Concerto della musicista lombarda Miriam Prandi a Gorizia.

Dopo l’ottimo successo del concerto inaugurale, proseguono gli appuntamenti del ciclo “Autunno 2011”, tradizionale appuntamento con la musica da camera curato dall’Associazione “Musica Aperta”, che comprende nove appuntamenti da ottobre a dicembre. La rassegna inaugura la quattordicesima edizione della stagione concertistica «Gorizia Classica», organizzata con il contributo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia – Assessorato ai Giovani, Cultura, Sport, Associazionismo e della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia. L’iniziativa è altresì realizzata con il sostegno e il patrocinio della Provincia e dei Musei Provinciali di Gorizia, del Comune di Gorizia e del Gruppo Carso Gorizia.

Tutti i concerti di questo nuovo ciclo si tengono nella elegante Sala Convegni dei Musei Provinciali di Gorizia, in Borgo Castello n. 13 ed analogamente alle precedenti stagioni, è stata mantenuta la tradizionale cadenza settimanale, dal 15 ottobre al 10 dicembre 2011, tutti i sabati tranne il primo appuntamento di novembre, che si terrà domenica 6. Il cartellone è stato preparato come di consueto dal professor Giorgio Samar, presidente dell’Associazione «Musica Aperta», ideatore e curatore delle precedenti edizioni della stagione.

Grazie alla preziosa collaborazione degli Enti patrocinatori e sovvenzionatori, anche quest’anno l’ingresso sarà libero e gratuito per il pubblico fino all’esaurimento dei posti disponibili, con accesso dalle ore 16.45 e inizio dei concerti alle 17.00 precise. È disponibile il libretto completo della stagione, che sarà inviato gratuitamente a chi ne farà richiesta all’indirizzo di posta elettronica musica.aperta@alice.it. Si trova in distribuzione anche presso gli uffici regionali dell’Agenzia Turismo Friuli Venezia Giulia e la sede dei Musei Provinciali di Gorizia in Borgo Castello.

Il secondo concerto, quello di sabato 22 ottobre 2011, avrà come protagonista la ventunenne musicista lombarda Miriam Prandi, che proporrà un recital solistico di grande impegno per violoncello solo. Violoncellista, nata a Mantova nel 1990, possiede già un curriculum di studi e di attività concertistica di assoluto rilievo. Dall’età di 11 anni infatti – e cioè ben prima dei Diplomi di pianoforte e di violoncello conseguiti rispettivamente a 15 e 16 anni con il massimo dei voti, lode e menzione speciale al Conservatorio di Mantova, – è stata eccezionalmente ammessa a frequentare i Corsi di violoncello di Antonio Meneses presso l’Accademia Chigiana di Siena, meritando per sei anni consecutivi la partecipazione ai Concerti dell’Accademia e ottenendo sempre la Borsa di Studio e il Diploma di Merito.

Giovanissima ha avuto il privilegio di essere ammessa all’Accademia Pianistica Internazionale di Imola dove ha frequentato per quattro anni il corso di pianoforte. La sua innata musicalità e la vivace comunicativa sono cresciute negli anni grazie alla lunga esperienza didattica vissuta sotto la guida della Prof.ssa Marianne Chen. Frequenta le masterclass della violoncellista Natalia Gutman alla Scuola di Musica di Fiesole. Vincitrice di varie edizioni della “Rassegna Violoncellisti” di Vittorio Veneto, nel 2004 si è imposta al Concorso “Geminiani”, aggiudicandosi l’assegnazione di un importante violoncello. Nel 2006 le è stato conferito a Roma il “Premio Muzio Clementi” dell’Associazione Musicale omonima.

Come violoncellista il suo repertorio solistico spazia da Bach a Dutilleux e annovera anche diversi importanti lavori per violoncello e orchestra, tra i quali ha già eseguito con successo il Concerto in Do di Haydn, i Concerti di Dvo?ák, Elgar, Saint-Saëns e le Variazioni Rococò di ?ajkovskij. La Televisione tedesca l’ha ripresa già da piccolissima al pianoforte; nella sua città ha suonato al Teatro Bibiena e al Sociale. Per l’Accademia Chigiana si è esibita in diverse località della Toscana; a Brescia ha suonato per la GIA, a Verona per l’Accademia Maffeiana, a Cremona per il 35° Congresso Internazionale dell’ESTA (Associazione Europea dei docenti di strumenti ad arco) e nell’ambito dell’ “Omaggio a Cremona 2009” al Teatro Ponchielli, a Bologna nella Sala Mozart per l’Accademia Filarmonica, al Festival di Spoleto, alla Fondazione W. Walton di Ischia.

Nel dicembre 2010 è stata protagonista come solista nella tournée in Israele e Palestina con l’Orchestra Giovanile italiana diretta da M° Nicola Paszkowski. Ha tenuto concerti per violoncello solo al Teatro Nuovo per gli “Amici della Musica” di Verona, al Teatro Sperimentale per gli “Amici della Musica” di Ancona, per il Festival Piatti di Bergamo, a Roma per l’Associazione Muzio Clementi, a Portogruaro per l’Accademia Santa Cecilia, ad Oradea (Romania), in Slovenia e nel marzo 2010 ha debuttato al Lingotto di Torino.

Tra le serate più spettacolari, da citare quella in cui, quattordicenne, si è esibita in occasione degli Incontri Internazionali di Asolo con l’Orchestra formata anche da giovani strumentisti del Conservatorio di Mosca eseguendo, nella duplice veste di pianista e di violoncellista, il Concerto per pianoforte in Si bemolle KV 595 di Mozart e il Concerto per violoncello in Do di Haydn. Coltiva con dedizione la musica da camera e tra le esperienze importanti in questo campo è da citare la partecipazione all’ “Oleg Kagan Musikfest” di Kreuth (Baviera), al “Chamber Music Connects the World” 2010 della Kronberg Academy (Germania), alla Glaesener Saal del Musikverein di Vienna in formazione cameristica con i Wiener Symphoniker e Alexandr Zemtsov.
Debutterà nel novembre 2011 ai Cultural Days della European Union Bank a Francoforte.

Miriam Prandi proporrà al pubblico goriziano un programma impegnativo e di grande interesse, comprendente due delle straordinarie Suite scritte da Johann Sebastian Bach, precisamente la n. 3 in Do Maggiore BWV 1009 nella prima parte e la n. 1 in Sol Maggiore BWV 1007. Saranno affiancate da altre pagine di grande effetto, come 2 Capricci dall’opera 25 di Carlo Alfredo Piatti (definito “il Paganini del violoncello”), la raffinata Sonata per violoncello solo op. 25, n. 3 ed “Alone” di Giovanni Sollima, una pagina del 1999. L’appuntamento successivo è fissato per sabato 29 ottobre, quando tornerà a Gorizia il pianista cremonese Diego Maria Maccagnola, già applaudito lo scorso anno in qualità di pianista di un gruppo da camera. Molto bello il programma classico e romantico che presenterà in qualità di solista, che spazierà da Beethoven a Brahms per arrivare a Chopin.

Prof. Giorgio SAMAR presidente della Associazione “MUSICA APERTA”
Via Giovanni Maniacco, n. 10 34170 GORIZIA Telefono 0481/550732
musica.aperta@alice.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.