ArtVerona 2017

La stagione delle grandi mostre apre con i Collateral della 13^ edizione di ArtVerona | Art Project Fair, che si tiene a Verona dal 13 al 16 ottobre e coinvolge gran parte delle istituzioni cittadine in progettualità che vedono la partecipazione di artisti internazionali.

Alla Galleria d’Arte Moderna A. Forti – Palazzo della Ragione è in programma dal 13 ottobre al 28 gennaio la mostra, ideata da Adriana Polveroni e co curata con Patrizia Nuzzo, Il mio corpo nel tempo. Lüthi, Ontani, Opalka che indaga il concetto del tempo e il suo disvelarsi nel corpo, attraverso i percorsi e le opere dei tre artisti.

Il susseguirsi delle immagini, nelle quali a volte con fatica si riconosce l’uomo odierno, rivela un percorso artistico di estrema coerenza e di grande fascino, dall’inizio fino ad oggi, ciascuno secondo il proprio linguaggio. Rigorosamente formale e quasi minimalista, nel caso di Opalka. Libero e con accenti ironici, che spazia dalla fotografia all’installazione per Lüthi. Quasi barocco, saturo di colori e volutamente citazionista per Ontani.

Iconofilia e iconoclastia sono i temi della mostra Iconoclash. Il conflitto delle immagini , al Museo di Castelvecchio dal 13 ottobre al 7 gennaio, curata da Antonio Grulli in collaborazione con i collezionisti Diego Bergamaschi e Marco Martini (Eddy Merckx), questo progetto, che vede 33 opere date in prestito da 21 collezionisti del Consorzio Collezionisti delle Pianure nato nei mesi scorsi con ArtVerona, intende mettere al centro la figura del collezionista, imprescindibile protagonista del sistema dell’arte, per proseguire il confronto già avviato nelle passate edizioni.

Una mostra che riflette sull’uso e le potenzialità dell’immagine, spesso negate, attraverso le opere di un gruppo di artisti, quali Jiri Kolar, Giulia Cenci, Matteo Rubbi, Mandla Reuter, Simon Sterling, Stefano Arienti, Mimmo Jodice, Alessandro di Pietro, Vincenzo Simone, Paolo Gioli, Fabio Mauri, Gianni Politi, Jesse Ash, Nicola Samorì, Ketty la Rocca, Davide Trabucco, in dialogo con le collezioni e gli spazi espositivi del Museo di Castelvecchio.

Ospite d’eccezione a Verona durante la fiera, sabato 14 ottobre alle 21.00, Daniel Spoerri con un Banchetto Palindromo , esclusiva cena-performance, organizzata in collaborazione con la Galleria Boxart di Verona (evento a pagamento e su prenotazione; massimo 100 posti) e patrocinato dal Comune di Verona.
L’evento propone la versione “palindroma” del banchetto, la più complicata da realizzare, di fatto concretizzatasi solo altre due volte nella carriera di Spoerri e mai in Italia. La cornice scelta è lo storico Palazzo dei Mutilati dove verrà inaugurata la sera stessa una mostra personale dell’artista dal titolo Riordinare il mondo, a cura di Marco Bazzini.

Non sono però soltanto i musei i luoghi deputati all’arte e alla cultura: Festival Veronetta è il programma di installazioni, mostre, dj set, performance, workshop e talk, che, passando da luoghi istituzionali come la Soprintendenza, l’Università, l’ESU e il Teatro Camploy, coinvolge associazioni come Morse per la IV^ edizione del Path Festival, e, per La seconda notte di quiete curata da Christian Caliandro, esercizi commerciali, botteghe, bar e osterie dell’omonimo quartiere, ricco di storia e dalla forte identità, a due passi dal centro città.

ArtVerona 2017
Veronafiere | padiglioni 11 e 12 Ingresso: Re Teodorico, Viale dell’Industria
Uscita autostradale consigliata: Verona Sud | A4 Milano-Venezia
da venerdì 13 a lunedì 16 Ottobre 2017 – Inaugurazione: venerdì 14 dalle ore 11.00 alle 14.00 (su invito)
Informazioni: tel.+39 045 829 8204 – staff@artverona.it – www.artverona.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.