Mostra di Giovanni Cavazzon presso la Biblioteca A.Zanzotto

Cavazzon

Venerdì 11 novembre 2016, ore 18 il m° Giovanni Cavazzon inaugura “Inchiostro e pennino – dedicato a San Liberale”. Nuova tappa dell’itinerario tra le biblioteche, una rassegna itinerante di grande fascino si inaugura a Treviso, nella Biblioteca Comunale, sede “A.Zanzotto” di via Giacomelli, dove il m° Giovanni Cavazzon propone opere realizzate con la tecnica dell’inchiostro su carta con utilizzo di pennino e stiloforo; la rassegna trova spazio nel suo luogo ideale, la biblioteca.

Questo percorso, avviato presso la Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze nel 2015 vanta un testimonial di eccezione, il dott.Gianfranco Aquila, presidente della Elmo e Montegrappa S.p.A. Per “Inchiostro e pennino” si è formato un comitato scientifico con personalità di altissimo valore; si tratta di Arnaldo Colasanti, Philippe Daverio e Maria Letizia Sebastiani. Nel volume monografico che raccoglie la documentazione di questa particolare esperienza è presente un intervento del prof.Franco Ferrarotti, il quale ha argutamente sottolineato un particolare che riguarda la grafia con il pennino e che davvero non deve essere trascurato: il suono. Dice: “Non scrivo. Parlo con la carta. Il gracchiare del pennino è un continuo sussurro sincopato”.

Come osserva Marco Menato, direttore della “Isontina”, “le biblioteche, negli ultimi anni, hanno subito così consistenti tagli nel loro già magri bilanci, che ne è stata forse per la prima volta messa in discussione la stessa esistenza e significato nei confronti di un futuro illusoriamente digitale e a portata di click. La prodigiosa inventiva di Giovanni Cavazzon ci insegna ancora una volta che la presenza umana non potrà mai essere soppiantata dagli apparati tecnologici, così come le biblioteche continueranno ad accompagnare gli uomini nel loro cammino verso la conoscenza.”

Infatti, il m° Cavazzon ci dimostra come questi mezzi, antichi come la scrittura, siano ancora vivi e vitali. Come scrive il dott.Aquila: “Una parte fondamentale della stilografica è il pennino, oggetto vivo, sensibile al fattore umano come l’ancia di uno strumento a fiato. Fluido come il respiro, l’inchiostro lascia la traccia precisa della nostra essenza; ecco allora che se noi leggiamo un manoscritto di Ernest Hemingway percepiamo lo stato d’animo vissuto nel momento della scrittura. Con il pennino si può anche disegnare e Giovanni Cavazzon ci mostra come il suo fare creativo, la sua umanità, si riversi – senza filtro alcuno, perché filtro non ci può essere – sulla pagina bianca e, di certo, a tale umanità egli aggiunge una rara e raffinata maestria nel segno.”

Queste le parole del maestro: “Per lungo tempo ho operato con la matita fino ad acquisirne ogni peculiarità; impadronitomi di una energica sicurezza nel segno, sono passato al più complesso uso del pennino. L’inchiostro non permette di cancellare ed obbliga ad una immediatezza di segno carico della rapidità d’esecuzione a tutto vantaggio della diretta comunicazione tra il pensiero e la realizzazione.”

Nell’àmbito della manifestazione Biblioteca Comunale, sede “A.Zanzotto” di Treviso presenterà (venerdì 2 dicembre, ore 18) la conferenza del m° Giovanni Cavazzon dal titolo “Personaggi di Tiziano e Picasso letti da un ritrattista d’oggi”.

I prossimi appuntamenti di “Inchiostro e pennino”: aprile 2017 alla Biblioteca Palatina di Parma e in settembre alla Biblioteca Angelica di Roma, la prima biblioteca europea che si aprì al pubblico.

Patrocini e Comitato d’Onore
per l’avvio presso la Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze (3 ottobre 2015)
PRESIDENZA DEL CONSIGLIO
MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITÀ CULTURALI
e/o per gli altri incontri alle biblioteche
R.Mattioli di Vasto (Chieti) (28 dicembre 2015)
Statale Isontina di Gorizia (8 aprile 2016)
A.Zanzotto di Treviso (11 novembre 2016)
Palatina di Parma (1 aprile 2017)
Angelica di Roma (5 settembre 2017)

REGIONI DEL VENETO, TOSCANA E FRIULI VENEZIA GIULIA
CITTÀ METROPOLITANA DI FIRENZE E PROVINCIA DI UDINE
COMUNI DI FIRENZE, GORIZIA, PARMA, TREVISO E UDINE
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI FIRENZE E DI UDINE
CLUB UNESCO DI FIRENZE, GORIZIA E UDINE
SOCIETÀ DANTE ALIGHIERI
FONDAZIONE CARIGO
SOCIETÀ VASTESE DI STORIA PATRIA

DARIO FRANCESCHINI Ministro dei Beni e delle attività Culturali e del Turismo

ENRICO ROSSI, DEBORA SERRACCHIANI Presidenti delle Regioni Toscana e Friuli Venezia Giulia

DARIO NARDELLA, ETTORE ROMOLI, GIOVANNI MANILDO, FURIO HONSELL, FRANCESCO MENNA Sindaci di Firenze, Gorizia, Treviso, Udine e Vasto

LAURA LEGA, ALESSIO GIUFFRIDA, VITTORIO ZAPPALORTO Prefetti di Treviso, Firenze e Udine

PIETRO FONTANINI Presidente della Provincia di Udine

MICHELE CARNEMOLLA, ALBERTO TESI, ALBERTO FELICE DE TONI Rettori delle Università degli Studi di Firenze e Udine

EMILIO LIPPI, MARIA LETIZIA SEBASTIANI, MARCO MENATO, IRMA PERROTTI, GRAZIA MARIA DE RUBEIS, FIAMMETTA TERLIZZI Direttori delle Biblioteche ospitanti

RENATA CAPRIA D’ARONCO già segretario nazionale della Federazione Nazionale dei Club e Centri Unesco

GEORG MEYR, VITTORIO GASPARRINI Presidenti dei Club Unesco di Udine e Firenze

GIANLUIGI CHIOZZA Presidente della Fondazione CariGo

GABRIELLA IZZI BENEDETTI Presidente della Società Vastese di Storia Patria

Ente promotore:
Associazione Culturale Liciniana

www.giovannicavazzon.it
www.liciniana.it
jo@giovannicavazzon.it
info 333 954.00.78

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.