Mostra di Vico Calabrò a Pieve d’Alpago (BL)

'Opera

Mostra di Vico Calabrò “Grafica e Pittura” presso il Palazzo Municipale a Pieve d’Alpago dal 22 ottobre al 27 novembre 2016. Originario del Bellunese ma residente da decenni in provincia di Vicenza, Calabrò è ritenuto il maggior esperto al mondo della tecnica dell’affresco.

Tra le innumerevoli mostre, seminari, convegni ed eventi organizzati in suo onore in tutto il mondo, ha fatto anche parte della commissione italo-giapponese per lo studio degli affreschi di Giotto nella Cappella degli Scrovegni a Padova. I suoi dipinti murali si trovano in Italia e all’estero. In campo incisorio si è formato nella stamperia Busato di Vicenza.

La genialità di Vico Calabrò consiste nella capacità di unificare spiritualmente valori della testimonianza e dell’invenzione. Perciò i temi dell’artista possono essere ispirati al mondo paesano (specialmente del mitico), che egli rappresenta in scenari e costumi reali e poetici, come da giochi simbolici ove la fantasia evade in creazioni sorridenti o in contemplazioni di magiche irrealtà. Palermitano da parte di padre e cadorino per la madre, in lui abitano i colori caldi del Mediterraneo, il respiro del mare e l’incanto delle montagne, il profumo delle spiagge e il silenzio delle vette, le ombre dei boschi. I racconti cadorini e i miti mediterranei ricorrono nelle opere di Calabrò, che ama raccontare storie, leggende, lavori, usi, tradizioni. Mescola il realismo con la poesia in uno stile che nel corso della sua formazione è diventato sempre più personale.

Giudicato dagli esperti uno dei più degni seguaci della pittura a fresco, la sua attività è poliedrica, unendo a cicli di affreschi, serie di litografie, insegnamento della pittura murale e della grafica, illustratore di libri, partecipazione a commissioni di studi e, come esperto di pittura a fresco, nelle scuole d’arte e centri cultura. È autore di dipinti murali in varie località italiane ed estere (Francia, Germania, Giappone, Olanda, Polonia e Brasile). Attualmente è responsabile di tre centri internazionali per lo studio del’affresco: la casa degli affreschi a Facen di Pedavena – Belluno, il laboratorio di affresco di Treglio – Chieti, e il Forum Adi Art di Lodz – Polonia. Nato ad Agordo nel 1938, vive ed opera a Caldogno.

Inaugurazione sabato 22 ottobre 2016 alle ore 17.00
intervento critico: Erminio Mazzucco
intermezzi musicali di Marta e Michela De Col al piano e violino

Orai di apertura della Mostra
dal lunedì al sabato 8-12 e 16-18
domenica e festivi 10-12 e 16-18.30

Info: 0437 478086
http://www.comune.pievedalpago.bl.it/web/pievealpago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.