Cinemazero di Pordenone: programmazione fino al 20 dicembre 2012

Programmazione fino al 20 dicembre 2012. VENERDÌ 14 DICEMBRE 2012
SalaGrande, ore 18.30 – 21.30, LO HOBBIT – UN VIAGGIO INASPETTATO di Peter Jackson. La storia racconta il viaggio del protagonista Bilbo Baggins, coinvolto in un’epica ricerca per reclamare il Regno Nanico di Erebor governato dal terribile drago Smaug. Avvicinato dal mago Gandalf il Grigio, Bilbo si ritrova al seguito di tredici nani capeggiati dal leggendario guerriero Thorin Oakenshield. Il viaggio li conduce per terre piene di pericoli e avventure, abitate da Goblin e Orchi e implacabili Wargs. I veri protagonisti del film sono Freeman, McKellen e Armitage, che si esprimono in delle performance di assoluto livello. Freeman è meraviglioso come Bilbo, ed è in grado di fornire calore, umorismo e umanità all’intero film. Lo Hobbit è un altro grande film di Peter Jackson, pura azione e avventura, un ottovolante di emozioni che coinvolge e convince quanto la trilogia originale.

SalaPasolini, ore 18.00 – 20.00 – 22.00, MOONRISE KINGDOM – UNA FUGA D’AMORE di Wes Anderson, Moonrise Kingdom – Una fuga d’amore di Wes Anderson. Estate 1965. Su un’isola del New England vive la dodicenne Suzy, preadolescente incompresa dai genitori. Sulla stessa isola si trova in campeggio scout il coetaneo Sam, orfano affidato a una famiglia che lo considera troppo ‘difficile’ per continuare ad occuparsene. I due si sono conosciuti casualmente, si sono innamorati e hanno deciso di fuggire insieme seguendo un antico sentiero tracciato dai nativi nei boschi. Gli adulti, ivi compreso lo sceriffo Sharp, si mettono alla loro ricerca anche perché è in arrivo una devastante tempesta.

SalaTotò, ore 17.00 – 19.00, KILLER JOE di William Friedkin. Killer Joe è il poliziotto con l’hobby dell’omicidio a pagamento, assoldato da una famiglia di redneck del Texas per uccidere l’ex moglie ed ex-mamma, da tempo scappata con un altro uomo. Hanno scoperto che la sua morte frutterà 50.000 dollari di assicurazione, soldi con i quali verrà pagato il killer e la famiglia si tirerà fuori da diversi guai. Dopo aver firmato almeno una pietra miliare per ogni decennio di attività, William Friedkin confeziona un film in pieno stile pulp, che lui (e non solo) sembra considerare l’aggiornamento del noir che si assesta dalle parti dello stile tarantiniano, per quanto riguarda l’appeal, l’umorismo e la spiazzante stravaganza dei personaggi, e a quello dei fratelli Coen sul versante dei risvolti di trama e di una più generale visione nichilista del mondo. Sotto una superficie aliena però batte forte il cuore del regista di Vivere e morire a Los Angeles. Lo si vede nel rigore dello stile nella sapida asciuttezza dei momenti più determinanti, nella ferma chiarezza d’intenti di un film che corre come un treno verso i suoi cinque minuti finali e soprattutto nel modo in cui, Friedkin lavora con i suoi attori.

SalaTotò, ore 21.00, OLTRE LE COLLINE di Cristian Mungiu. Voichita e Alina sono cresciute insieme in orfanotrofio fino alla maggiore età. Successivamente, la prima è stata accolta nel monastero locale mentre la seconda è stata affidata ad una famiglia adottiva, dalla quale è scappata per andare in Germania. Ora Alina torna per portare via con sé anche l’amica, l’unica persona che abbia mai amato e da cui sia mai stata amata. Ma Voichita non è certa di voler lasciare la comunità religiosa. Intanto l’irrequietezza di Alina porta il prete e le sorelle a credere che sia malata o indemoniata. Oltre le colline è prima di ogni altra cosa una storia d’amore, ed è da qui che il film trae la sua potenza. Un amore soffocato dalle regole imposte dal luogo che in una delle ragazze, l’ “estranea”, emerge drammaticamente e istericamente, come ogni sentimento forte rigidamente represso. Il regista è partito da un fatto avvenuto in un convento sperduto della Moldavia, nel quale una ragazza ha trovato la morte in seguito ad un esorcismo, e ha trasformato la cronaca dell’evento in evento cinematografico, (ri)aprendo grazie agli strumenti del cinema ciò che la Storia aveva chiuso. Oltre le colline interroga principalmente le conseguenze di una scelta, senza mancare di illuminare quanto ristretto possa essere lo spazio del libero arbitrio quando il peso della storia culturale e famigliare di una persona è così grande. La critica all’ideologia religiosa nei suoi estremi di cecità e ignoranza è evidente, ma il regista, con intelligenza, lascia parlare i fatti ed evita di trasformare il racconto in una ricerca di colpe e colpevoli, così come evita, a livello filmico, i toni del sensazionale o del melodrammatico.

