“Oderzo Cult” incontri, mostre, laboratori, performance, a coinvolgere la letteratura, l’archeologia e l’arte.

Dal 19 ottobre al 22 dicembre 2012 la Fondazione Oderzo Cultura presenta OderzoCULT: un ricco calendario di incontri, mostre, laboratori, performance, a coinvolgere la letteratura, l’archeologia e l’arte. Il colore giallo è il tema che unisce gli eventi: dal polo culturale si allarga fino a tutta la città. I negozi di FORO’ proporranno nelle prossime settimane le vetrine a tema, mentre gli ascoltatori di TopRadio al mattino possono partecipare al quiz dedicato al giallo.

Il progetto è curato da Biblioteca, Museo archeologico e Pinacoteca Alberto Martini. In collaborazione con FORO’ / con il patrocinio di Comune di Oderzo / con il sostegno di: Banca Friuladria, Fresco e Vario.

OderzoCULT – inaugurazione
venerdì 19 ottobre, ore 20.45
Palazzo Foscolo
ingresso libero

Black
performance

Per l’inaugurazione, venerdì 19 ottobre alle ore 20.45, Palazzo Foscolo si anima con la performance Black – video, sonorità e “installazioni di corpi” – ideata dagli artisti Andrea Penzo e Cristina Fiore, con la partecipazione della scuola di danza L’Etoile di Oderzo, di Aldo Aliprandi e con Cristina Gori e Barbara Nordio.
Il video Black, dopo l’uscita del trailer dei mesi scorsi, sarà presentato integralmente durante la serata. Black nasce dall’osservazione delle illustrazioni che Alberto Martini elabora per i Racconti di Edgar Allan Poe: ne scaturisce un’immagine che racchiude l’essenza del lato oscuro, quella parte in ombra che ognuno inevitabilmente possiede e con cui alla fine si trova a dover fare i conti. La pluralità di linguaggi contemporanei della performance costituirà quindi l’introduzione per il momento successivo, l’inaugurazione della mostra Di segni e parole.

Di segni e parole
mostra

Di segni e parole presenta le chine originali di Alberto Martini per i Racconti del Mistero e dell’Orrore di Edgar Allan Poe, provenienti da collezioni private, proposte nella mostra a cura di Paola Bonifacio conservatore della Pinacoteca Alberto Martini. Le opere e i testi in mostra propongono una “lettura” mirata, intesa a far cogliere la condivisione della visione poetica che si ritrova nel segno raffinatissimo e avvincente (o “di segno”) dell’artista italiano, interprete eccezionale della parola (ovvero dei Racconti Straordinari e Le storie grottesche) dello scrittore americano, inventore del cosiddetto genere giallo. Testi e supporti di approfondimento multimediali offriranno opportunità diverse di indagine e nuove occasioni di scoperta.

Le 23 chine martiniane, provenienti da collezione privata, fanno parte del ciclo di 136 disegni a penna ispirati ai Racconti Straordinari ed a Le storie grottesche di Edgar Allan Poe, grazie al quale Martini raggiunge le più alte vette poetiche e tecniche per genialità d’invenzione, originalità espressiva, raffinatezza esecutiva, ottenendo l’unanime approvazione della critica contemporanea e successiva. L’artista vi è giunto dopo le prime prove degne di nota dedicate all’esplorazione realista del mondo contadino ispirata ai temi socialisti e umanitari dominanti (1892-1896); realizzando quindi i disegni dedicati al Morgante Maggiore di Luigi Pulci, alla Corte dei Miracoli e all’Albo della Morte (1894-95) in cui è stilisticamente avvicinabile al mondo tedesco, in particolare a Max Klinger; e dopo le opere per La Secchia Rapita di Alessandro Tassoni, ispirata agli amatissimi incisori della prima metà del XVI secolo (Albrect Durer, Hans Baldung Grien) con recuperi neo-manieristi e simbolisti in linea con quelli di Jacques Callot e Joseph Sattler. In questi ultimi lavori, alcuni dei quali di grande forza espressiva e originale invenzione creativa, ma denuncianti incertezza e dubbio nei confronti del riferimento letterario scelto, pare non ritrovarsi quella profonda affinità riscontrabile invece tra l’artista opitergino e Edgar Allan Poe, la cui poetica della visionarietà e dell’estraniamento misterioso, dell’onirico, dell’irreale fantastico, sono rintracciabili nell’identico abbandono alla dimensione dell’inconscio.

Sono previste attività a corollario dell’esposizione: letture animate e ascolti musicali ispirati ai Racconti Straordinari di Poe in collaborazione con le Scuole Superiori di Oderzo; una serata con Gianfranco Manfredi, noto illustratore, scrittore, sceneggiatore, nonché appassionato studioso di Edgar Allan Poe, gli inediti “Percorsi del mistero”, curati dai volontari dell’Associazione Athena, i laboratori didattico/creativi appositamente dedicati e visite guidate su prenotazione a cura di Studio D Friuli.

Prossimi appuntamenti:

Lunedì 22 ottobre, Biblioteca Palazzo Foscolo ore 20.45 Incontro con Carmine Abate, vincitore del Premio Campiello 2012 – 50° edizione con il romanzo La collina del vento. In collaborazione con 50° Premio Campiello Confindustria Veneto e Unindustria Treviso.

