Giocare con la musica per attivare linguaggi non verbali nei diversamente abili

Giovedì 2 aprile ore 11 al “Manzato” di Treviso il linguaggio non verbale della musica a sostegno di bambini e adulti diversamente abili. I sorprendenti risultati di una sperimentazione unica in Italia. Giocare con la musica per attivare linguaggi non verbali nei diversamente abili. Lo ha proposta ad un gruppo di adulti con difficoltà cognitive l’Associazione Musicale “Manzato”, con il sostegno di Inner Wheel Treviso.

E i risultati di questa sperimentazione – unica in Italia – sono stati sorprendenti: il laboratorio musicale-espressivo proposto ad un gruppo di 24 adulti ospiti del Centro Diurno e della Comunità Alloggio “La Cascina” di Paese ha, infatti, “rafforzato in noi la convinzione che le metodiche impiegate per i bambini in età prescolare sono perfettamente adattabili a soggetti anche adulti, che abbiano un livello cognitivo pressoché assimilabile”, come evidenzia Giovanni Carmignola, presidente dell’Associazione “Manzato”, chirurgo pediatra di chiara fama.

E’ sempre Carmignola che spiega: “Il progetto, elaborato dalle nostre docenti Erica Benatti e Debora Giacomelli, e sostenuto subito con grande entusiasmo da Laura Rossi Alexandre, presidente di Inner Wheel Treviso, è stato inizialmente ideato per i bambini con Sindrome di Down per verificare se possono frequentare i corsi di propedeutica musicale assieme a tutti gli altri bambini non affetti da SD. Successivamente abbiamo deciso di sdoppiare la sperimentazione e abbiamo anzitutto avviato un corso per diversamente abili con difficoltà cognitive, che ha dato risultati sorprendenti, che desideriamo condividere con gli interessati giovedì 2 aprile alle 11, con un breve saggio musicale realizzato dagli allievi a conclusione del corso”.

Oltre a breve appuntamento musicale, l’Ass. Manzato e Inner Wheel Treviso presenteranno sia i risultati di questa sperimentazione didattica e l’inizio del prossimo corso dedicato ai bambini, che inizierà in giugno sotto forma di periodo intensivo di “campus”.
L’appuntamento è a ingresso libero e gratuito.

Info per la Stampa: Marina Grasso – cell. 335.8223010

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.