15° Festival burattini e marionette a San Martino di Colle Umberto (TV)

15° Festival burattini e marionette a San Martino di Colle Umberto

Il 15° Festival burattini e marionette si terrà anche quest’anno nel borgo Mescolino…dove i fili muovono la fantasia dal 4 al 7 settembre 2014 a San Martino di Colle Umberto. La manifestazione è dedicata a Fausto Braga, famoso burattinaio che abitò all’inizio del ‘900 a Colle Umberto nella frazione di San Martino, dove nacquero e crebbero i suoi figli e dove, negli intervalli tra le varie tournèe, organizzava spettacoli di marionette per gli abitanti del borgo.

– Il Festival nasce nel 2000 dalla collaborazione tra il Comune di Colle Umberto e la locale Associazione Istadea con la direzione artistica di Alberto De Bastiani dell’Associazione Il Piccolo Principe

– Il Festival è una manifestazione per famiglie

– Nei quattro giorni del Festival Burattini e Marionette ci sarà la partecipazione di artisti italiani e internazionali. In programma:
Giovedì 4 settembre due spettacoli di burattini alle ore 18.00 e alle 20.30.
Venerdì 5 settembre tre spettacoli di burattini e marionette alle ore 18.00 alle 20.30 e alle ore 21.45.

Sabato 6 settembre spettacoli dalle ore 15.00 alle 22.30 e domenica 7 settembre dalle 15.00 alle 20.00. Sabato e domenica la manifestazione offrirà tanti spettacoli di burattini, marionette, teatro d’ombre, teatro di strada, clown giocolieri, musica e acrobazia aerea, cantastorie, spettacoli di giocoleria e inoltre laboratori e animazioni. Sabato il Ludobus, domenica il Musicalbus, il laboratorio del legno e…una sorpresa per i bambini!

– Come ogni anno ci sarà anche la mostra mercato artistico-artigianale e la presenza di uno stand gastronomico.

– Giovedì e venerdì ingresso libero.. Sabato 6 e domenica 7 l’ingresso è a pagamento euro 5,00 – GRATUITO per i bambini sotto il metro d’altezza.

– La manifestazione aderisce a Reteventi Cultura Veneto “Contaminazione creativa”.

Programma

Giovedì 4 Settembre

Ingresso libero

ore 18.00
La casa stregata
Paolo Papparotto ( Treviso)
Pantalone, in vena di affari, ha comprato una casetta per pochi soldi. Il fatto è che la casa è abitata dai fantasmi! Solo se qualcuno riuscirà a passare una intera notte lì dentro senza scappare dalla fifa, allora l’incantesimo si romperà e la casa tornerà normale. Pantalone non ha certo paura dei fantasmi, ma comunque preferisce mandar qualcun’altro al posto suo, perchè non si sa mai… Ecco quindi che Arlecchino e Brighella, dietro promessa di ricevere in pagamento un pollastro, vengono spediti alla ventura. Scopriremo che ci sono molti modi per affrontare la paura, più o meno scientifici, più o meno efficaci, ma di sicuro l’unione fa la forza e i bambini saranno fondamentali per aiutare i burattini ad affrontare ogni tipo di presenza infernale.

ore 20.30
Arlecchino e la torta del destino
La compagnia dei Fracanappi. Con Alberto De Bastiani e Paolo Rech
Regia di Gigio Brunello
C’è burrasca nella Compagnia dei FracaNappi di Pantalon de’ Bisognosi: Arlecchino si rifiuta di andare in scena perché il capocomico Pantalone ostacola il suo amore per Colombina e fugge rubando la torta che serve alla rappresentazione.
Per recitare la commedia occorre trovare una nuova torta ed un sostituto al protagonista Arlecchino. Chi prenderà il suo posto?
Intrecci di amori contrastati e di finte morti, tra palcoscenico e quinte con la ricetta del più godibile teatro nel teatro in questa commedia scritta da Gigio Brunello. Protagonisti della storia sono i tradizionali burattini veneziani della Commedia dell’Arte, con una rentrée d’eccezione: Fracanapa, popolare maschera veneta, che dopo un secolo di silenzio torna a calcare la scena del teatro dei burattini.

