Clara Bensa, Alessandro Sluga e Renata Sacchi ospiti a “Gorizia Classica”

Trio Bensa Sluga Sacchi

Il quarto appuntamento della rassegna si terrà Sabato 14 novembre, e ospiterà il trio italo sloveno formato dai musicisti Clara Bensa, violino, Alessandro Sluga, violoncello e Renata Sacchi, pianoforte.
Clara Bensa, goriziana di nascita, si è diplomata nel 1998 come privatista presso il Conservatorio “Giuseppe Tartini” di Trieste sotto la guida di Carlo Grandi, continuando poi gli studi con il M° Enzo Porta e a Klagenfurt con Saewon Suh.

Ha partecipato come effettiva alla Masterclass tenuta dal M° Giuliano Carmignola (1996) e ai Corsi di Perfezionamento tenuti dal M° Enzo Porta a Moneglia (2006 e 2007). Nel 2007 ha concluso con il massimo dei voti il biennio specialistico di violino – indirizzo interpretativo – presso il Conservatorio “Giuseppe Tartini” di Trieste nella classe del prof. Davide Amodio.

Ha frequentato, come effettiva, vari corsi di musica da camera (Seminario Internazionale “Alpe Adria” 1999, Corso di musica da camera per archi e pianoforte a Scandiano – Reggio Emilia nel 1999), svolgendo attività concertistica in varie formazioni: in duo con pianoforte, trio con clarinetto, duo con violoncello, quartetto d’archi e trio con pianoforte. Ha partecipato da effettiva al Corso per professori d’orchestra organizzato dall’E.N.F.A.P. di Monfalcone nel 1999 e svolto un’intensa attività concertistica suonando nelle diverse orchestre della regione (Sinfonica del FVG, Orchestra da camera del FVG, Karmelos, Arsatelier, Opera Giocosa). Nel 2005 ha inoltre conseguito con 110 e lode la laurea di Filosofia presso l’Università degli studi di Trieste presentando una tesi su Adorno e la musica da camera.

Ha insegnato violino presso il Centro sloveno di educazione musicale “Emil Komel” a Gorizia dal 1999 al 2009, nella Scuola statale di musica di Nova Gorica (Slovenia) nel 2007-2008, scuola Pro Musica – Dobrovo dal 2007 al 2015. Dal 2015 è iscritta presso la lista dei Liberi professionisti culturali della Repubblica Slovena e continua l’attività d’insegnante di violino in proprio. Alessandro Sluga, ha intrapreso a cinque anni lo studio della viola da gamba presso la Glasbena Matica di Trieste nella classe di Musica barocca del prof. Miloš Pahor, come preparazione al Corso di violoncello. A dodici anni si è iscritto al Corso di violoncello nella medesima scuola nella classe del M° Reppini, sostituito successivamente dal M° Peter Filipcic. Sotto la sua guida si è diplomato nel 1996 come privatista al Conservatorio di Musica “Giuseppe Tartini” di Trieste.

Già durante gli studi ha frequentato corsi estivi e masterclasses tenuti da Hans Erik Deckert (Cello Academy – Steinfeld) e Menahem Meir (allievo di Diran Alexanian e Pablo Casals), del quale e diventato, per quanto riguarda gli elementi di tecnica violoncellistica casalsiana, assistente ai Corsi estivi di perfezionamento a Levico Terme (Trento) e a Vittorio Veneto (Treviso). Ha sostenuto diversi concorsi, fra i quali II premio al Concorso di “Giovani musicisti” a Ljubljana (Slovenia) e I premio al Concorso “Citta di Genova”. Dopo il diploma ha seguito il Corso annuale di violoncello tenuto dal M° Cristoph Henkel presso l’associazione “Musici Artis” di Duino. Subito dopo gli studi ha intrapreso la strada dell’insegnamento, lavorando nelle scuole di Nova Gorica, Sežana e Tolmino (Slovenia), al Centro sloveno di educazione musicale “Emil Komel” di Gorizia, alla scuola di musica di Farra d’Isonzo.

