° premio al concorso europeo “Don Matteo Colucci” della città di Fasano (BR), e ottiene una menzione d’onore al concorso internazionale “Leoncavallo” della città di Potenza. Ha frequentato le masterclass di José Cura a Nancy, di Gabriel Baquier a Canari, di Luciana Serra a Taranto e Luciana D’Intino a Rovigo

Nel Gennaio 2007 è stata cover di Dimitra Theodossiou nel ruolo di “Anna Bolena” per il teatro Donizetti di Bergamo, diretta dal Maestro F.M. Carminati in tournée a Tokio, ed ha poi cantato Mimì in “Bohème” e Donna Anna in “Don Giovanni” al Bitonto Opera Festival diretta dal M° S. Monterisi. Ha cantato per il Verdi Festival a Parma 2007 e 2008 in vari concerti dedicati a “Corsaro”, “Giovanna d’Arco”, dei quali è stata cover dei ruoli principali. Ha cantato poi in “I Lombardi alla Prima Crociata”, “Nabucco” e “Trovatore” al Regio di Parma, “La traviata” a Bari, “La bohème” ad Ascoli diretta da Giuseppe Sabbatini, “Don Pasquale” a Matera. E’ stata diretta tra gli altri da Yuri Temirkanov, Daniele Callegari, Michele Mariotti, Massimo Zanetti, Stefano Ranzani. E stata Donna Anna in un film di Carlos Saura dedicato alla vita di Mozart, “Io, Don Giovanni”.

Coro Polifonico di Salvarosa

Composto di circa 90 elementi provenienti dalle province di Treviso, Padova e Vicenza, fin dal 1977, anno della sua costituzione, propone un repertorio ispirato per lo più alla polifonia sacra e alla letteratura operistica. Nei 32 anni della sua attività ha tenuto oltre 600 concerti ed ha avuto il privilegio di esibirsi in importanti Teatri, Sale da concerti e Basiliche sia in Italia che in Canada, Svizzera, Francia, Austria e Slovacchia.

Tra le più prestigiose ricordiamo S. Pietro in Vaticano, la basilica Superiore ed Inferiore di Assisi, la basilica di S. Pietro in Castello a Venezia, la cattedrale di Notre Dame a Parigi, la cattedrale di Toronto e di Bratislava, la “Sagrada Familia” a Barcellona, l’aula Nervi in Vaticano, la sede ONU e il C.E.R.N. di Ginevra, il Piccolo Regio di Torino, il Teatro Comunale di Treviso, il Teatro Verdi di Padova

Particolarmente significative le partecipazioni alla Giornata Europea dell’Università a Roma, in collegamento video con 10 Cattedrali Europee, alla presenza del Santo Padre Giovanni Paolo II e poi di Papa Benedetto XVI.
Da alcuni anni collabora con la Banda Musicale della Polizia di Stato e con l’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta. Ha collaborato con solisti di fama internazionale come G. Cecchele, A. Stewart, M. Solman, F. Sartori, I. Salazar, K. Ricciarelli, C. Porter, K. Johansson.

Il coro si è esibito sotto la guida di illustri maestri tra i quali M. Billi, V. Miserchs e P. Colino. Il suo attuale direttore, Marco Titotto, si avvale della collaborazione dei maestri Mara Marin, Nicola Minato, Nicola Facchinelli e Michelangelo Bortolon nella preparazione e studio del repertorio.

Orchestra Regionale Filarmonia Veneta

Fin dalla sua nascita, avvenuta nel 1980, è stata al servizio delle esigenze produttive teatrali del Teatro Comunale di Treviso ed impegnata anche nelle stagioni liriche del Teatro Sociale di Rovigo e in quelle di Operafestival di Bassano del Grappa e invitata al Teatro dell’Opera Giocosa di Savona, al Teatro Vittorio Emanuele di Messina, al Teatro Comunale di Modena, al Teatro Dante Alighieri di Ravenna, al Teatro di Pisa, al Teatro Comunale di Bolzano, del Teatro Sociale di Trento, del Teatro Civico di Vercelli e del Teatro Comunale di Ferrara.

E’ stata, inoltre, lo strumento principale della Bottega – laboratorio internazionale per giovani cantanti e musicisti diretto da Peter Maag, ed ha pubblicato per RivoAlto e Bongiovanni numerosi CD, tra i quali la prima registrazione assoluta dell’oratorio “Jephte et Helcana” di B. Galuppi e dell’opera “I due timidi” di Nino Rota.

Nel 1999 si è costituita in Associazione autonoma, e ha stabilito la propria sede presso il Teatro Sociale di Rovigo. Sostenuta dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e dalla Regione Veneto, dal 2000 realizza grazie alla Provincia di Treviso un innovativo progetto di circuitazione concertistica che ha reso possibili oltre mille manifestazioni (concerti sinfonici, musica da camera e lezioni concerto).

Ha ospitato numerosi solisti di fama internazionale e sul suo podio si sono alternati i principali direttori italiani e numerosi direttori stranieri; dal 2009 suo direttore artistico è Sergio Balestracci, direttore ospite principale è Romolo Gessi.

Oltre a proseguire la sua attività presso i principali teatri italiani, l’ORV ha recentemente partecipato a numerosi festival ed è stata presente nei cartelloni di prestigiose istituzioni musicali. Particolarmente intensa è, inoltre, l’attività delle formazioni cameristiche composte dai professori dell’orchestra.

Stefano Romani

Si è diplomato in oboe con il massimo dei voti e la lode, ha fatto parte dell’orchestra Giovanile Veneta e Giovanile Italiana. Vincitore di audizioni e concorsi che l’hanno portato negli anni a collaborare con importanti orchestre nazionali come Teatro la Scala di Milano, Teatro la Fenice di Venezia, Orchestra Regionale Toscana, Orchestra da Camera di Padova e del Veneto, Orchestra dei Pomeriggi Musicali di Milano e Orchestra Toscanini di Parma e l’Internazionale d’Italia. Ha collaborato con Direttori d’orchestra e solisti di fama internazionale come Peter Maag, Bruno Campanella, Donato Renzetti, Gianandrea Noseda, Eliau Inbal, Maurizio Arena, Evelino Pidò, Gustav Kuhn, Giuseppe Sinopoli, Salvatore Accardo, Michele Campanella, Mario Brunello, Alexander Lonquich, Maria Tipo, Alessandro Specchi, Uto Ughi, Konstantin Bogino, Tiziano Severini e molti altri. Per anni primo oboe e solista dell’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta, ricopre da anni per la stessa ruoli di organizzazione artistica e di direzione.

Dopo aver studiato Direzione d’orchestra con Ludmil Descev è presente ormai da anni nei cartelloni del circuito veneto della lirica e ha anche diretto moltissimi recital lirici e concerti sinfonici in Italia e all’estero. Docente di ruolo di Oboe presso il conservatorio “F. Venezze” di Rovigo, dal 2009 è Direttore Artistico del Teatro Sociale di Rovigo.

ORCHESTRA REGIONALE FILARMONIA VENETA
sede legale c/o Teatro Sociale di Rovigo
sede operativa via Isonzo 10 31100 Treviso
tel. 0422 433761 fax 0422 296399
info@filarmoniaveneta.it www.filarmoniaveneta.it

Ufficio Stampa Orchestra Regionale Filarmonia Veneta
Marina Grasso, cell. 335.8223010 – info@marinagrasso.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.