Natale a Pordenone venerdì 15 dicembre: Piccolo Festival, coro anziani…

Il Piccolo Festival dell’Animazione a cura dell’Associazione Viva Comix alla sua decima edizione, dall’11 al 29 dicembre in tutto il Friuli Venezia Giulia, a Venezia e Lubiana. A Pordenone, in Biblioteca civica per il Natale a Pordenone, venerdì 15 dicembre alle 17 porta la sezione Anima/young, Animazioni in biblioteca.

I corti di animazione per ragazzi saranno presentati da Giulia Sgrò, Alessandro De Ioannon e Giovanni Sgrò in collaborazione con Mediateca di Cinemazero: si tratta di animazioni di grande qualità che difficilmente si vedono proiettati o trasmessi nei normali canali mediatici. Le produzioni sono invece molto sostenute all’estero e i risultati si vedono. Tra questi si segnalano The Tiniest Man In The World di Juan Pablo Zaramella (Argentina, 2016), Belchonok i sanki di Olesya Shchukina (Russia, 2017), Hello! di Filip Bihar, Samo Bihar, Mery Gobec, Tina Zadnik, Antonella D’Amico, Anja Zadnik, Miha Oven, Anna Loi, Mojca Vali? (Slovenia, 2017) e il divertente Kop op (Hands Together) di Job, Joris & Marieke (Viking Film-Marleen Slot) (Olanda, 2017). Organizzato dal 2008 dall’Associazione Viva Comix di Pordenone per la direzione artistica di Paola Bristot, il Piccolo Festival dell’Animazione di “piccolo” ha però soltanto il minutaggio delle opere presentate: cortometraggi d’animazione, rigorosamente d’autore, scelti in un vastissimo panorama internazionale e proposti al Festival nella maggior parte dei casi in prima visione italiana. Anche quest’anno, come nelle recenti edizioni, le due tranche del festival sono dedicate a diverse categorie di pubblico: dall’11 al 16 dicembre il festival è totalmente all’insegna dei giovani. La maggior parte delle proiezioni – che si svolgono anche in diurna – vede come spettatori i ragazzi delle scuole secondarie e delle università del Friuli Venezia Giulia e di Venezia e – nello stesso periodo – alcune serate propongono opere prime, piccoli gioielli di giovani ancora in erba (studenti, neolaureati, neofiti) che rivelano interessanti talenti e linguaggi innovativi. Il PFA2017 proseguirà con altri appuntamenti in regione e tornerà a Pordenone il 28 dicembre con il programma Panorama alla Mediateca di Cinemazero alle ore 19.00 e, in serata, con l’atteso programma dei Film in Competizione a Cinemazero alle 20.30.

Supportato dalla Regione Friuli Venezia Giulia e in partnership con Animateka Film Festival di Lubiana – con la quale il Piccolo Festival condivide diverse attività – la manifestazione coinvolge anche Visionario, Centro Arti Visive, CEC (Udine), Cinemazero, Biblioteca Civica (Pordenone), Trieste Contemporanea, Casa del Cinema, Cappella Underground, Mediateca (Trieste), DobiaLab (Dobbia), Kinemax, Studio Faganel (Gorizia), Teatro Pasolini (Cervignano).

Alle 17.30 al Caffè Letterario in piazza della Motta si esibisce il coro Coralblue dell’associazione Amici della Fondazione Pia Baschiera Tallon (progetto finanziato tramite bando Csv) che riunisce una decina di coristi sopra gli anta. Un’età d’oro nella quale è bello divertirsi insieme anche con la musica, secondo lo spirito di Pia Baschiera. Al repertorio di canti popolari e canzoni italiane dagli anno 20 in poi, si aggiungono per l’occasione i canti natalizi. Direttrice Monica Malachin.

TRENTENNALE DE LA GINESTRA: MOSTRA; CONCERTO DELLE ORME E CONVEGNO/LIBRO (rispettivamnte venerdì, sbato e domenica)
(le foto in bianco e nero in allegato sono quelle in mostra)

Alimentare e trasmettere la cultura della solidarietà e dell’attenzione al prossimo, sensibilizzando soprattutto i giovani, ma anche organizzare attività di aggregazione e socializzazione rivolte a persone con disabilità. Sono soltanto alcune delle tante azioni messe in campo dall’associazione di volontariato “La Ginestra”, onlus pordenonese che quest’anno celebra i primi 30 anni di vita. Previste tre intense giornate di festa inserite nel “Natale a Pordenone” – e organizzate da La Ginestra con il patrocinio del Comune di Pordenone e la collaborazione della Cooperativa sociale Itaca -, tutte ad ingresso libero, il 15, 16 e 17 dicembre, il culmine sabato 16 con il concerto dello storico gruppo Le Orme al Palatenda di Villanova. Ma ci saranno anche la mostra fotografica “Mettiamoci a fuoco” al Caffè letterario inaugurazione venerdì 15 dicembre alle 19.30) che si svilupperà anche nelle vetrine dei negozi del centro storico) e la presentazione del libro illustrato inedito “Un bambino nuovo” in Largo San Giorgio, e ancora i concerti della Big Bang Band e di Pablo Perissinotto (in apertura del concerto delle Orme). La storia dell’associazione di volontariato La Ginestra Onlus inizia nel 1987 nel territorio pordenonese, dove il sodalizio si occupa di attività di aggregazione e socializzazione di persone con disabilità, di formazione dei giovani alla solidarietà organizzata e di sensibilizzazione della comunità sui temi della disabilità e della solidarietà.
Composta prevalentemente da volontari di giovane età, tra i 16 e i 35 anni, che in forma gratuita donano il proprio tempo libero per promuovere attività e principi, La Ginestra da 30 anni è impegnata nel processo di integrazione delle persone con disabilità, cercando di far sentire accolte le “persone speciali” di cui si occupa in un clima di amicizia e reciprocità di relazione. “I nostri volontari sono consapevoli di quanto la società sia diventata più attenta ed inclusiva rispetto alla disabilità, ma ciò non toglie che spesso la disabilità crei un forte isolamento e senso di solitudine, perché vengono a mancare le condizioni che permettono l’inserimento in un gruppo di amici o in un contesto socializzante. Ed è qui che noi cerchiamo di esserci”.

