Serge Latouche ospite negli spazi Bomben di Treviso

Serge Latouche

La Fondazione Benetton Studi Ricerche ospita, martedì 10 e mercoledì 11 febbraio 2015, l’economista e filosofo francese Serge Latouche, il principale promotore dell’idea di decrescita.

Latouche sarà protagonista martedì 10 febbraio alle ore 21, nell’auditorium degli spazi Bomben di Treviso, di un incontro aperto al pubblico. La mattina successiva incontrerà un centinaio di studenti provenienti da istituti scolastici veneti e friulani per una lezione-conferenza nell’ambito progetto e concorso nazionale rivolto alle scuole Articolo 9 della Costituzione, organizzato dalla Fondazione insieme ai Ministeri dell’Istruzione e dei Beni culturali. La lezione sarà trasmessa in streaming nel sito: www.articolo9dellacostituzione.it

Il concetto di decrescita è relativamente nuovo. Il termine stesso «decrescita», riattualizzato nel 2001 per denunciare l’impostura dello sviluppo senza fine, è spesso provocatorio. Si tratta di mettere l’accento sull’urgenza di una constatazione: una crescita infinita della produzione e del consumo materiali non sono sostenibili in un mondo finito di risorse.

Dietro a questa idea di decrescita c’è, tuttavia, più di una provocazione. Una riflessione e un pensiero sono infatti in corso di elaborazione. In uno sforzo di ricerca collettivo, basato tanto sull’economia quanto sulla filosofia, la storia o la sociologia, intellettuali e accademici in tutto il mondo cercano di portare alla luce i principi e i contorni della società dell’abbondanza frugale alla quale aspirano.

All’incontro interverranno anche Marco Aime, antropologo e scrittore, docente di Antropologia Culturale presso l’Università di Genova, e Paolo Scroccaro, Associazione Eco Filosofica di Treviso.

Serge Latouche (12 gennaio 1940, Vannes) è un economista e filosofo francese; è professore emerito in Scienze economiche all’Università di Paris-Sud (Orsay) e all’Institut d’études du devoloppement économique et social (IEDES) di Parigi. È il principale promotore dell’idea di decrescita. Ha criticato l’idea di sviluppo e le nozioni di razionalità ed efficacia economica, rivendicando la liberazione della società occidentale dalla dimensione universale economicista.

In Italia sono stati pubblicati molti dei suoi scritti, tra cui per Bollati Boringhieri: L’occidentalizzazione del mondo (1992), La megamacchina (1995), La sfida di Minerva (2000), Il ritorno dell’etnocentrismo (2003), Come sopravvivere allo sviluppo (2005), Breve trattato sulla decrescita serena (2008), Come si esce dalla società dei consumi. Corsi e percorsi della decrescita (2011), Per un’abbondanza frugale. Malintesi e controversie sulla decrescita (2012). Per Feltrinelli: La scommessa della decrescita (2007).

Ingresso libero.
Auditorium spazi Bomben, Fondazione Benetton Studi Ricerche, via Cornarotta 7, Treviso.
Per informazioni: Fondazione Benetton Studi Ricerche, tel. 0422.5121, www.fbsr.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.