I Concerti del Centro Organistico Padovano

Concerti del Centro Organistico Padovano

I Concerti del Centro Organistico Padovano ultimo appuntamento, venerdì 27 maggio 2016, ore 21, al Santuario della Madonna Pellegrina (via d’Acquapendente 60-Padova), con l’Orchestra di Padova e del Veneto ed il Coro Santa Cecilia di Piazzola sul Brenta diretti dal M. Alex Betto con i solisti Stefania Fugolo (soprano), Cristiano Didonè (tenore) e Raffaele Ceccotto (Basso).

In programma una prima esecuzione per orchestra della Messa da Requiem per soli, coro a quattro voci miste e orchestra del compositore padovano Alberto Golfetto (1926-2013) che verrà eseguita in ricordo dei musicisti padovani Riccardo Drigo (1864-1930), Oreste Ravanello (1871-1938), Silvio Omizzolo (1905-1991), Mario Voltolina (1922-1992), Wolfango Dalla Vecchia (1923-1994), Alberto Golfetto (1926-2013).

I Concerti di maggio 2016 al Santuario della Madonna Pellegrina (via d’Acquapendente 60-Padova) sono organizzati dal Centro Organistico Padovano con il patrocinio del Comune di Padova, e quest’anno sono arrivati al trentesimo anno con 221 concerti, in 58 cicli (nei mesi di maggio e di ottobre).

Venerdì 27 maggio 2016, ore 21, il ciclo dei Concerti di Maggio 2016 si chiuderà con un’esecuzione intimamente legata alla Madonna Pellegrina: l’Orchestra di Padova e del Veneto e il coro Santa Cecilia di Piazzola sul Brenta proporranno la Messa da requiem di Alberto Golfetto (1926-2013), musicista e compositore padovano, fu direttore della “Schola Cantorum” del Santuario della Madonna Pellegrina dal 1964 al 1986 e venne nominato cittadino “benemerito” del Comune di Vigodarzere per la sua attività di musicista e compositore (2011).

La “Messa da Requiem” fu composta alla fine degli anni ’70 del secolo scorso, nell’edizione per “Soli, Coro a quattro voci miste ed Organo” e venne eseguita in prima assoluta il 1 novembre 1980 dalla “Schola Cantorum” del Santuario della Madonna Pellegrina diretta dallo stesso autore e accompagnata all’organo dal maestro Pietro Ferrato.

Raccolse un consenso unanime e venne definita: “di alto livello”, “armoniosa e solenne struttura musicale” e per interessamento del Centro Organistico Padovano, venne rieseguita il 27 maggio 2011 dal “Coro Città di Piazzola sul Brenta” diretto dal maestro Paolo Piana con il maestro Silvio Celeghin all’organo ed anche in questa occasione venne apprezzata “la maestosità dell’opera e la ricchezza del melodismo”.

Per il suo valore artistico-musicale, il maestro Alex Betto volle riprenderla e nel 2014 ne fece una versione per “Soli, Coro a quattro voci miste ed Orchestra” che verrà eseguita in questo concerto in prima esecuzione in ricordo dei Musicisti Padovani Riccardo Drigo (1864-1930), Oreste Ravanello (1871-1938), Silvio Omizzolo (1905-1991), Mario Voltolina (1922-1992),Wolfango Dalla Vecchia (1923-1994), Alberto Golfetto (1926-2013), tutti prestigiosi compositori in particolare di musica per organo.

A dirigere l’Orchestra di Padova e del Veneto ed il Coro Santa Cecilia di Piazzola sul Brenta sarà proprio il maestro Alex Betto, dalla poliedrica e vivace personalità musicale, che lo scorso anno ha debuttato nella direzione del Flauto magico, in collaborazione con il conservatorio di Vicenza e lo Iuav di Venezia.

Si esibiranno da solisti il soprano Stefania Fugolo, il tenore Cristiano Didonè e il basso Raffaele Ceccotto.

L’ingresso è libero e gratuito.