Ha suonato in diverse formazioni cameristiche e orchestrali nel FVG (Trio Forum Julii, Quartetto Isonzo, Cameristi Triestini, Karmelos Orchestra, Opera Giocosa, Orchestra da camera del FVG, Orchestra sinfonica del FVG, Orchestra Arsatelier, Orchestra Busoni, orchestra dell’A.Gi.Mus. e altre orchestre occasionali).
Nel 2000 si è iscritto al Biennio post-diploma del Conservatorio di Musica “Benedetto Marcello” di Venezia e successivamente si e trasferito al Biennio di specializzazione di II livello presso il Conservatorio “Giuseppe Tartini” di Trieste (M° Luca Fiorentini), dove ha conseguito il Diploma accademico di II livello nel 2007 con il massimo dei voti. È stato scelto come solista per il Concerto per violoncello e orchestra di Robert Schumann, all’inaugurazione dell’Anno Accademico 2006/2007.
Dopo il Biennio ha seguito il Corso di perfezionamento musicale presso l’Accademia di Alto perfezionamento musicale di Portogruaro sotto la guida di Enrico Bronzi e concluso la formazione pedagogico-andragogica abilitante presso l’Università del Litorale di Capodistria.

Attualmente svolge la funzione di vicedirettore e maestro di violoncello presso la Scuola di Musica di Nova Gorica (Slovenia) e di insegnante al Centro sloveno di educazione musicale “Emil Komel” di Gorizia.
Renata Sacchi, accanto a studi scientifici, ha conseguito il Diploma di Pianoforte presso il Conservatorio “Antonio Vivaldi” di Alessandria nel 1991. Si è successivamente perfezionata con Anita Porrini e Eli Perrotta, prima di entrare al Conservatorio di Berna, dove ha ottenuto il “Konzertdiplom” con Michael Studer, approfondendo l’accompagnamento strumentale, vocale e la musica da camera con James Alexander, Tomasz Herbut, Jörg Ewald Dähler e Siegfried Palm. Nell’ottobre 2005 , si è brillantemente diplomata al presso il Conservatorio “Benedetto Marcello” di Venezia, conseguendo la laurea di secondo livello in pianoforte.

Ha partecipato a Masterclasses con G. Ludwig, I. Gage, D. De Rosa e con il Trio Abegg. All’attività didattica, accosta da anni un’intensa attività concertistica, soprattutto in formazioni cameristiche (anche con la voce) oltre che da solista, che l’hanno portata a esibirsi in concerti in Italia, Svizzera e Germania. Dal 2011 si occupa di Metodo Jaques-Dalcroze, formandosi come insegnante.
Attualmente insegna presso il Liceo Musicale “Piero Gobetti” di Omegna (Verbania) “esecuzione e interpretazione strumentale” (pianoforte) e “laboratorio di musica di insieme”.

Molto interessante e vario il programma proposto dai tre musicisti, Clara Bensa, goriziana e Alessandro Sluga, triestino, entrambi residenti nel Collio Sloveno e Renata Sacchi, lombarda di nascita e ora residente in Piemonte nel Verbano. La prima parte comprenderà pagine per duo, iniziando con la Sonata “La Primavera” op. 24 di Beethoven per violino e pianoforte, cui farà seguito la Fantasiestücke op. 73 di Schumann. La parte centrale sarà un omaggio alla concittadina Cecilia Seghizzi, compositrice, pittrice e didatta, che ha festeggiato in settembre il suo 107° compleanno: saranno eseguiti la Fantasia in tre movimenti per violoncello e pianoforte e la Canzonetta per violino e pianoforte. Il concerto sarà suggellato dal Trio “Gli Spettri”, op. 70, n. 1 di Beethoven.

Il concerto successivo vedrà il ritorno a “Gorizia Classica” del noto pianista friulano Paolo Chiarandini, che sabato 21 novembre eseguirà un particolarissimo recital intitolato “Anime e lune”, rivisitando numerose pagine corali del compositore Marco Maiero, proponendole in un’originale versione pianistica che sarà presentata e animata dall’attore Massimo Somaglino.=

F.to Il presidente

Prof. Giorgio SAMAR

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.