Figaro supereroe. L’opera a fumetti a Treviso

Figaro supereroe. L’opera a fumetti, La Fondazione Benetton e il Conservatorio di Castelfranco Veneto insegnano l’opera ai più piccoli. Bambini delle scuole primarie saranno i protagonisti dell’opera a fumetti Figaro supereroe, messa in scena martedì 30 maggio alle ore 9 e alle ore 11 negli spazi Bomben di Treviso della Fondazione Benetton Studi Ricerche.

Si conclude con questa rappresentazione il laboratorio sull’opera lirica per le scuole elementari, organizzato fra novembre 2016 e maggio 2017 dalla Fondazione Benetton Studi Ricerche e dal Conservatorio di musica “A. Steffani” di Castelfranco Veneto, su idea e con la collaborazione di Elena Filini, critico musicale; e con il coinvolgimento di Francesca Rizzato, illustratrice.

Il progetto, articolato in due laboratori – uno di disegno e uno di canto – sui personaggi dell’opera, è nato per cercare di avvicinare i più piccoli al teatro musicale. E, spiega Elena Filini «ci è sembrato che il modo più semplice per raccontare ai bambini la magia dell’opera lirica fosse quello di mettere i suoi protagonisti dentro un contenitore più semplice, facendo sognare i piccoli partecipanti con fumetti e cartoons ispirati a storie, personaggi, sentimenti capaci di rendere più comprensibile e significativo il linguaggio astratto della musica classica, che spesso risulta difficile e distante dall’esperienza sonora dei ragazzi di oggi».

I bambini coinvolti nel progetto sono circa duecento, provenienti dalle scuole primarie Gabelli e Tommaseo di Treviso e dalla scuola primaria di Alano di Piave. Ora saranno i protagonisti in scena di un “fumetto vivente”. Con loro quattro studenti e diplomati del Conservatorio di Castelfranco Veneto: il baritono Ma Rui, il basso Marton Kovacs, il soprano Fabiana Visentin e il mezzosoprano Silvia Alice
Gianolla che canteranno le più celebri arie d’opera scritte da Rossini, Paisiello e Mozart per il superbarbiere.

Figaro Supereroe è coordinato dalla classe di canto di Enrico Rinaldo; maestro accompagnatore, Romilda Beraldo; maestro del coro, Alberto Pelosin. «Un modo insolito per portare nuovo pubblico a teatro» commenta il direttore del Conservatorio di Castelfranco, Stefano Canazza «e un progetto con cui l’istituto consolida la sua attenzione verso Treviso, confermandosi il conservatorio di tutta la Provincia». Sottolinea Marco Tamaro, direttore della Fondazione Benetton Studi Ricerche «l’iniziativa,
nasce dalla nostra attenzione verso il mondo della scuola, che anche in questo caso ha reagito con entusiasmo alla nostra proposta che cerca di riavvicinare i giovani a repertori musicali che un tempo erano patrimonio culturale comune». Il progetto si inserisce nell’ambito di Oltre la scena, un cartellone di approfondimenti intorno ai quattro titoli d’opera allestiti al Teatro Comunale Mario Del Monaco nella stagione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.