Per informazioni:

Centro Organistico Padovano: 049 685716
www.madonnapellegrina.it

Ufficio Stampa:
Studio PRP di Alessandra Canella
Via delle Belle Parti 17 – 35139 Padova
mob. (+39) 345 7154654
E-mail: ufficiostampa@studiopierrepi.it

www.studiopierrepi.it

Curricula

Orchestra di Padova e del Veneto

Fondata nell’ottobre 1966, si è affermata come una delle principali orchestre italiane nelle più prestigiose sedi concertistiche in Italia e all’estero.

È formata sulla base dell’organico del sinfonismo “classico”. Peter Maag – il grande interprete mozartiano – ne è stato il direttore principale dal 1983 al 2001. Alla direzione artistica si sono succeduti Claudio Scimone, Bruno Giuranna, Guido Turchi, Mario Brunello (direttore musicale, 2002-2003), Filippo Juvarra (Premio della Critica Musicale Italiana “Franco Abbiati” 2002). Nel settembre 2015 Marco Angius ha assunto l’incarico di Direttore musicale e artistico.

Nella sua lunga vita artistica l’Orchestra annovera collaborazioni con i nomi più insigni del concertismo internazionale tra i quali si ricordano S. Accardo, P. Anderszewski, M. Argerich, V. Ashkenazy, J. Barbirolli, Y. Bashmet, R. Buchbinder, M. Campanella, G. Carmignola, R. Chailly, C. Desderi, G. Gavazzeni, R. Goebel, N. Gutman, Z. Hamar, P. Herreweghe, A. Hewitt, C. Hogwood, L. Kavakos, T. Koopman, A. Lonquich, R. Lupu, M. Maisky, V. Mullova, A.S. Mutter, M. Perahia, I. Perlman, M. Quarta, J.P. Rampal, S. Richter, M. Rostropovich, H. Shelley, J. Starker, R. Stoltzman, H. Szeryng, U. Ughi, S. Vegh, K. Zimerman.

L’Orchestra è l’unica Istituzione Concertistico – Orchestrale (I.C.O.) operante nel Veneto e realizza circa 120 tra concerti e recite d’opera ogni anno, con una propria stagione a Padova, concerti in Regione, in Italia per le maggiori Società di concerti e Festival. Nelle ultime Stagioni si è distinta anche nel repertorio operistico, riscuotendo unanimi apprezzamenti in diversi allestimenti di Don Giovanni, Le nozze di Figaro e Così fan tutte di Mozart, Il barbiere di Siviglia, Il turco in Italia e Il Signor Bruschino di Rossini, L’elisir d’amore, Don Pasquale e Lucrezia Borgia di Donizetti, Rigoletto di Verdi, La voix humaine di Poulenc e Il telefono di Menotti.

A partire dal 1987 l’Orchestra ha intrapreso una vastissima attività discografica realizzando oltre cinquanta incisioni per le più importanti etichette. Tra le pubblicazioni più recenti l’Arte della fuga di Bach/Scherchen diretta da M. Angius (Stradivarius), Vivaldi Seasons and Mid-Seasons con S. Tchakerian e P. Tonolo (Decca), Sinfonie e

concerti di Pleyel e Vanhal con L. Bizzozero e S. Bohren (Sony), la Passione di Gesù Cristo di Paër diretta da S. Balestracci (cpo), i Concerti per violoncello di Haydn e Wranitzky con E. Bronzi solista e direttore (Concerto).

L’Orchestra di Padova e del Veneto è sostenuta da Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione del Veneto e Comune di Padova.

Coro Città di Piazzola sul Brenta

Il “Coro Città di Piazzola sul Brenta” si costituisce nel 1993 sotto la direzione del maestro Paolo Piana.

La vocalità e la fusione delle voci, caratteristiche che lo contraddistinguono, sono unanimemente riconosciute da giurie ed esperti ed hanno consentito al coro di raggiungere, in pochi anni, i più alti vertici di merito per una formazione non professionistica, come dimostrano i numerosi premi vinti in concorsi e rassegne nazionali ed internazionali.

