Stagione concertistica «Gorizia Classica 2015/2016»

Cristina Cristancig

Ritorna con l’arrivo dell’autunno la stagione concertistica «Gorizia Classica», giunta alla “maggiore età”, cioè alla sua diciottesima edizione, ormai diventata un punto di riferimento nella programmazione musicale cittadina dedicata alla produzione cameristica.

Il cartellone è curato come sempre dall’Associazione “Musica Aperta” di Gorizia, ed è stato realizzato grazie al fondamentale contributo della Fondazione «Cassa di Risparmio di Gorizia», alla Provincia e i Musei Provinciali di Gorizia, affiancati dagli altri Enti patrocinatori, quali la Regione Autonoma «Friuli Venezia Giulia», il Comune di Gorizia e il Gruppo Carso Gorizia.

Come già da diversi anni i concerti di questo ciclo si terranno presso l’accogliente Sala Convegni dei Musei Provinciali di Gorizia, in Borgo Castello n. 13, ambiente raccolto ed elegante, arricchito dalla presenza di un pianoforte. Grazie alla preziosa collaborazione degli Enti patrocinatori e sovvenzionatori, sarà mantenuto l’ingresso è libero e gratuito per il pubblico, con accesso dalle ore 16.45 e inizio dei concerti alle 17.00 precise.

Il ciclo autunnale 2015 si svolgerà con cadenza settimanale, dal 24 ottobre al 28 novembre 2015, tutti i sabati pomeriggio, scelta che si rifà a consuetudini cittadine dei decenni scorsi, sempre gradita dagli spettatori che frequentano in modo assiduo e puntuale i concerti. Il cartellone è stato preparato come di consueto dal professor Giorgio Samar, presidente dell’Associazione «Musica Aperta», ideatore e curatore delle precedenti edizioni della stagione. È disponibile il libretto completo della stagione, che sarà inviato via mail in PDF a chi ne farà richiesta all’indirizzo di posta elettronica musica.aperta@alice.it.

La parte predominante in questo ciclo l’avrà la musica pianistica, con ampio spazio riservato anche ai repertori del Novecento; un concerto sarà dedicato a un caposaldo della musica barocca, e un appuntamento ospiterà un’interessante trasposizione pianistica di musiche corali. Saranno proposte solo composizioni originali per le formazioni impegnate, oppure trascrizioni ed elaborazioni d’autore, preferendo il valore della musica rispetto a quello dello spettacolo.

Il via ai concerti autunnali lo darà sabato 24 ottobre il soprano Siriana Zanolla, accompagnata al pianoforte da Cristina Cristancig, in quest’occasione anche in veste di compositrice. “Canto d’amore” è il titolo dato alla gradevolissima rassegna di romanze e canti proposti, comprendenti musiche di Tosti, Schumann, Massenet, Verdi, Strauss, Guastavino, Cristancig, Chaplin, Schubert e Piazzolla.

Sabato 31 ottobre tornerà a Gorizia il validissimo pianista milanese Riccardo Schwartz, apprezzato ospite di “Gorizia Classica” nel 2014. Proporrà un repertorio di grande impegno, con pagine di Albeniz, Beethoven e l’intero ciclo dei quattro Scherzi di Fryderyk Chopin.

Il concerto successivo, quello di sabato 7 novembre, offrirà al pubblico l’opportunità di ascoltare l’affascinante repertorio per flauto e pianoforte del “Fin de Siècle” francese, il periodo compreso fra gli ultimi decenni del XIX e l’inizio del XX secolo. Sarà eseguito dai musicisti triestini Tommaso Bisiak, al flauto e Aurora Sabia, al pianoforte.

Sabato 14 novembre sarà presente per la prima volta nel nostro cartellone il Trio formato da Clara Bensa, violino, Alessandro Sluga, violoncello e Renata Sacchi, pianoforte. Questo gruppo cameristico italo-sloveno eseguirà, sia in formazione di duo, sia di trio, musiche di Beethoven, Schumann e della concittadina Cecilia Seghizzi, compositrice, pittrice e didatta, che ha festeggiato in settembre il suo 107° compleanno.

Il noto pianista friulano Paolo Chiarandini tornerà a “Gorizia Classica” sabato 21 novembre, quando eseguirà un particolarissimo recital intitolato “Anime e lune”, rivisitando alcune pagine corali del compositore Marco Maiero, proponendole in un’originale versione pianistica che sarà presentata e animata dall’attore Massimo Somaglino.

Il ciclo concertistico invernale 2015 terminerà sabato 28 novembre, con la straordinaria esecuzione integrale di uno dei lavori fondamentali per strumento a tastiera: il Primo libro del “Das wohltemperierte Klavier”, Il Clavicembalo ben temperato BWV 846-869 di Johann Sebastian Bach. È una pagina monumentale, comprendente ventiquattro Preludi e Fughe, in tutte le dodici tonalità, nei modi Maggiore e minore, che sarà proposta da Alessio De Franzoni.

Complessivamente si tratta di un cartellone breve ma ben articolato e di grande interesse, scelto con l’intento di proporre alcuni aspetti degli affascinanti repertori che offre il vastissimo campo della musica pianistica e da camera, classica, romantica, moderna e contemporanea.

F.to Il presidente
Prof. Giorgio SAMAR

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.