Mostra collettiva “Past Forward” a Bassano del Grappa (VI).

L’importanza dell’arte, le sue in?uenze in campo culturale e sociale e il suo ruolo come specchio dei secoli passati, è un dato di fatto. Ci hanno insegnato Da Vinci, van Gogh, Vermeer o Dali, Botticelli o Tiziano, Basquiat, Haring e Warhol. Visitiamo musei, studiamo l’arte e guardiamo opere che erano una ri?essione sul clima politico e della società “dei loro tempi”.

Abbiamo conosciuto guerre e grandi sconvolgimenti politici che hanno dato vita a nuove forme di espressione artistica o che hanno distrutto intere collezioni e testimonianze di epoche passate. Rivoluzioni e periodi di benessere e decadenza, industrializzazione e recessione hanno lasciato il loro segno nel mondo dell’arte, lo possiamo vedere chiaramente camminando nelle sale di qualunque museo. Quello che non vediamo è l’attuale tumultuoso ?usso di cambiamento ed evoluzione che scorre sotto la super?cie, sorretto dalle correnti delle piattaforme social e dai nuovi mercati dell’arte.

C’è un incredibile serbatoio di talenti che ha perfezionato e sviluppato tecniche personali o evoluto tecniche dei Maestri passati. Troppo spesso il grande lavoro innovativo di questi giovani artisti non è visto, considerato che lo stato di “emergente” non lascia molte possibilità di esporre in un museo. E sì che loro sono l’occhio della società contemporanea e lo sguardo indagatore sui cambiamenti di cui abbiamo esperienza quotidiana. Abbiamo più tecnologia, ma rimuoviamo le guerre che si combattono su suoli stranieri, ci schermiamo gli occhi di fronte alla morte e alle catastro? naturali, tracciamo un solco tra ricchi e poveri nelle nostre stesse terre, ma tutto questo esiste, oggi più che mai i giovani artisti portano ri?essioni su cosa accade e sull’eredità che lasceremo alle generazioni future: unire il passato e il futuro in questa unica mostra permette al visitatore di apprezzare l’impatto che i vecchi maestri hanno avuto sulla tecnica e sul progresso artistico dei maestri di domani e di ammirare le nuove, personali, interpretazioni dei pezzi della collezione permanente del museo e della storia dell’arte italiana in generale.

Il visitatore è invitato e considerare che la pulsione dell’esistenza umana, i problemi e le grandi domande esistenziali, ma anche i successi, non sono cambiati nelle loro forma più pura, hanno semplicemente cambiato volto, e oggi è quello del gruppo internazionale di giovani artisti con cui abbiamo il piacere di lavorare da anni.

Bassano Del Grappa (VI) – dal 31 agosto al 7 ottobre 2012
MUSEO CIVICO Piazza Giuseppe Garibaldi (36061)
+39 0424522235 , +39 0424523914 (fax)
info@museobassano.it
www.museobassano.it

evento segnalato dal sito web: http://www.exibart.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.