Paolo Corsini suona al Podere dell’angelo jazz

Sarà il pianista Paolo Corsini, protagonista di Podere dell’Angelo jazz, sabato 30 settembre alle 21, celebrando ancora una volta il connubio tra buona musica e buona cucina. Corsini inizia prestissimo lo studio del pianoforte, sia classico che jazz (è allievo di Cesselli).

A 15 anni inizia a esibirsi dal vivo, con i primi gruppi jazz, funk e rock. Da subito si appassiona alla composizione, sperimentando la commistione tra suoni acustici e l’utilizzo della strumentazione elettronica. Frequenta nel 2004 i seminari di Siena Jazz con Stefano Battaglia e Franco D’Andrea e molti nomi importanti della scena jazz italiana. Si diploma al conservatorio di Trieste, sotto la guida del maestro Gianni Della Libera. Lavora con il sassofonista udinese Federico Missio, con il quale registra l’album “4+1”. E’ membro dell’Abbey Town Jazz Orchestra e del gruppo U.T. Gandhi Fearless Five, con il quale esplora il mondo del jazz-rock di Miles Davis, Joe Zawinul e dei Weather Report. In duo col contrabbassista Alessandro Turchet, lavora all’unificazione del linguaggio Be-Bop con le atmosfere del progressive inglese di metà anni 70. Si interessa alla musica improvvisata lavorando con diverse realtà del Veneto e del Friuli.

Dal 2010 è parte del gruppo “Funambolique… theatre jazz” proponendo un repertorio originale, di carattere “teatrale”, figurativo. Con loro e lo scrittore Wu Ming 1 pubblica l’album “Arzestula” nel 2011.? Dal 2011 suona in duo con la flautista Anna Maria Dalla Valle. Viene assoldato da Tommaso Cappellato nel 2012 per la costituzione del gruppo “Astral Travel” nel quale si cimenta nel repertorio “Spiritual Jazz”. Nel 2013 incide con Astral Travel l’album “Cosm’ethic”, pubblicato dall’etichetta inglese Jazz Re:Freshed. Sempre nel 2012 dà i natali al “Paolo Corsini Sextet” (con Anna Maria Dalla Valle, Mirko Cisilino, Filippo Orefice, Alessandro Turchet, Andrea Pivetta) per il quale trascrive e arrangia le colonne sonore di sei film noir per sestetto, per poi abbinarle dal vivo alla proiezione di alcune sequenze originali delle pellicole. Dal 2014 lavora intensamente con la formazione Squirrel Beats, nata dopo la pubblicazione dell’EP omonimo, proponendo una sintesi stilistica tra jazz e musica elettronica, partecipando a festival e trasmissioni radiofoniche sul territorio nazionale.

Clelia Delponte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.