Anomale Architetture Aliene: “performance” interattiva alla Giudecca (VE)

Anomale architetture aliene

SILOS associazione culturale ARTE.MUSICA.ARCHITETTURA si propone con una “performance” interattiva, dove pubblico e opere convivono e determinano la parte anomala e aliena delle architetture proposte. Anomale e Aliene! . . . e vorrebbero essere significative per una diversa lettura della architettura, di quella che viviamo giorno per giorno e alla quale si dedica poco tempo di “riflessione” . . . vivendola, spesso, da inconsapevoli!.

Le opere esposte tentano di indicare, nella loro essenza, un differente approccio all’esistente costruito, al tekton, stimolando una lettura che coinvolga e renda valutabile la particolarita? esclusiva della “cosa” qualunque! Il percorso obbligato, le soste, le pause, le voci, le musiche e i silenzi sono gli elementi di un filo conduttore che guida e lega tutti gli ”interventi” presenti, attraverso il “tekton” del pensiero.

Dal design e architetture “canoniche”, alla poesia, all’immagine e a musiche contemporanee (che “ricostruiscono” nel sonoro l’architettura del quotidiano), inseguendo l’idea base di riconoscere ruolo di “architettura”, anche a elementi del costruito non appartenenti all’edilizia.

Sono gli elementi di una “architettura” diversa, aliena, appunto! anomala, appunto!, ma che contribuisce a definire forme e spazi a stregua di edifici e impianti urbani! Durante una tavola rotonda il maestro Vittorio Gregotti, con puntuale spirito critico, defini? il ruolo dell’architetto “. . . un calligrafo del territorio!”.

Indubbiamente dovrebbe essere questo il suo ruolo e non solo quello “stellare” delle grandi opere che troppo spesso divengono, inconsapevolmente, oggetto di “ispirazione” per l’architettura del quotidiano, deviandone il significato e proponendosi sul territorio in modi e fattezze inadeguati e, troppo spesso, imbarazzanti.

“Calligrafi” del pensiero, nel “cogliere” il vissuto dell’architettura, i 21 artisti che hanno aderito a questa iniziativa! Come in altre occasioni, per la cura di questo evento, SILOS ha potuto godere del generoso supporto culturale di Massimo Dona?, Italo Zannier e Umberto Zampini.

Dalla fotografia alla musica, dalla pittura al design e al progetto architettonico . . . per una nuova e diversa consapevolezza! Paolo della Corte / Luigi e Giovanni Di Vito / Giancarlo Fabbi / Davide Gabriele / Nicola Golea / Gerhard Krammer / Alberto Lasala / Paola Madormo / Cristina Maulini / Laura Mire? / Marco Nardini / Serena Nono / Andrea Tesauri / Raffaella Toffolo / Piero Viti / Umberto Zampini / Marino Zancanella / Giulio Zannier / Italo Zannier / Elisabetta Zanutto / Claudia Zuriato

Catalogo SILOS a cura di:
Massimo Dona?, Italo Zannier, Umberto Zampini
Un progetto realizzato grazie al contributo di :
Hilton Molino Stucky Banca Popolare Volksbank

SILOS, nel corso dei due anni dalla sua nascita, ha collaborato con Fondazioni Pubbliche e Private, Gallerie e Istituzioni italiane ed internazionali, ospitando, in anni diversi, la sede del Padiglione Ufficiale del Libano e del Galles (in occasione della Biennale Internazionale di Venezia).

SILOS, Associazione Culturale ARTE.MUSICA.ARCHITETTURA, si presenta al pubblico nel giugno 2014 con la grande performance “contro il buio” e, da questo successo, prende forza per
promuovere e progettare autonomamente altre importanti iniziative: dalle varie mostre dedicate alla fotografia e alla pittura, ai concerti di musica classica e contemporanea, alle videoproiezioni.

Ricordiamo, fra tutti gli eventi, la mostra: un ideale…manifesto! Manifesti di solidarieta? politica degli anni ’70, tratti dalla raccolta privata di Luigi Nono Promossa e ideata in collaborazione con la Fondazione Archivio Luigi Nono, l’esposizione si e? chiusa con un importante convegno: ARTE&politica, progettato e diretto da Massimo Dona? con l’intervento di Massimo Cacciari, Giulio Giorello e Francesco Valagussa. Dallo spazio SILOS, a Venezia, la mostra e? decollata a Lipsia e di seguito, fra marzo e maggio, in collaborazione con il MART e ARCI Trentino A.A., a Trento nella sede della Galleria Civica, rinnovando il grande successo di pubblico e stampa. Nel 2015 durante la Biennale Internazionale di Venezia ha collaborato con la Galleria Grossetti di Milano, ospitando e promuovendo la mostra Heart Modulation I, II, III

Venezia – dal 15 giugno al 17 luglio 2016
Anomale Architetture Aliene
SILOS
info@silosvenezia.eu
https://www.silosvenezia.eu
orario: da martedi’ a domenica ore 11-19.30
(possono variare, verificare sempre via telefono)
biglietti: ingresso libero
vernissage: 15 giugno 2016. 18.00

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.