L’ampio repertorio del coro spazia in tutti i periodi musicali, dal Canto Gregoriano, al quale è tuttora dedicata particolare attenzione, al rinascimento, ai numerosi autori e opere dell’epoca barocca, al periodo romantico, fino alla musica moderna e contemporanea.

Tra le opere più significative si ricordano la Missa Papae Marcelli di G.P. da Palestrina, lo Jephte di G. Carissimi, Kyrie, Gloria, Credo, Lauda Jerusalem di A. Vivaldi, Dixit Dominus e Messiah di G.F. Händel, Requiem di G. Faurè, Requiem e Grande Messa in Do min. di W.A. Mozart, Caecilienmesse e Theresienmesse di J. Haydn, Messa in Do magg. di L. van Beethoven, Oratorio di Natale di J.S. Bach, Petite Messe Solennelle di G. Rossini, in collaborazione con grandi orchestre, tra le quali “I Cameristi del Gran Teatro La Fenice”, “l’Orchestra dell’Accademia di San Giorgio di Venezia”, “L’Orchestra Giovanni Legrenzi di Montebelluna” e solisti affermati.

Ha recentemente eseguito il Requiem di G. Verdi con l’orchestra “I Filarmonici di Trento”, unitamente al “Chor der Friedenskirche” e alla “Kammerorchester St. Pauli” di Amburgo (D).

Dal 2010 il coro collabora con la “Fondazione G.E. Ghirardi” all’organizzazione della “Festa della Musica Attiva” presso Villa Contarini a Piazzola sul Brenta, della quale il maestro Paolo Piana è Direttore Artistico.

Alex Betto, direttore d’orchestra

Laureato con il massimo dei voti al Conservatorio “A. Pedrollo” in Pianoforte con il M° Zancan Dall’Alba, e in Direzione d’Orchestra con il M° Andretta, affronta lo studio della composizione e dell’orchestrazione con il M° Valtinoni e del clavicembalo con i M. Zanovello e Loreggian.

Approfondisce lo studio della direzione con i M. Gelmetti e Caldi sostenendo un seminario su opera lirica e repertorio sinfonico con il M° Renzetti.

Nel 2008 si laurea in Ingegneria Meccanica. Ottiene ottimi risultati come solista e accompagnatore in numerosi concorsi. Già docente di Pianoforte e Teoria e Solfeggio all’Accademia Filarmonica di Camposampiero, dal 2012 coordina e insegna pianoforte presso la Società Filarmonica di San Pietro Engù, da lui fondata. Ha collaborato con le

classi dei Mi Bertagnin, e Balboni, ed è stato assistente dei Mi Buganza e Zancan Dall’Alba. Accompagnatore e corista del Coro Città di Piazzola sul Brenta, diretto dal M° Piana, ha vinto numerosi concorsi nazionali ed internazionali. Nel 2008 fonda l’ensemble Resonare Fibris e, nel 2014, l’Associazione culturale P. e F. Contarini e orchestrAprogetto, di cui è direttore, compagine nella quale suonano prime parti di rinomate orchestre nazionali. Ha fondato e dirige dal 2015 l’ensemble vocale maschile Mantegna Consort, è direttore principale dell’orchestra La Fraglia dei Musici ed è direttore artistico e musicale della Filarmonica Aponense. Organizza eventi musicali e collabora, tra le altre, con la Fondazione G. E. Ghirardi – Villa Contarini di Piazzola

sul Brenta e la Villa Foscarini-Rossi di Strà. Ha diretto: Orchestra di Padova e del Veneto, Orchestra del Teatro Olimpico, orchestrAprogetto, Vocalia Ensemble, Orchestra Bulgaria Classic, La Pifarescha, Umbra Lucis, Orchestra Nazionale Artes, e vari ensemble dei Conservatori Veneti fra i quali la Wind Band del Conservatorio di Vicenza per Tva Vicenza. Ha diretto molte prime assolute del M° Valtinoni, del M° Andreuccetti (registrato per la RSI), del M° Pedrollo e del M° Giacomazzo.

Nel 2015 ha debuttato nella direzione dell’opera Flauto Magico, in collaborazione con Conservatorio di Vicenza e Iuav di Venezia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.