Mostra delle sculture di Daniele Salvalai a Possagno (TV)

La Fondazione Canova apre ai giovani talenti della scultura italiana premiati da Guerrieri Rizzardi, la mostra è dedicata alle Sculture di Daniele Salvalai dal 20 ottobre al 20 novembre 2012. Con il suo museo e gipsoteca che conservano le opere del più grande scultore del neoclassicismo, la Fondazione Canova di Possagno (Treviso) ospita le opere di Daniele Salvalai, vincitore della seconda edizione del Concorso di Scultura «Antonio Canova».

L’iniziativa, voluta dalla storica cantina veronese Guerrieri Rizzardi, presente fin dal XIV secolo nel campo della vitivinicoltura, intende promuovere i giovani esponenti dell’arte scultorea contemporanea, segnalati dalle Accademie di Belle Arti italiane, in nome della virtuosità dell’artista veneto e del suo precoce talento. L’esposizione personale di Daniele Salvalai è parte integrante del premio che gli è stato assegnato nel settembre del 2011.

La Fondazione Canova ha desiderato condividere la proposta di Guerrieri Rizzardi di dedicare un particolare sguardo ai giovani scultori, in quanto anche sua prerogativa, sia per la storicità della sede di Possagno che per il desiderio di continuare in questa direzione l’insegnamento dell’esperienza canoviana: tra le memorie testamentarie dello scultore veniva infatti sottolineato il desiderio di disporre uno spazio per quei giovani artisti di cui lo stesso Canova amava circondarsi, riservando un’attenzione e una cura verso le loro attitudini di scultori, incisori, pittori.

La mostra accoglie una ventina tra le opere del giovane scultore, nato nel 1979, la cui formazione avviene all’Accademia di Belle Arti di Brera, dove si diploma in Scultura nel 2004, e nel laboratorio di Paolo Massussi a Iseo, in cui apprende la lavorazione del metallo. Prosegue con studi specialistici sempre all’Accademia di Brera, con la quale collabora poi nel laboratorio di Scultura, mentre dal 2011 è docente di Discipline Plastiche e Modellato presso il Liceo Artistico «Preziosissimo Sangue» di Monza. Vive e lavora tra Brescia e Milano. La specificità del linguaggio nella sua scultura è nell’assimilazione di Uomo e Natura attraverso forme geometriche e rigore matematico, che portano ad una modularità dello spazio come ideale armonico tra sapere umano e perfezione naturale.

Le valutazioni che hanno portato alla premiazione di Daniele Salvalai nel 2011 sono il risultato condiviso di un armonico gruppo di lavoro. In Giuria, con la presidenza di Gabriella Belli, direttrice dei musei civici di Venezia, la scrittrice Isabella Bossi Fedrigotti, l’artista Nunzio Di Stefano, il direttore della Fondazione Canova Mario Guderzo, il critico d’arte Francesco Stocchi e la collezionista Giuseppina Panza di Biumo. Nel Comitato d’Onore, artisti di fama internazionale, come Arnaldo Pomodoro, Eliseo Mattiacci, Nicola Carrino, Pino Castagna, e il presidente della Fondazione Canova, Giancarlo Galan.

La cerimonia di premiazione del concorso «Antonio Canova» si tiene ogni anno, in settembre, a Negrar di Valpolicella (Verona) presso Villa Rizzardi, tra i vigneti delle antiche tenute Guerrieri Rizzardi, azienda patrocinante l’iniziativa.

Possagno (TV) – dal 20 ottobre al 20 novembre 2012 Daniele Salvalai – Sculture
MUSEO E GIPSOTECA CANOVIANA Via Antonio Canova 1 (31054) +39 0423544323
posta@museocanova.it www.museocanova.it

Contatti: TIZIANA RAVANELLI
Ufficio Stampa Guerrieri Rizzardi
tel. 0039 346 6362777 – rossoravanello@alice.it –
www.guerrieri-rizzardi.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.