Mercoledì 24 ottobre, Pinacoteca Palazzo Foscolo ore 20.45 Il cuore rilevatore di Edgar Allan Poe. Serata performativa in collaborazione con l’Istituto Brandolini Rota e l’Isis Obici di Oderzo, interventi, letture e contributi multimediali in italiano e inglese. Regia di Andrea Princivalli

Sabato 27 ottobre, Biblioteca Biblioteca ore 21.30 conclusione domenica 28 ore 9.00 La notte dei libri insonni. 3° edizione Età 10>12 anni – max 20 partecipanti – Costo 10 euro a ragazzo. Apertura iscrizioni lunedì 8 ottobre ore 15.00, Dalle 15.00 alle 18.00 presso la Biblioteca o al numero 0422/815166 a cura di Biblioteca di Oderzo, in collaborazione con Il Trabiccolo dei Sogni – Pasticceria Forner

Domenica 28 ottobre, Pinacoteca Palazzo Foscolo ore 15.30 I misteri di una collezione, percorsi inediti della Pinacoteca Alberto Martini a cura dei volontari dell’Associazione Athena

Venerdì 2 novembre, Museo Palazzo Foscolo, ore 19.00 Inaugurazione mostre Pashedu, un artista al servizio del faraone, presentazione in anteprima dell’eccezionale ricostruzione in scala 1:1 della tomba di Pashedu.
A cura della dott.ssa Donatella Avanzo, con la supervisione del prof. Alessandro Roccati
Progetto e realizzazione: GM Arredamenti di Gianni Moro
Egitto: prima visione a cura del Museo Archeologico Eno Bellis, con la collaborazione del Progetto EgittoVeneto, Università degli Studi di Padova e Università Ca’ Foscari di Venezia

Interventi:
dott.ssa Donatella Avanzo, Egittologa
prof. Emanuele M. Ciampini, Università Ca’ Foscari Venezia
prof. Alessandro Roccati, Accademia delle Scienze di Torino
Chiusura mostre domenica 16 dicembre

Sabato 3 novembre, Museo Palazzo Foscolo ore 20.45
All’ombra della Dea del Sicomoro: fiori, profumi e giardini nell’antico Egitto
Lezione spettacolo a cura della dott.ssa Donatella Avanzo.
Con la partecipazione di:
Francesca Rizzotti, voce recitante
Katia Zunino, arpa
Margot Stea, danzatrice
Massimiliano R. F. Andreo, percussioni

Sabato 3 e domenica 4 novembre MuseoMuseo Archeologico
Museo a porte aperte tutto il giorno: visite guidate alla tomba di Pashedu a cura della dott.ssa Donatella Avanzo. Per tutta la durata della mostra sono disponibili visite guidate, a cura di Studio D Friuli. Visite guidate a pagamento, prenotazione obbligatoria.

Mercoledì 7 novembre Pinacoteca Palazzo Foscolo ore 20.45
Disegnare Poe. Dalle illustrazioni ai fumetti
Incontro e dibattito con lo scrittore e sceneggiatore Gianfranco Manfredi, per un appassionato excursus tra i migliori illustratori di Edgar Allan Poe

Venerdì 9 novembre Biblioteca Palazzo Foscolo ore 20.45
Scrittori in carta e ossa – Le voci del noir
Incontro con il duo di scrittori Tersite Rossi e il loro Sinistri e Piergiorgio Pulixi e il suo Una brutta storia
in collaborazione con Libreria Lovat, Ca’ Lozzio

Domenica 11 novembre Biblioteca/Museo/Pinacoteca
ritrovo Piazza Grande ore 15 – termine ore 17 Polo Culturale
Una caccia misteriosa… per grandi e bambini
Al termine… merenda per tutti – Età: 5>11 anni – Costo: € 5,00 a partecipante
con dott.ssa Irene Romanzin Biblioteca Civica di Oderzo e Studio D Friuli

Mercoledì 14 novembre Museo Archeologico Eno Bellis ore 20.45
Conferenza Dal viaggio alla collezione. L’Egitto esplorato di Belzoni, Drovetti e Champollion
dott.ssa Claudia Gambino, Progetto EgittoVeneto
dott.ssa Marta Mascardi, Museo Archeologico Eno Bellis

Venerdì 23 novembre Biblioteca Biblioteca Civica ore 20.00 Fuori menù – Il gusto del giallo
Ingredienti: insoliti assaggi ispirati alla narrativa gialla proiezione de “LA DONNA DELLA DOMENICA” film diretto da Luigi Comencini, tratto dall’omonimo romanzo di Fruttero e Lucentini a cura di Biblioteca di Oderzo in collaborazione con: Il Bersagliere, Rock’n’ Rollweddings, Spazio Zero, Circolo Cinematografico Pietro Dal Monaco.

Andrea Fragomeno

segreteria

Fondazione Oderzo Cultura Onlus
via Garibaldi 80 – 31046 – ODERZO – TV – ITALY
tel. (+ 39) 0422 718013 – fax (+ 39) 0422 500330
fondazione@oderzocultura.it
www.oderzocultura.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.