Convento di San Francesco: Concerto aperitivo con il Conservatorio Tomadini

Tubaro-Gloria

Il programma del concerto aperitivo dell’Estate in Città di domenica 16 agosto (ore 11, Convento di San Francesco) a cura del Conservatorio di Udine è interamente dedicato a flauto (strumento molto amato dalla cultura musicale francese otto e novecentesca) e pianoforte, e rappresenta una panoramica pressoché completa di quell’intensa stagione francese che dal simbolismo e dall’impressionismo della Parigi di fine secolo (Mouquet) arriva al virtuosismo ancora legato al colorismo tardo-impressionistico (a cui rimase fedele l’ambiente del Conservatorio di Parigi) di Bozza e infine alle due grandi personalità del Novecento francese, Dutilleux (la Sonatina è del 1943) e Messiaen (la pagina, più che evocativa, è scientificamente basata sulle inflessioni melodiche e ritmiche del canto del merlo, ed è stata scritta nel 1951).

La Sonata di Poulenc, ultimata nel 1957, fa storia a sé e fa parte dell’amatissima trilogia di Sonate, per flauto, clarinetto e oboe, scritte negli ultimi anni e dedicate alla memoria di amici recentemente scomparsi, in questo caso la mecenate americana Elisabeth Sprague Coolidge. Il linguaggio di Poulenc è tra i prediletti dagli strumentisti a fiato in particolare; nobiltà e raffinatezza melodica, lucidissimo senso formale, atmosfere elegiache e malinconiche e, in questa Sonata, citazioni dall’opera lirica che in quegli anni l’autore stava terminando per La Scala di Milano, “I dialoghi delle carmelitane”. Interprete, al flauto, è un giovane talento pordenonese, Enrico Coden (classe 1994) che ha iniziato lo studio del lo strumento con Enrico De Val alla Scuola di Musica «Salvador Gandino» di Porcia, iscrivendosi poi al Conservatorio «Jacopo Tomadini» di Udine dove ha conseguito il diploma di I livello col massimo dei voti e la lode sotto la guida del prof. Giorgio Marcossi. Ha vinto diversi premi e borse di studio in concorsi provinciali, nazionali e internazionali (Fondazione Baschiera-Tallon, Città di Piove di Sacco, Città di Omegna).

Ha suonato in numerose manifestazioni in Italia e all’estero (fra questi Udine Contemporanea e Biennale di Venezia). Collabora, inoltre, con diversi gruppi cameristici e orchestrali in qualità di flauto e ottavino, fra cui l’Ensemble «Ouessant» (di cui è cofondatore), l’Orchestra «Naonis» e l’Orchestra «Classica Viva». Ha seguito masterclass con Giorgio di Giorgi, Giampaolo Pretto e Mario Caroli. Ha registrato per la RAI. Attualmente insegna in qualità di assistente ai docenti di Flauto al Conservatorio di Udine. Al pianoforte Daniele Russo, diplomato al Conservatorio di Udine. Suona in diverse formazioni cameristiche e ha esperienza come accompagnatore di cantanti lirici. Nel 2006 ha frequentato per un semestre i corsi di pianoforte e musica da camera all’accademia di stato lettone, a Riga, grazie a una borsa di studio Erasmus. Dal 2010 fa parte dell’ensemble «Piano Twelve», un’orchestra di 12 pianoforti con la quale si è esibito in diversi teatri e piazze, a Udine, Milano, Bologna, Gorizia e Lugano. Nel 2011 ha partecipato a una produzione della FVG – Mitteleuropa Orchestra. Dal 2013 suona stabilmente con il Quartetto di Udine, con cui ha frequentato i corsi del Trio di Parma e masterclass con Simone Gramaglia (Quartetto di Cremona) e Leszek Brodowski, esibendosi in diversi concerti a Trieste e Rovigno. Al Conservatorio di Udine è titolare di una borsa di studio come pianista accompagnatore.

Clelia Delponte

Ufficio stampa Estate in Città

0434/392924 347/0349679

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.