Venerdì 5 Settembre

Ingresso libero

ore 18.00
Il mulino incantato
Ivan Chelu (Austria)
Un antichissimo spettacolo da fiera nella nuova veste, all’interno del quale il solito Kasper deve macinare tre sacchi di grano: durante questa attività finisce però per scontrarsi con il cattivo mago Astarotus Aldobrandini Occhistorti, che si è impadronito del mulino. Il mago ha dei servi potentissimi, come il gigante Beemoto; inoltre, grazie al suo mantello magico, può trasformarsi in qualsiasi oggetto o essere vivente voglia e può persino prendere le sembianze di Kasper…

ore 20.30
Legno, diavoli e vecchiette
Giorgio Gabrielli (Mantova)
L’artigiano-marionettista spiega le ragioni per le quali, fin dai tempi remoti, l’uomo ha costruito ed utilizzato fantocci per le proprie rappresentazioni e come in un viaggio a ritroso nel tempo inizia a raccontare storie di uomini primitivi in grotte illuminate da fuochi, di cacciatori e pelatori di patate proseguendo il viaggio fino ai giorni nostri dove, tanto oggi quanto allora le ragioni per le quali s’inventano e realizzano queste cose non sono poi tanto diverse. In questo suggestivo spettacolo è inoltre proposto il percorso che compie un artista per giungere alla creazione della marionetta dall’ispirazione spesso casuale, all’invenzione dell’oggetto, fino alla sua realizzazione e al meccanismo per dargli anima, percorrendo così il vario e fantastico mondo del teatro di figura.

ore 21.45
La leggenda di coniglio volante
De Bastiani/Puche (Italia/Spagna)
Testo e regia di Gigio Brunello
Quella che il pubblico è chiamato a seguire è una storia epica, fatta di inseguimenti sulla neve, orsi che scappano e voli nello spazio. È anche storia di formazione, trasformazione e risveglio per burattini che finiscono nella pancia dell’orso o intrappolati nella neve. I burattini, le sagome che ballano e le ombre cinesi stampate sui vetri di una  finestra,  sono pagine animate come in un libro per i lettori più piccini.

Sabato 6 Settembre

Ingresso € 5 – gratuito per i bambini sotto il metro di altezza

dalle ore 15.00 alle 22.30

Il circo delle Marionette
Toni Zafra (Spagna)
“Qvántum – Il circo delle marionette” della Compagnia Teatro de Marionetas Zafra è uno spettacolo per un pubblico di tutte le età, realizzato con la tecnica della marionetta a filo. Non un circo con tendone, pista e cavalli, bensì un circo di figure in miniatura tirate da fili: Lilit che cammina sulla corda, Dun-Dun, l’uomo proiettile, Manolita Bocanegra campionessa di sollevamento pesi e molti altri ancora…Numeri musicali e parlati in cui Toni Zafra e Nadia Imperio manipolano a vista, mostrando la tecnica di manipolazione delle figure di legno. L’alternanza di momenti di poesia e comicità rende queste “piccole creature quasi fatte di pasta umana” dei personaggi sorprendentemente vivi sulla scena.

Pirù,Pirù
Valter Broggini (Varese)
È uno spettacolo di burattini “a guanto” in baracca, ispirato al repertorio del teatro popolare dei burattini.
Un genere di spettacolo rivolto al pubblico di ogni età, ove si narravano vicende e storie con temi semplici ed essenziali, legati alla vita quotidiana e al conflitto primi-genio tra il Bene e il Male; i protagonisti di queste storie erano abitualmente le “maschere” derivate dalla Commedia dell’Arte.
“Pirù, Pirù” vuole essere un omaggio a questa tradizione e nel protagonista Pirù si possono ritrovare i caratteri fondamentali comuni alle principali maschere del teatro europeo di burattini, Pulcinella, Punch, Polichinelle, Petruska, Kaspar, personaggi che incarnano la sensibilità, l’ironia, certa furbizia e acutezza d’ingegno ed il cinismo distaccato della gente semplice di fronte ai problemi dell’esistenza.

Una Fiaba in ombra
Teatro Ombria (Firenze)
Dalle celebri melodie del balletto composto da Pëtr Il’i? ?ajkovskij nel 1890 prende spunto questa versione inconsueta della Bella Addormentata. Spettacolo d’ombre nel quale Teatrombria esplora contemporaneamente la fiaba e la partitura musicale.
Lo spazio teatrale, un piccolo teatrino bianco, sembra ora espandersi ora ridursi, ora incupirsi ora diventare solare. Si caratterizza insieme ai personaggi della fiaba e alle situazioni. Gli avvenimenti: la nascita, il maleficio, l’incantesimo ed infine il bacio si susseguono in un gioco onirico che conduce lo spettatore in un raccontare dimentico degli usuali termini narrativi.
Nella vivacità dei ritmi, nella ricchezza delle melodie, le ombre si dilatano, acquistano corpo diventano materia al di là dei confini dello schermo, creando forti suggestioni nello spettatore.

