Riparte “Ombre di Jazz” alla Risorta Osteria del Refosco a Padova.

«Più che “Ombre di Jazz” questa rassegna doveva chiamarsi “Ombre e Jazz”». Con questa folgorante dichiarazione il Maestro Marco Omicini ha chiosato oggi, giovedì 27 settembre, la conferenza stampa di presentazione della seconda edizione di «Ombre di Jazz», diretta dal batterista e compositore jazz Tommaso Cappellato, presente alla Risorta Osteria del Refosco a Padova con il Vicesindaco di Padova Ivo Rossi e Alberto Grinzato, promotore e ospite della rassegna che si terrà a Padova dal 6 ottobre 2012 al 4 maggio 2013.

Lungi dall’essere un mero gioco di parole comprensibile solamente in territorio veneto – “ombra” è infatti sinonimo di “aperitivo” – la definizione “Ombre e Jazz” ben sintetizza il connubio tra buona musica e buona cucina, ideato da Tommaso Cappellato e promosso, nonchè ospitato da Alberto Grinzato.

Sullo stretto rapporto tra buon cibo e musica jazz si è, infatti, soffermato anche Ivo Rossi, sottolineando come «la rassegna ci riporta alle origini della musica jazz, quella New Orleans e in quella New York, dove i musicisti spesso venivano pagati solamente con una cena». E’ lodevole, ha proseguito il Vicesindaco, che «in questo periodo di crisi, un privato senta la necessità e si prenda l’onere di organizzare un’iniziativa culturale di questa portata per promuovere le proprie passioni. Il jazz ha bisogo di ritrovare quella passione e diffusione che aveva nel padovano anni fa ».

«La cosa più bella è che sono fortunato – ha confermato Alberto Grinzato – Ho tutti amici che possono soddisfare le mie passioni. Io e Tommaso Cappellato ci conosciamo da quando, a 19 anni, è venuto a suonare per la prima volta all’Anfora. Da allora siamo rimasti in contatto. Sulle note del jazz, l’anno scorso, abbiamo pensato organizzare questa bellissima iniziativa. Avendo a disposizione un posto accogliente abbiamo deciso di farlo qui».

La rassegna «Ombre di Jazz» esprime la volontà di creare un luogo di aggregazione alternativo ai classici spazi d’ascolto, dove poter fare cultura non solo musicale. «In queste serate – spiega Tommaso Cappellato – sarà coronato l’incontro tra più generazioni a ricordare come il jazz rimanga una disciplina tramandata attraverso l’esperienza diretta, l’ascolto e lo scambio; una musica intellettuale, spirituale e romantica il cui scopo é quello di arrivare al cuore e far pensare».

Ombre di Jazz inaugura sabato 6 ottobre con il Massimo Chiarella Quartet con una serata dedicata alla musica di Duke Ellington e Billy Strayhorn, “l’alter ego” che lo ha accompagnato per l’intera carriera. A seguire sabato 27 ottobre il trio composto da tre grandi nomi del jazz nazionale e non solo: Fabrizio Puglisi, Stefano Senni e Tommaso Cappellato. Sabato 17 novembre sarà la volta del Fazzini-Fedrigo XY Quartet per un appuntamento in collaborazione con Padova Jazz Festival in cui il quartetto riuscirà ad unire musica colta e jazz, composizione e improvvisazione.

Atmosfere etniche e improvvisazioni ricche di spessore saranno protagoniste della serata di sabato 15 dicembre con il quartetto del contrabbassista Otello Savoia che riproporrà la formazione e il repertorio tratto dal CD “In Giostra” (2005). Il 2013 inizierà sabato 19 gennaio con Vicentrio di Paolo Birro, Federico Malaman, Mauro Beggio: un trio di fuoriclasse vicentini tra i fiori all’occhiello della rassegna che fa della centralità del ritmo il punto di partenza per la costruzione di un inedito repertorio e l’esplorazione di ambiti inconsueti su cui improvvisare.

Si prosegue sabato 9 febbraio con Standard Socks trio capeggiato dal chitarrista milanese Simone Massaron per una serata di musica ispirata e improvvisazioni basate sull’interplay e sabato 2 marzo con il quartetto della cantante Francesca Bertazzo Hart con una scelta di repertorio che abbraccerà vari stili del jazz. Sabato 23 marzo sarà volta degli Sparkle, un collettivo che vede riuniti alcuni tra i più creativi musicisti della scena jazz attuale e mette insieme svariati elementi musicali, storie e tradizioni alla costante ricerca dell’inconsueto e dell’imprevedibile.

A chiudere Ombre di Jazz saranno due serate imperdibili a partire da sabato 13 aprile con l’Electrio di Aisha Ruggieri accompagnato per l’occasione dal grande Elton Meyer e sabato 4 maggio con un concerto dal vivace spirito indagatore in cui i Miss Marple Music Investigations spazieranno dal jazz più tradizionale a sonorità pop, rock e folk.

«Grosso modo, il jazz è sempre stato simile al tipo d’uomo con cui non vorreste far uscire vostra figlia». Così Il grande Duke Ellington definiva il genere musicale di cui era maestro. Se tuttavia alla bellezza del jazz aggiungiamo un ambiente raccolto e cordiale, al riparo dal fragore della città, dove godere di una cena a base di piatti tipici della tradizione, forse più di un genitore potrebbe acconsentire ad un uscita serale, prestandosi più che volentieri a fare da accompagnatore.

OMBRE DI JAZZ
dieci appuntamenti ad ingresso gratuito
da ottobre 2012 a maggio 2013
Risorta Osteria del Refosco
Via C. Cassan 5, Padova

Per informazioni:
http://www.risortaosteriadelrefosco.it
http://ombredijazz.blogspot.it

Ufficio Stampa Studio Pierrepi
Via delle Belle Parti, 17 – 35141 Padova (Italy)
mob. (+39) 345-7154654
eventi@studiopierrepi.it
www.studiopierrepi.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.