SABATO 15 DICEMBRE 2012
SalaGrande, ore 15.30 – 18.30 – 21.30, LO HOBBIT – UN VIAGGIO INASPETTATO di Peter Jackson
SalaPasolini, ore 18.00 – 20.00 – 22.00, MOONRISE KINGDOM – UNA FUGA D’AMORE di Wes Anderson
SalaTotò, ore 16.15, OLTRE LE COLLINE di Cristian Mungiu
SalaTotò, ore 19.00 – 21.00, KILLER JOE di William Friedkin
ZANCANARO-SACILE, ore 19.15 – 21.30, THE TWILIGHT SAGA: BREAKING DAWN-PARTE 2 di Bill Condon. Bella si sveglia trasformata. Ora è madre e vampiro. Il suo autocontrollo è stupefacente, così come la sua forza fisica. Per paradossale che sia, non si è mai sentita più viva. Deve, però, fare i conti con l’imprinting di Jacob su sua figlia Renesmee e rimandare quelli con Charlie, che chiede spiegazioni che non può avere. La seconda parte di Breaking Dawn chiude una delle saghe cinematografiche più fortunate di questi anni, responsabile di fenomeni di fanatismo e di interrogazioni sociologiche che sono andati ben oltre i confini del testo a conferma di una domanda inconscia che è emersa in superficie potente e contagiosa.

DOMENICA 16 DICEMBRE 2012
SalaGrande, ore 15.30 – 18.30 – 21.30, LO HOBBIT – UN VIAGGIO INASPETTATO di Peter Jackson
SalaPasolini, ore 16.00-18.00-20.00-22.00, MOONRISE KINGDOM – UNA FUGA D’AMORE di Wes Anderson
SalaTotò, ore 14.15 – 16.15, KILLER JOE di William Friedkin
SalaTotò, ore 18.45 – 21.45, OLTRE LE COLLINE di Cristian Mungiu
ZANCANARO-SACILE, ore 15.00 – 17.00, GLADIATORI DI ROMA di Iginio Straffi. Timo, un orfanello scampato alla storica eruzione di Pompei, viene salvato da un gladiatore che lo porta con sé a Roma, lo accoglie nella sua famiglia e cerca di instradarlo all’arte del combattimento nella sua rinomata “accademia” per gladiatori. Ma Timo tutto è tranne che un combattente coraggioso. Impacciato a dir poco, goffo, molliccio, indolente, sembra non avere nessuna passione che lo motivi nella vita quotidiana, se non l’amore per Lucilla, la sorellastra, unica figlia del padre adottivo. Un divertente film di animazione sulla città eterna, semplice e con una morale evidente: barare non porta a nulla. E ciò che ami te lo devi conquistare a forza di dure prove.
ZANCANARO-SACILE, ore 19.00 – 21.00, THE TWILIGHT SAGA: BREAKING DAWN-PARTE 2

LUNEDÌ 17 DICEMBRE 2012
SalaGrande, ore 18.30 – 21.30, LO HOBBIT – UN VIAGGIO INASPETTATO di Peter Jackson
SalaPasolini, ore 18.00 – 20.00 – 22.00, MOONRISE KINGDOM – UNA FUGA D’AMORE di Wes Anderson
SalaTotò, ore 17.00 – 21.45, KILLER JOE di William Friedkin
SalaTotò, ore 19.00, OLTRE LE COLLINE di Cristian Mungiu

MARTEDÌ 18 DICEMBRE 2012
SalaGrande, ore 18.30 – 21.30, LO HOBBIT – UN VIAGGIO INASPETTATO di Peter Jackson
SalaPasolini, ore 18.00 – 20.00 – 22.00, MOONRISE KINGDOM – UNA FUGA D’AMORE di Wes Anderson
SalaTotò, ore 17.00 – 19.00, KILLER JOE di William Friedkin
SalaTotò, ore 21.00, OLTRE LE COLLINE di Cristian Mungiu

MERCOLEDÌ 19 DICEMBRE 2012
SalaGrande, ore 18.30 – 21.30, LO HOBBIT – UN VIAGGIO INASPETTATO di Peter Jackson
SalaPasolini, ore 18.00 – 20.00 – 22.00, MOONRISE KINGDOM – UNA FUGA D’AMORE di Wes Anderson
SalaTotò, ore 17.00, OLTRE LE COLLINE di Cristian Mungiu
SalaTotò, ore 19.45 – 21.45, KILLER JOE di William Friedkin

GIOVEDÌ 20 DICEMBRE 2012
SalaGrande DAI UN CALCIO AL RAZZISMO, a seguire IL MONDIALE DIMENTICATO di Lorenzo Garzella, ore 21.00 ingresso libero. Proiezione del documentario “Dai un calcio al razzismo” di Clara Salgado. Dur.: 17′ Un campetto di periferia per molti significa scendere in strada a giocare, prendere a pedate un pallone, discutere, incontrarsi. Ovvero essere a casa anche quando la vera casa è a migliaia di chilometri. Il documentario della regista ecuadoriana racconta tre giorni di calcio, amicizia e musica contro il razzismo in un afoso week end di luglio del 2010 nel quartiere di Villanova di Pordenone. A seguire proiezione del film IL MONDIALE DIMENTICATO di Lorenzo Garzella. Dur.: 94′. La vera incredibile storia dei Mondiali di Patagonia il geniale mockumentary (falso documentario), coprodotto dalla Rai e presentato a Venezia nel 2011. In collaborazione con il Festival del Cinema Latino Americano di Trieste.

SalaPasolini, ore 18.00 – 20.00 – 22.00, MOONRISE KINGDOM – UNA FUGA D’AMORE di Wes Anderson
SalaTotò, ore 18.30 – 21.30, LO HOBBIT – UN VIAGGIO INASPETTATO di Peter Jackson

Cinemazero
Piazza Maestri del lavoro, 3
33170 Pordenone
info 0434-520527
http://www.cinemazero.org/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.