La Mosca
Jose Benavente (Spagna)
Una storia altro che particolare, raccontata in una forma alquanto originale, senza parole, solo con suoni, rumori e con tutto ciò che la natura ci ha dotato, che gira per le piazze e le strade, animando e colpendo in mezzo al cuore, i passanti e i viandanti. La storia narrata dai personaggi è una storia di tutti i giorni, dove i protagonisti agiscono mossi da sentimenti, bisogni che sono reali, dove il confine tra il reale e l’irreale non è poi così netto, ma resta sfumato grazie al racconta-storie.

Il teatro di gelsomina
Lucia Osellieri (Padova)
Il Teatrino di Gelsomina è in primo luogo un contenitore: una sorta di castelletto dei burattini, ma dentro e fuori da esso prendono vita tutte storie che hanno come protagonisti gli gnomi: furbi e leggendari, grandi o piccolissimi, conquistatori di spazi immaginari della mente e saggi ricercatori del cuore delle cose. Strappano sorrisi ai grandi, affascinano il pubblico dei piccoli e con la solidarietà del pubblico, le bastonate, le risate, il divertimento è assicurato. Del resto: la strega, il nano, la pozione magica, il drago, gli scherzi…non diciamo niente, per lasciarvi la sorpresa.

Welcome
Immaginarioteatro (Spagna)
La strada, una fisarmonica, la pioggia… uno spazzino e una vagabonda, che dorme in una valigia piena di ricordi. Un incontro, farfalle che prendono vita e volano verso il cielo danzando con le note di una vecchia fisarmonica, momenti magici che cambieranno la loro vita. Danzare, volare, amare. Una visione poetica di due abitanti della strada, che si incontrano e scontrano nella quotidianità della giornata, una storia semplice uno spettacolo per piangere e ridere della bellezza della vita.

R 4 fuga per la libertà
Nani Rossi
Corpi speciali. Massima sicurezza e tutela dell’ordine: due agenti, nome in codice Chesterfield e Wellington, impegnati in una complicata missione: il trasferimento di un pericoloso criminale da un carcere a un altro.
Riusciranno i nostri eroi nell’ardita impresa? Difficile dare una risposta certa, perché la strada – come sempre  – è piena di sorprese. Forse l’auto che gli è stata affidata per la missione non è nel migliore stato, e forse anche loro non sono i migliori agenti speciali sul mercato, o forse non sono nemmeno agenti speciali: speciali di sicuro, ma non come responsabili dell’ordine pubblico…
Così, tra imprevisti voluti e non, acrobazie, gags, virtuosismi tecnici e INCONTRI ravvicinati con il pubblico, i nostri agenti speciali cercheranno di fare tutto il possibile per tenere la situazione sotto controllo e raggiungere l’obiettivo sperato. Ma, nonostante i loro sforzi, l’effetto non sarà quello desiderato e tutti i tentativi di ristabilire l’ordine porteranno inevitabilmente al caos o per meglio dire ad un vero e proprio disordine pubblico.

Comico Round
Limen Teatro Castelleone (CR)
Lo spettacolo si apre con una danza. Tra passi a due, scherzi, incidenti e passaggi acrobatici, i due personaggi riveleranno da subito il loro profilo clownesco: chi si incanterà nel bel mezzo della coreografia verrà risvegliato a suon di schiaffi, chi perderà la testa per un giovane in prima fila declamerà versi di Shakespeare a sproposito. D’un tratto un urlo. Come può lo spettacolo continuare senza la vecchia valigia? Chi è stato a dimenticarla? Nessuno, è semplicemente adagiata in un angolo della scena e presto diverrà oggetto di contesa.

Laboratori creativi, il Ludobus e animazioni

Domenica 7 Settembre

Ingresso € 5 – gratuito per i bambini sotto il metro di altezza

dalle ore 15.00 alle 20.00

La bottega di Geppetto
Compagnia Fantulin (Fienze)
Laboratorio di costruzione di giocattoli e sculture in legno recuperato. Immagina un furgoncino carico di legno recuperato… Immagina di poter scegliere tra i pezzettini di legno sagomato quelli che più ti piacciono… Immagina di costruirti con questi un giocattolo o una scultura…. Immagina di avere a tua disposizione tanti piccoli attrezzi da falegname e come Mastro Geppetto, di dare vita alla tua creazione…

La cicletta dee sbrombioe
Serenissimi Giullari (Padova)
Il sapore degli antichi mestieri, l’accompagnamento musicale, la magia delle bolle di sapone, l’imprevedibilità di un mezzo che arriva alle persone ed un artista che gioca con la gente.

