“Cupole” mostra monografica dell’artista Gianfranco Perulli ad Abano Terme (PD).

Prosegue la stagione espositiva 2012 della Galleria ARTissima di Silvia Prelz, che dopo le personali dedicate allo scultore Paolo Staccioli, al fotografo Maurizio Longhin, alla pittrice Carla Rigato, propone, dal 12 ottobre al 6 novembre 2012, una monografica dedicata all’artista Gianfranco Perulli, dal titolo “CUPOLE”.

Quella di Perulli, artista, avvocato e professore universitario, è la pittura “storica”, scaturita dai colori ad olio, colori che sanno di secoli di maestria e di luce, che animano in maniera immediata la tela, senza alcuna imprimitura o preparazione; le sue Cupole scaturiscono da un segno evidente, riconoscibile e rassicurante, un semicerchio per lo più, che si itera sulla larghezza di queste grandi pagine bianche, lasciate intatte dalla trementina che divora il colore circostante, causa vuoti, colature, corrosioni.

Il soggetto amato da Perulli e protagonista di questa Personale è universalmente riconoscibile: il profilo delle Cupole di San Marco, così profondamente identificativo per chi nasce in una città icona di storia e memoria come Venezia. Questi profili così netti– come spiega la curatrice della mostra Chiara Marangoni – tracciati da grandi pennellesse intrise di colore ad olio quasi puro, sono indelebili come nella memoria e nell’immaginario di ciascuno, ma non importa, potrebbero essere anche le cupole di Santa Sofia a Costantinopoli, ovunque, non ha alcuna importanza riconoscere il soggetto o un luogo, perché la pittura di Perulli diventa intimamente astratta, esito materico e gestuale di una sequenza di pensieri, usando le parole più appropriate dell’artista “ il mio dipinto è la sintesi di un pensiero giuridico”.

Guardare le tele di Perulli sollecita la memoria collettiva a rintracciare icone poetiche e linguistiche a lui vicine. La sua pittura consente quindi di entrare in spazi ampi ravvicinati da un orizzonte basso. È una pittura veloce, rapida, fatta di grandi segni ricchi di colore denso e materico. Il segno é inciso dall’uso distruttivo e corrosivo della trementina, tratto che denota una profonda conoscenza da parte dell’Artista dell’arte incisoria, fatta di segni e materiali che divorano tutt’intorno la superficie per lasciare solo il segno-contorno. Ecco che – secondo la lettura critica di Chiara Marangoni – quel semicerchio che apparentemente é tanto chiaro e rassicurante non può solo rappresentare il profilo delle cupole, diventa lettera, segno di un alfabeto personale con il quale l’artista rappresenta una sequenza di ragionamenti, che hanno a che fare con la vita quotidiana di ognuno.

Gianfranco Perulli, avvocato, docente universitario di diritto amministrativo, dirige un centro di ricerca a Roma, vive e lavora a Venezia. Frequenta corsi di disegno all’Accademia di Belle Arti di Venezia ed esordisce, giovanissimo, nel “gruppo dei quattro” insieme agli amici Pennisi, Renzulli e Sartorelli, scelti e premiati dalla Fondazione Bevilacqua La Masa. Successivamente entra in contatto con Virgilio Guidi e con Giorgio De Chirico che trascorreva lunghi periodi a Venezia. È critico d’arte per il quotidiano l’Avvenire d’Italia ed è nella giuria del premio della pittura Burano. Partecipa a numerose collettive. Sue opere sono esposte permanentemente nella galleria Juris & Perl di Campo Santo Stefano a Venezia.

Chiara Marangoni. Laureata a Ca’ Foscari in Conservazione dei Beni Culturali. Master in Economia e Gestione Museale presso l’Università di Ferrara.Da oltre 10 anni lavora presso Fondazioni e Società nell’organizzazione di mostre d’arte, gestione personale e come responsabile della didattica. Ha collaborato con alcune gallerie d’arte nelle gestione e presentazione di Artisti. Collabora stabilmente con il Comune di Abano Terme nell’organizzazione di Corsi di Storia dell’Arte.

Orari apertura mostra: da martedì a domenica, ore 10.30-13 e 16-20; lunedì chiuso.
Didascalia immagine: “CUPOLE”, 2007, cm 80 x 120, particolare.

Per informazioni:
Galleria ARTissima di Silvia Prelz, Via A. Volta 26, Abano Terme (PD), tel. 347.6936594.
Email: info@artissimacontemporanea.it, http://www.artissimacontemporanea.it

Per i Colleghi della Stampa
Ufficio Stampa: Alessandra Canella, 348.3423647 – email: canella@studiopierrepi.it; Cristina Sartori, 348.0051314 – email: cristina.sartori1@gmail.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.