Incontro con la dottoressa Idana Morandin a Treviso

Opera di Klimt

Venerdì 12 aprile 2013 (Fondazione Mazzotti, ex Archivio di Stato, Via Marchesan 11/A, ore 17) l’Ateneo di Treviso tiene la dodicesima assemblea del suo 202° anno accademico. Si parlerà di Affido familiare con la dottoressa Idana Morandin, dirigente psicologo presso l’unità operativa di servizi e politiche famiglia, giovani e integrazione sociale, della direzione dei servizi sociali dell’ULSS 9 di Treviso. “L’affido familiare, una risorsa per la comunità locale” è il titolo del suo intervento.

Si tratta di un appuntamento particolarmente importante e significativo nella vita dell’Ateneo, che in questo modo ripercorre anche i propri primordi sociali, quando il massimo e più antico sodalizio culturale della marca, era addirittura promotore delle prime scuole per l’infanzia. Testimonianze di prima mano saranno recate da alcune famiglie affidatarie che recheranno il contributo della propria storia e delle proprie vicende familiari.

Il benessere di bambini e ragazzi e il loro armonico sviluppo psicofisico, dipendono da molti fattori: capacità e potenzialità individuali, competenze dei genitori, risorse che la comunità in cui crescono riesce a mettere loro a disposizione, attraverso i servizi sociali e sociosanitari, interventi educativi e/o psicologici di supporto sia al minore sia ai genitori. Sono questi il significato e il valore dell’affido familiare. La legge 4 maggio 1983, n. 184, ribadisce il diritto del minore ad una famiglia.

Se da un lato è scontato che un bambino/ragazzo per crescere e svilupparsi adeguatamente ha bisogno di un ambiente familiare caldo e sicuro, (è sempre preferibile che questo ambiente possa essere la sua famiglia naturale), dall’altro le famiglie possono attraversare momenti difficili durante i quali non riescono a farsi carico dei bisogni dei figli in modo adeguato. L’affido familiare è l’accoglienza temporanea nella propria casa e nella propria vita di un bambino o di un ragazzo, al quale viene data la possibilità di crescere in un ambiente familiare adeguato, rispettando la sua storia individuale e familiare. La scommessa dell’affido familiare è pensare che i legami tra il minore e la famiglia d’origine, e tra questi e il loro territorio di appartenenza, possano essere coltivati, sostenuti e sviluppati attraverso l’esperienza con un’altra famiglia, capace di accogliere non solo il bambino, ma anche la sua storia, la sua famiglia e le sue relazioni.

* Da due anni l’Ateneo di Treviso tiene le sue assemblee presso la Fondazione Mazzotti (ex Archivio di Stato, via Marchesan 11/A, vicino alla rotonda di santa Maria Ausiliatrice). Per chi lo desidera, nel sito www.ateneoditreviso.it, cliccando su Attività dell’Ateneo si trova una chiara piantina del luogo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.