Terzo appuntamento con “I classici della cucina” alla Libreria Lovat di Villorba (TV).

Mercoledì 27 marzo alle ore 18,3, alla Lovat di Villorba terzo appuntamento con “I classici della cucina”, rassegna di letture e spigolature ideata e condotta da Marina Grasso, “per ricordare il legame originario e primigenio fra cibo, natura e culture attraverso alcune avvincenti letture”.

Protagonista di questo nuovo incontro con la lettura “sulla cucina” è il libro “La cucina italiana. Storia di una cultura”, scritto nel 1999 da Alberto Capatti e Massimo Montanari. Libro nel quale i due illustri storici hanno rovesciato alcuni luoghi comuni sull’evoluzione della cucina nazionale e della sua grande varietà di tradizioni alimentari. L’Italia delle cento città e dei mille campanili è, infatti, anche l’Italia delle cento cucine e delle mille ricette. La grande varietà delle tradizioni alimentari, specchio di un’esperienza storica dominata a lungo dal particolarismo e dalla divisione politica, è il carattere che maggiormente contraddistingue la gastronomia del nostro paese, rendendola straordinariamente ricca e attraente.

Basta questo per concludere che una cucina italiana non esiste e non è mai esistita? Che la cucina italiana in quanto tale è un miraggio? Che si tratti dell’invenzione di una nazione in cerca di se stessa?

Montanari e Capatti rispondono che la cucina italiana esiste, ma solamente a patto di considerarne l’identità come il risultato più dello scambio che della produzione. Al fondo c’è l’idea di un essere se stessi costruito più sul piano della differenza che su quello dell’appartenenza, elemento tanto più vero in cucina, dove le identità locali si edificano anche e soprattutto in vista dello scambio.

Ingresso libero.

Info: Tel. 0422.92697 – 0422.920039
www.librerielovat.com

Librerie Lovat è anche su Facebook

Info per la Stampa: Marina Grasso, cell. 335.8223010
info@marinagrasso.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.