I Concerti a Palazzo a Sacile: giovani sloveni protagonisti

Serata conclusiva della XI edizione della Rassegna Internazionale “I Concerti a Palazzo” a cura di ensemble Serenissima dedicata ai giovani talenti, venerdì 12 maggio alle 20.45 a Palazzo Ragazzoni a Sacile. La stagione – caratterizzata da un alto livello qualitativo con una cornice di pubblico particolarmente numerosa e realizzata col sostegno dell’Amministrazione comunale, della Provincia e della Regione Friuli Venezia Giulia assieme a diversi sponsor privati – si chiude con due quartetti di archi formati dagli studenti del Ginnasio artistico di Capodistria.

Prima in formazione di quartetto e poi in ottetto presenteranno brani di autori classici accanto a pagine interessanti di autori sloveni. Kaja Ladava, Tara Grilj (violini I), Lea Pangerc, Mihaela Bajec Peca (violini II), Ana Trebše, Nina Vrabec (viole), Vitan Košpenda e Ana Mittendorfer (violoncelli), proporranno i Balletti di Dolar, la Serenata Eine kleine Nachtmusik e il Quartetto n° 20 in Re maggiore di Mozart, il Quartetto d’archi in Re maggiore di Schubert e il brano Cingalin di Mihevc.

I giovani concertisti sono impegnati sia nello studio solistico dei loro strumenti che nell’Orchestra sinfonica della Scuola di musica Capodistria. Come solisti hanno partecipato a diversi concorsi nazionali Sloveni e si esibiscono in rassegne musicali organizzate dagli enti artistici Sloveni. Una delle materie importanti del loro percorso di studi è proprio la musica da camera, che dà agli studenti la possibilità di imparare moltissimo sull’interpretazione d’insieme e la musicalità. Entrambi i docenti di riferimento Žiga Cerar e Bogomir Petra? vantano un’importante carriera come musicisti da camera e cercano di infondere ai ragazzi l’entusiasmo dello suonare insieme. Unendo i due quartetti, hanno dato ai propri studenti un’ulteriore esperienza sonora affrontando il repertorio per ottetto d’archi, che non comprende solo composizioni di repertorio classico e contemporaneo colto, ma permette di spaziare nel genere pop, dimostrando così quanto sia versatile la sonorità degli archi.

Clelia Delponte 3470349679

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.