Camerieri Italiani in concerto a Pordenone. La storia della canzone italiana è servita!

Sarà un menù rigorosamente acustico quello servito dai Camerieri Italiani, domenica 21 agosto 2011 alle 21 nel Convento di San Francesco per l’Estate in Città. L’originale e simpatico ensamble di musicisti pordenonesi di recentissima formazione si propone di rileggere in chiave acustica i classici della canzone italiana dagli anni ’50 fino ad oggi.

L’obiettivo di questo nuovo progetto musicale, ideato in occasione dei festeggiamenti per il 150° anno dall’Unità d’Italia, è quello di riarrangiare i brani di grandi cantautori italiani in chiave moderna e di contaminazione tra generi musicali. Un vero e proprio viaggio musicale nel tempo per scoprire o riscoprire in modo nuovo la musica leggera italiana. E così che al “ristorante Italia” allestito sul palco dai Camerieri Italiani le canzoni di Battisti, Endrigo, Gaber, De Andrè, De Gregori, Capossela, Conte, Branduardi, Battiato, Concato, Tenco, Guccini sono proposte in una veste del tutto inedita, combinando sonorità provenienti da generi musicali anche molto diversi tra loro: dal blues al jazz allo swing, passando per flamenco e bossa nova, fino ad arrivare ai territori del rock e al pop d’autore.

L’intreccio tra differenti espressioni musicali è evidente già all’interno della formazione base del progetto, composta da: un chitarrista blues (Manuele Boraso), un chitarrista di flamenco (Enrico Maria Milanesi), un cantante rock (Giorgio Dell’Agnese), un percussionista di musica etnica (Deni Vian), un bassista swing (Alberto Busacca). L’intento é quello di valorizzare la purezza del suono acustico e, nel contempo, svincolarsi dalla formazione “standard” del gruppo musicale (che prevede, di norma, batteria – basso –chitarra/e – tastiera – voce), inserendo per la sezione ritmica strumenti inconsueti quali il basso acustico e le percussioni in luogo della più tradizionale soluzione batteria-basso elettrico. I Camerieri Italiani inoltre sono aperti ad altri musicisti, ospiti live durante i concerti, che in questo caso sono il pianista, compositore e arrangiatore pordenonese Bruno Cesselli, Alessandro Turchet (contrabbasso) e il Trio Apolide, formato da Luca Grizzo (percussioni), Roberto “Drumo” Vignandel (batteria-percussioni) e Cesare Coletti (chitarre).

Il progetto è stato ideato in occasione dei festeggiamenti per il 150° anno dall’Unità d’Italia. La musica leggera italiana infatti nella sua espressione più conosciuta e amata, quella della forma-canzone, a partire dal dopoguerra è entrata nelle case di tutti contribuendo alla formazione della coesione ed unità del nostro Paese. Camerieri Italiani intende celebrare l’Italia e in particolare l’impegno dei tanti cittadini che quotidianamente operano per migliorare questo paese anche attraverso il sostegno e la promozione, in occasione dei concerti, di alcune associazioni di volontariato attive sul territorio pordenonese. Il concerto di Pordenone è realizzato a sostegno di L’Arcobaleno – Onlus, che opera a Porcia (Pordenone) nella tutela dei minori in difficoltà familiare, e di La Ginestra Onlus, attiva a Pordenone nell’animazione del tempo libero di soggetti disabili. Ingresso libero

Info: www.comune.pordenone.it/estate
Clelia Delponte Ufficio Stampa Estate in Città
0434/392924 – 347/0349679

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.