Voci, suoni, emozioni dal Massiccio del Grappa

Il Massiccio del Grappa, conosciuto ai più per essere collegato ai tragici eventi della Prima Guerra Mondiale, è un vero e proprio tesoro naturalistico e culturale che merita di essere maggiormente conosciuto. La sua posizione a cavallo tra la pianura veneta e l’area dolomitica, Patrimonio dell’Umanità, ne consente un rapido e facile accesso dai principali centri abitati del Veneto e non solo.

Senza dimenticarne le valenze geologiche, molto è stato scritto sui numerosissimi habitat naturali e seminaturali presenti, popolati da specie vegetali ed animali rare e endemiche, e sulla millenaria presenza dell’uomo che, ad esempio, ha dato origine alla tipologia costruttiva rurale dello “Sfojarol”, unica nel suo genere, e ai numerosi percorsi dedicati alla Grande Guerra.

Per far conoscere al vasto pubblico questa meraviglia, il Consorzio delle Pro Loco del Massiccio del Grappa Orientale ha ideato e propone per il 2012 il ciclo “Voci, suoni, emozioni dal Massiccio del Grappa”, dal 18/08/2012 al 09/09/2012, articolato in quattro fine settimana dislocati in altrettanti settori della porzione bellunese del sistema montuoso, con l’intenzione in futuro di allargarsi al Trevigiano e al Vicentino.

Mostre, interventi di esperti, visite guidate, artisti si susseguiranno nell’intento di promuovere l’identità di questo territorio veneto, fatta soprattutto dalle persone che l’abitano e l’hanno abitato. Si sono scelti la musica e il canto popolare in lingua veneta come elementi cardini di ciascun fine settimana, selezionando tre affermati gruppi veneti e un ospite d’onore friulano, Luigi Maieron, che celebra con le sue opere anche la cultura veneta della propria terra.

Per info e programma dettagliato: http://www.vocidalgrappa.it/home.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.