Concerto spettacolo “Notturno a Shakespeare” ad Incontri Asolani

Nazzareno Carusi

Dopo l’esaltante serata inaugurale con Mario Brunello e Signum Saxophone Quartet che hanno letteralmente galvanizzato il pubblico che ha gremito la “ritrovata” chiesa di San Gottardo (con un aspetto tutto nuovo e ancor più suggestivo), il Festival Incontri Asolani è già pronto ad accogliere il secondo appuntamento.

Sabato 30 agosto (ore 20,45) tra gli affreschi e le volte di San Gottardo riecheggeranno i suoni e i versi di uno spettacolo proposto in prima assoluta per omaggiare il 450° anniversario della nascita di W. Shakespeare, con il pianoforte di Nazzareno Carusi e la voce di Pietrangelo Buttafuoco.

S’intitola “Notturno a Shakespeare – Il dolore pazzo dell’amore” lo spettacolo che debutta in prima assoluta al festival asolano, nel quale il giornalista-scrittore e il pianista-divulgatore dialogheranno, da grandi amici quali sono, sui temi dell’amore e della passione, con un inedito intreccio di poetiche che sta incuriosendo non poco il pubblico del festival firmato Asolo Musica.
Anche perché Carusi è già ben noto al pubblico asolano per i suoi creativi progetti musicali, che hanno sempre riscosso grande successo. Così è stato quando, nel 2010, presentò l’intero ciclo dei Dichterliebe di Schumann alternandolo con i singoli movimenti della Sonata op.58 di Chopin, facendolo cantare a Danila Satragno, una delle voci più importanti del jazz e della musica contemporanea d’Europa. E quando, con non meno audacia, tornò ad Asolo nel 2012 per omaggiare Robert Browning con una versione speciale del suo “Discorso a due” con un intenso Vittorio Sgarbi, anche questa volta colpendo nel segno.

Per Carusi, che frequenta il palcoscenico del Teatro alla Scala di Milano così come quello della Carnegie Hall di New York, Asolo resta sempre il luogo delle “sperimentazioni” che assecondano la sua grande curiosità musicale, così come farà questa volta con Buttafuoco. Il quale è anche l’autore – tra gli altri – de “Il dolore pazzo dell’amore” (Bompiani, 2013), un libro imbevuto di storie e di passioni, di leggende e preghiere, di diavoli, angeli, di quell’amore cui “bisogna credere, sempre. Anche quando ci fa pazzi di dolore”. Libro dal quale è nato il desiderio del pianista di condividere con lo scrittore un nuovo progetto, che prevede l’alternarsi di sonetti del Bardo a versi di Buttafuoco, di musica barocca a opere contemporanee, di pagine romantiche e di dialoghi tra generi e stili, per rispettare l’alternanza tra i versi cinquecenteschi e quelli del XXI secolo. Per sottolineare come le grandi poetiche riescano ad incontrarsi fuori dal tempo. …Soprattutto ad Asolo.

Biglietti: interi 25 euro, ridotti 19 euro

Sosta gratuita presso il parcheggio comunale “Cipressina”

(a 200 metri dalla chiesa di San Gottardo)

Info: Asolo Musica, tel. 0423.950150

www.asolomusica.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.