Natale a Pordenone 3 dicembre sport mercatini artigianato trenino, teatro, musica

Giornata di sport e mercatini, ma anche di musica e teatro per il Natale a Pordenone domenica 3 dicembre. Nelle palestre comunali di Borgomeduna e ” Gallini”, prosegue infatti il torneo di pallavolo Volley e sapori d’autunno, mentre nella Palestra comunale di via Peruzza l’associazione Weisong ha in programma gare e dimostrazioni di arti marziali e massaggi tui na.

Dalle 9 in piazzetta San Marco sarò operativo il mercatino dell’editoria: una bancarella coperta di 16 metri dove si potranno trovare in offerta liberi di arte, architettura, moda e per bambini oltre a una ricca selezione di editoria locale. Un posto di particolare rilievo lo avrà il volume Pordenone, La città dipinta, edito recentemente dalla Biblioteca dell’immagine e protagonista di una mostra in galleria Bertoi. La bancarella sarà operativa tutti i giorni dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19, a eccezione del lunedì mattina.

Arriva domenica 3 dicembre in piazza Risorgimento (dalle 10.00 alle 19.00) un nuovo evento dedicato all’artigianato, “Tecnopoly Eperience – l’artigianalità oggi”, organizzato da Esibirsi soc. coop., gruppo di lavoro “Tecnopoli”, Confartigianato Pordenone con il supporto dell’Amministrazione Comunale di Pordenone. L’iniziativa vuole portare in piazza un esempio dell’eccellenza dell’artigianato tradizione e del cosiddetto artigianato 2.0 con esposizioni, presentazioni e conferenze in un incrocio armonico tra tradizione e innovazione. Saranno presenti 30 attività: dalla moda al design alla falegnameria, dal calzolaio all’artigiano delle biciclette 2.0 al fab lab. Sono in programma nell’apposita area eventi diverse presentazioni di prodotti ed esperienze con interventi da parte delle associazioni di categoria, e rappresentanti politici. Ci saranno inoltre delle presentazioni da parte di attività che sviluppano servizi rivolti alle attività artigiane come lo sviluppo per web e app o ricerca contributi e finanziamenti. Durante la giornata ci saranno 3 interventi musicali da parte del duo Ronnie Grace e Matteo Da Ros (duo chitarra voce) che presenteranno alcuni brani di loro produzione. Un piccola fiera a cielo aperto dunque che vuole dare un assaggio di quello che potrebbe essere il progetto Tecnopoli dedicato a uno sviluppo moderno dell’artigianato, tra collaborazioni, formazione, laboratori e giusti supporti. Queste le attività che saranno presenti in piazza: Moderno Italiano (Handmade Papillon), Grafica& Artigianato (Wedding Design), Atelier3D (Artigianato 3D), Manfre’ Giulia (Restauro e Legatoria), Nuove Tecniche Società Cooperativa (Servizi per lo Spettacolo), Cuci Con Noi (Laboratorio Sartoriale), Le Grand Chic (Corsi di Cucito), Materia Prima (Sapori Sartoriali), Cycled Project (Upcycle-Bikerires), Kooso di Fabio Dri (Castomizzazione Moto), Infra design (Moda in Silicone), Golisano (Calzolai dal 1947), Marinella Inzirillo (Arte Orafa e Design), Marc Point Design (Stilista Designer), Mopbike (Biciclette Artigianali 2.0), Bazzo 1975 (Componenti d’Arredo), Marinai.Co (Sailor’s Experience), Elisabetta Treppo (Mosaicista), Moysa (Mosaicista), Maison (Abiti Sposa), Toti Fazion (Abiti e Maglieria), Fragolab (Bijoux – Accessori – T-Shirt), Stefano Scodeller (Calzolaio), Massimo Del Col (Liuteria e Inserti in Madre Perla), Studio Gaiarin (Ricerca e Progettazione Contributi/Finanziamenti), Giulia Bier (Illustrazioni e Decorazioni), L’Om Gioielli (Gioielli), Loud Lab (Laboratorio Digitale), Scooterboy4ever (Customizzazione Vespe), RockStudio (App e Soluzioni per il Web), Confartigianato (Associazione di Categoria + Fab Lab).

E’ dedicato alla creatività e all’artigianato il Market Cafè organizzato dall’Associazione culturale Stile Nord Est in collaborazione con il Caffè Letterario Pordenone e Titabì Negozio, dalle 10 alle 20.30 nel Convento di San Francesco attivo anche domenica 3 dicembre con esposizioni a cura di creativi, designer, artisti, workshop e attività per adulti e bambini, ottima musica di sottofondo e anteprime letterarie. In programma anche laboratori di manualità e creatività con la lana, di cucito (dedicati alla realizzazione di burattini a dito e folletti), di Pigotte Unicef, di storia dell’arte per bambini. E ancora storie e giochi. Tre le presentazioni di libri, con i rispettivi autori alle 11 una suggestiva metafora per raccontare la nascita dello stato di Israele, anteprima del nuovo libro di Yigal Leykin. Dalle 17.30 alle 18.30, Showcooking dedicato alle zuppe della Claudiona. Infine ci sarà La città che vorrei, installazione a cura dell’associazione “Il Filo Urbano” (chi vuole potrà lasciare un messaggio o un disegno dedicato alla città). Il Dj set di Zellaby farà da colonna sonora alle incursioni di shopping con selezioni jazz, funk, rock, new wave e canzoni di natale.

