Mostra di Paolo Guolo “Disegni 1963-2016”

Spazio Paraggi

Sabato 17 dicembre alle ore 18.00 verrà inauguarata la tanto attesa mostra di Paolo Guolo “Disegni 1963-2016”. Sarà possibile visitare la mostra fino a domenica 8 gennaio 2016. I disegni di nudo di Paolo Guolo sono l’esito maturo di una diuturna e caparbia ricerca condotta fino ad oggi nella misura di una concentrata solitudine e di cosciente discrezione. Si vuol dire che nel suo lavoro trascorre una qualità etica certamente estranea agli orizzonti dell’interessato e cinico mercato dell’arte.

Serietà di intenti e autenticità di agire sostanziano codesta esperienza disegnativa. L’intensità di tale testimonianza si rafforza del resto non solo perché il nudo è un vero e proprio genere non assimilabile ai contenuti imitativi della figurazione in generale, ma di più perché il disegno stesso nella sua accezione più sottile non si subordina in nulla ad altre tecniche esecutive.

La scelta del nudo rilancia la centralità del corpo umano, qui non già come plastica fisicità, magari con appendici realistiche, quanto si ripensa la figura come segno di infiniti possibili moti esistenziali, colti in essenziale purezza, capaci infine di proiettare intorno a sé, sul vuoto del mondo che è nitore del foglio, quell’ambiguità di senso che muta la forma definitiva in opera aperta.
Guolo intende ripristinare e rifondare il corpo, riscoprirlo per un bisogno di stringente dialogo, quello che oggi si traduce in silenzio e assenza. E il femminile allora sarà ricerca dell’altro da sé, sarà volontà di comprendere e riconoscere la diversità di cui tanto si parla ma così poco si pratica, sarà la riapertura di una dialettica organica capace di riattivare la vitalità e l’energia fascinosa e misteriosa dell’amore che è dei corpi e trascorre alle anime. Questi corpi raccontano la loro pienezza e solidità in forme tese ed elastiche. I corpi hanno ritrovato se stessi e con loro noi ci siamo ritrovati.

Luciano Speranzoni – 1998

Paolo Guolo è nato nel 1944 a Silea (Treviso).
Ha frequentato il Liceo Artistico e l’Accademia di Belle Arti a Venezia sotto la guida dello scultore Alberto Viani. Ha insegnato per molti anni disegno e scultura al Liceo Artistico di Treviso, città nella quale vive e lavora.

Per informazioni:
info@spazioparaggi.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.