Stagione concertistica “Gorizia Classica 2017”

Con l’arrivo dei mesi autunnali, anche nel 2017 torna la stagione concertistica «Gorizia Classica», giunta alla sua ventesima edizione e diventata sempre più un punto di riferimento nella programmazione musicale cittadina dedicata alla produzione cameristica.

L’iniziativa è curata come sempre dall’Associazione “Musica Aperta” di Gorizia, ed è realizzata grazie al fondamentale contributo della Regione Autonoma “Friuli Venezia Giulia” e della Fondazione «Cassa di Risparmio di Gorizia», alla disponibilità dell’ERPAC, ai quali si affiancano gli altri Enti sostenitori e patrocinatori, la presidenza della Regione Autonoma «Friuli Venezia Giulia», il Comune di Gorizia e il Gruppo Carso Gorizia.

Il cartellone della stagione concertistica «Gorizia Classica 2017/2018», preparato dal direttore artistico Giorgio Samar, segue quello straordinario 2016/2017 dedicato all’esecuzione integrale delle 32 Sonate per pianoforte di Ludwig van Beethoven, ad opera dell’eccellente interprete milanese Riccardo Schwartz, che ha offerto al numeroso pubblico un’unica opportunità di partecipare ad un evento unico. La stagione 2017/2018 sarà suddivisa in due cicli, dove i protagonisti ritorneranno ad essere solisti e gruppi cameristici diversi. Il primo ciclo
«Autunno 2017» si svolgerà da novembre a dicembre 2017 e comprenderà quattro incontri musicali, sostenuti da concertisti invitati, alcuni già noti al pubblico goriziano e altri per la prima volta presenti nella rassegna. È stata confermata la scelta pomeridiana del sabato, che si rifà a consuetudini cittadine dei decenni scorsi, sempre gradita dagli spettatori che frequentano in modo assiduo e puntuale i concerti, ma la nuova cadenza sarà quindicinale. Le musiche che si ascolteranno in questo ciclo spazieranno dal barocco strumentale alla musica dei nostri giorni, con ampio spazio riservato anche ai repertori del Novecento e degli anni Duemila.

Interessantissima la presenza di combinazioni cameristiche particolari, come il duo vibrafono e pianoforte e il trio clarinetto, fagotto e pianoforte, presenti per la prima volta nei nostri cartelloni. Saranno proposte solo composizioni originali per le formazioni impegnate, oppure trascrizioni ed elaborazioni d’autore o degli stessi compositori, preferendo il valore della musica rispetto a quello dello spettacolo.

Il via ai concerti autunnali lo darà sabato 4 novembre il pianista lombardo Giacomo
Ronchini, applaudito a Gorizia Classica nel 2014 durante un concerto dedicato alla musica
di Antônio Carlos Jobim e alla bossa nova. In questa occasione proporrà musiche proprie,
tratte dagli album “Self-Portrait” (2014), “Forse un giorno” (2015) e “So slow so long” (2016), pagine gradevolissime e di grande effetto che cattureranno l’attenzione del
pubblico.

Sabato 18 novembre si presenteranno per la prima volta a Gorizia due giovani musicisti che si sono formati al Conservatorio “Tartini” di Trieste. Molto interessante l’accostamento del vibrafono, suonato dal percussionista Michele Montagner, accompagnato al pianoforte da Rossella Fracaros. Il raffinato ed esclusivo repertorio comprenderà musiche moderne e contemporanee di autori non molto noti, come Glentworth, Fink, Ström, Daughtrey, Jolivet, Freicher, ma di grande effetto.

terzo concerto, quello di
sabato 2 dicembre
vedrà la presenza per la prima volta
nel nostro cartellone del Trio formato da Raffaele Magosso, clarinetto, Paolo Tognon,
fagotto ed Elisabetta Gesuato, pianoforte. Questo gruppo cameristico eseguirà musiche
del grande repertorio cameristico classico e romantico, proponendo pagine di Beethoven,
Mendellssohn Bartholdy e Glinka.
Il ciclo concertistico autunnale 2017 terminerà
sabato 16 dicembre
, con
l’affascinante repertorio per flauto e pianoforte che spazierà dalla musica di Bach a grandi
pagine del repertorio tardo romantico e del primo Novecento, con l’inserimento di un
recentissimo brano per flauto solo del triestino Paolo Longo, che sarà presentato in prima
esecuzione assoluta il 27 novembre a Torino. Protagonisti del concerto saranno i musicisti
triestini Tommaso Bisiak, al flauto e Aurora Sabia, al pianoforte, che tornano a “Gorizia
Classica” dopo l’ottimo successo incontrato nell’autunno 2015.
Complessivamente si tratta di un cartellone di ottimo livello, scelto con l’intento di
proporre pagine ricercate ed aperte anche al genere moderno, per comprendere e
apprezzare sempre più l’affascinante e vastissimo repertorio della musica da camera.=
Seguiranno periodici invii di comunicati stampa, relativi a ogni singolo concerto.
Cordiali saluti e grazie per la collaborazione.
F.to Il presidente
Prof. Giorgio SAMAR
?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.