Giragiocamondo
La casa degli gnomi (Padova)
È una sorta di castelletto dei burattini, ma dentro e fuori da esso prendono vita tutte storie che hanno come protagonisti gli gnomi: furbi e leggendari, grandi o piccolissimi, conquistatori di spazi immaginari della mente e saggi ricercatori del cuore delle cose. Del mitico Santosh – giocoliere non diciamo niente, per lasciarvi la sorpresa! Strappano sorrisi ai grandi, affascinano il pubblico dei piccoli con la solidarietà del pubblico, le bastonate, le risate, il divertimento è assicurato.

MusicalBus
Associazione Uscita Ausweg (Bolzano)
È un laboratorio che porta il suono e la musica dove solitamente non sono, ovvero in strade, parchi, cortili, piazze, cioè nei luoghi del vivere sociale e che rende accessibile a curiosi ed esperti, neofiti e passanti un contesto di incontro e scambio incentrato sulla scoperta e sull’uso degli strumenti musicali. Un’occasione rivolta a chiunque desideri improvvisare uno spazio di libertà attraverso la pratica del “far musica”, dai bambini agli adulti. un ampio strumentario è a disposizione per sperimentare la ricchezza dei suoni, per divertirsi con spontaneità.

Mas que nada
Adrian Bandirali (Argentina)
Adrian Bandirali è un burattinaio dei più innovativi da 25 anni, il suo spettacolo è un contenitore di storie che man mano si completano. Pezzi brevi, poetici, ironici, a volte duri, che costringono ad una risata dapprima liberatoria ed infine drammaticamente riflessiva. Mas que nada (“più di niente”) è uno spettacolo divertente e intelligente. Per tutti i tipi di pubblico, grandi e bambini troveranno una buona ragione per restare.

Arlecchino innamorato
Salvador Puche (Spagna)

Dopo una lunga attesa da fidanzati, Arlecchino ha un appuntamento quel pomeriggio per ricevere il primo bacio della sua bella fidanzata, Colombina. Persecuzioni, trasformazioni, trucchi e bastonate, come nel più classico spettacolo di burattini, trasportano il pubblico in una storia semplice e divertente. I burattini avranno bisogno della partecipazione del pubblico per cercare di ottenere un lieto fine.

Bubble show
Gambeinspalla teatro (Forlì)

Spettacolo fantastico, ricco di gag comiche e trasformismo. Uno spettacolo che tiene i bambini con il naso in su ed i grandi a bocca aperta, attenti all’attore mimo nelle sue evoluzioni, con bolle di tutti i tipi e dimensioni, fatte con attrezzi originali e vari. Bolle piccole, grandi, ENORMI… A grappoliiii.

Il circo delle Marionette
Toni Zafra (Spagna)
“Qvántum – Il circo delle marionette” della Compagnia Teatro de Marionetas Zafra è uno spettacolo per un pubblico di tutte le età, realizzato con la tecnica della marionetta a filo. Non un circo con tendone, pista e cavalli, bensì un circo di figure in miniatura tirate da fili: Lilit che cammina sulla corda, Dun-Dun, l’uomo proiettile, Manolita Bocanegra campionessa di sollevamento pesi e molti altri ancora…Numeri musicali e parlati in cui Toni Zafra e Nadia Imperio manipolano a vista, mostrando la tecnica di manipolazione delle figure di legno. L’alternanza di momenti di poesia e comicità rende queste “piccole creature quasi fatte di pasta umana” dei personaggi sorprendentemente vivi sulla scena.

Welcome
Immaginarioteatro (Spagna)

La strada, una fisarmonica, la pioggia… uno spazzino e una vagabonda, che dorme in una valigia piena di ricordi. Un incontro, farfalle che prendono vita e volano verso il cielo danzando con le note di una vecchia fisarmonica, momenti magici che cambieranno la loro vita. Danzare, volare, amare. una visione poetica di due abitanti della strada, che si incontrano e scontrano nella quotidianità della giornata, una storia semplice uno spettacolo per piangere e ridere della bellezza della vita.

Comico Round
Limen Teatro Castelleone (CR)

Lo spettacolo si apre con una danza. Tra passi a due, scherzi, incidenti e passaggi acrobatici, i due personaggi riveleranno da subito il loro profilo clownesco: chi si incanterà nel bel mezzo della coreografia verrà risvegliato a suon di schiaffi, chi perderà la testa per un giovane in prima fila declamerà versi di Shakespeare a sproposito. D’un tratto un urlo. Come può lo spettacolo continuare senza la vecchia valigia? Chi è stato a dimenticarla? Nessuno, è semplicemente adagiata in un angolo della scena e presto diverrà oggetto di contesa.

Laboratori creativi, animazioni e…. una sopresa per i bambini!!!

Info:
Comune di Colle Umberto tel 0438 39775 cell. 347 2788342
Programma completo su www.comune.colle-umberto.tv.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.