Per i bambini, oltre al trenino attivo dalle 15 e all’area giochi in piazza XX Settembre, al Teatro Verdi c’è uno spettacolo spciale per loro. Un’ora di divertimento assoluto, senza l’aiuto delle parole: una favola muta alla “Charlie Chaplin” che gioca intorno al bene e al male, alla loro eterna sfida e alla possibilità di far incontrare morte e vita, luce e ombra, amore e odio. Con leggerezza e ironia, e con la suggestione che potrebbe giocare un cartone animato ‘noir’ affidato a protagonisti in carne e ossa, approda al Teatro Verdi di Pordenone “Storia di un uomo e della sua ombra”, uno spettacolo prodotto da Principio Attivo Teatro/ San Cesario per la regia di Giuseppe Semeraro, con le musiche di Leone Marco Bartolo. Domenica 3 dicembre, alle 16, il sipario si alzerà su questa pièce pluripremiata (Premio Eolo Award Miglior spettacolo ragazzi dell’anno 2010 e Premio Amici di Emanuele Luzzati XXIX Festival Nazionale di teatro ragazzi) rivolta a piccoli e adulti, proposta nell’ambito della rassegna “A misura di famiglia”. Intorno a un quadrato bianco, perimetro di una casa invisibile, si danno battaglia un uomo, il suo fedele palloncino e una dispettosa ombra nera. Solo l’accompagnamento musicale scandirà il ritmo incalzante dello spettacolo, concepito appunto come un film muto, con meccanismi alla Buster Keaton capaci di esprimere una comicità diretta e intelligente, che porta gli spettatori di tutte le età a ridere e a riflettere. Entro le linee bianche della scenografia si racconta una storia antica, con leggerezza e semplicità: gesti che ci accompagnano in una riflessione intorno ai rapporti umani, talvolta conflittuali, come in un optical stilizzato fra bianco e nero, buono e cattivo. Cosa succede quando la vita spensierata di un uomo viene turbata improvvisamente dall’apparizione di una figura misteriosa? L’unica chance è proseguire verso un ignoto che non necessariamente deve spaventare, ma che si puo’ esplorare con originalità e ironia, come nella vita.

Domenica 3 dicembre alle ore 16:30 al Teatro Vendramini a Pordenone, il Coro e Orchestra San Marco renderanno omaggio a Rossella, amatissima e storica segretaria della Società San Marco, venuta a mancare qualche anno fa. “Concerto per Rossella”, titolo a lei dedicato, vede interpreti il Coro San Marco, diretto dal M. Davide De Lucia, e ad accompagnarli il quartetto di ottoni della San Marco, Diego Cal e Luca Del Ben (trombe), Andrea D’Incà e Lorenzo Tommasini (tromboni), Carlo Pinardi (clarinetto) e Federico Lovato, (pianoforte), i solisti dell’Orchestra San Marco, tutte persone che hanno a lungo lavorato con lei e che hanno voluto per l’occasione ricordarla. Per Rossella un concerto ricco di musiche di stili e autori diversi, da Morricone a Miller, a Vesterinen e per finire, visto l’approssimarsi del periodo natalizio un paio di classici del natale nella versione del grande compositore inglese John Rutter. L’attività concertistica del Coro e Orchestra San Marco proseguirà nel mese di dicembre con una serie di concerti dedicati al periodo natalizio, a partire, domenica 10 dicembre, con il concerto in programma al Duomo di Pordenone (inizio ore 20.45) in collaborazione con Airc – Associazione italiana per la ricerca su cancro, del Friuli Venezia, un grande evento benefico in favore di uno dei massimi Enti impegnati sul fronte della lotta al cancro e del progresso della ricerca. Il concerto – a ingresso libero con offerta a favore della ricerca e la prevenzione portate avanti da Airc – sarà eseguito su strumenti originali su musiche di Heandel (Concerto per organo e orchestra, SolM Op 7 n 5 di, Salve Regina HWV 241, per soprano, archi e b.c.) e Bach (Trio sonata in Sol M BWV 1038 per 2 violini e b.c. e Jauchzet Gott in allen landen BWV 51 per soprano, tromba, archi e b.c.). Soprano Eugenia Corrieri, Maestro di Concerto Davide De Lucia.

Clelia Delponte
0434/392924 347/0349679

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.