Le attività svolte hanno a che fare principalmente con il tempo libero, incontri serali infrasettimanali, uscite domenicali, feste organizzate (come, ad esempio, il Capodanno), vacanze estive e invernali, e partecipazione ad eventi del territorio. Altro aspetto importante è legato alla formazione dei volontari, affinché venga trasmessa e alimentata una cultura di solidarietà e attenzione al prossimo. Per questo motivo, oltre ad avvalersi di collaboratori esterni, La Ginestra organizza periodicamente dei cicli formativi, diffondendo la propria esperienza nelle scuole e nelle parrocchie.

Tra le iniziative legate al trentennale dell’Associazione spiccano il concerto dello storico gruppo Le Orme e la presentazione del libro “Un bambino nuovo”, un albo scritto da Sabina Colloredo e illustrato da Annalisa Beghelli sul tema della solidarietà. “Il libro è un progetto ambizioso – spiega la presidente de La Ginestra, Sara Favret -, dopo tanti anni di attività desideriamo comunicare il nostro messaggio rivolgendoci principalmente ai bambini, perché riteniamo che possa essere un piccolo seme per le generazioni del futuro. Siamo un’associazione di giovani volontari e crediamo in valori come la gratuità e la condivisione. Le esperienze che viviamo con i ragazzi della Ginestra ci arricchiscono e, non ultimo, ci divertono molto”.

Alcune notizie più specifiche sui singoli eventi.
Nella mostra Mettiamoci a fuoco aperta dal 15 al 17 dicembre dalle ore 8.00 alle 20.00 al Caffè Letterario La Ginestra viene raccontata attraverso gli sguardi dei “suoi ragazzi” e dei giovani volontari. La mostra fotografica è realizzata grazie alla collaborazione con un gruppo di fotografi amatoriali aderenti al progetto nazionale “Tanti per tutti. Viaggio nel volontariato in Italia”. Il progetto ha portato alla realizzazione di un reportage, nel quale i ragazzi de La Ginestra si sono cimentati con la fotografia e i fotografi hanno documentato il loro approccio. Grazie alla collaborazione con l’Associazione Sviluppo e Territorio, parte della mostra fotografica si svilupperà anche lungo le vetrine dei negozi del centro storico di Pordenone.

Concerto Le Orme
Sarà all’insegna della solidarietà e della buona musica la serata del 16 dicembre al Platenda di Villanova con inizio alle 19.30, con chiosco enogastronomico attivo. Ad aprire la serata la musica della Big Bang Band PN e di Pablo Perissinotto cantautore. Un’occasione da non perdere per chi ha vissuto gli anni del progressive rock italiano e per chi ama la buona musica. Big Bang Band è un gruppo musicale che nasce ufficialmente nell’autunno del 2007 da una stretta collaborazione tra Cooperativa Itaca, Giardino educativo delle Sorprese e Oratorio Don Bosco, in stretta sinergia con l’allora Ass 6 Friuli Occidentale (oggi Aas 5 Friuli Occidentale). Il progetto, avviato come iniziativa musicale sperimentale, conta oggi 14 componenti con disabilità fisiche e/o psichiche. Il repertorio della BBB va dal cantautorato italiano al rock inglese sino a brani completamente originali in cui emerge il grande potenziale creativo della band.

Pablo Perissinotto è un giovane dal cuore d’artista, che vive al confine tra Veneto e Friuli. ll suo animo lo esprime in ballate che interpretano la realtà che lo circonda e nella quale è profondamente inserito. Compone testi – che in realtà sono poesie – di getto. L’accompagnamento musicale viene dopo, anche questo istintivo, come per gli antichi aedi greci e latini. I contenuti non sono mai banali, ma esprimono efficacemente i valori e le contraddizioni del Nordest in cui vive, oggi alle prese con una crisi universale che minaccia di annullare il mito della sua produttività. Tra le collaborazioni, quelle con Freak Antoni e gli Skiantos, I Papu, Red Canzian, Bobby Solo, Remo Anzovino, Massimiliano Santarossa, Rocco Barbaro. Attualmente sta promuovendo il suo secondo lavoro discografico “La compagnia dei solitari”, prodotto da Marco Anzovino con distribuzione EGEA MUSIC. Il 30 gennaio 2016 a Roma, ha avuto l’onore e il privilegio di donare la canzone “Speranza” a Papa Francesco, incontrandolo personalmente su invito all’udienza Giubilare tenutasi in Piazza San Pietro.

Le Orme – gruppo in attività da oltre 50 anni e che si è sempre contraddistinto per la propria originalità – presentano il nuovo live: Le Orme story. Si tratta di uno spettacolo interamente firmato da Michi Dei Rossi: in oltre due ore di concerto, si potranno ascoltare tutti i pezzi storici della band veneziana (da Gioco di bimba a Canzone d’amore, da Sguardo verso il cielo a Collage, Amico di ieri, Cemento armato e tanti altri) e alcune delle canzoni che hanno accompagnato la nascita del fenomeno musicale che sono state Le Orme. Tra le tanti canzoni dell’epoca, Michi ne ha scelto alcune incise dalle bands rock/progressive più importanti degli ultimi 50 anni ( Animals, Traffic, Jimi Hendrix PFM, Banco, New Trolls e altri ancora). Il concerto si arricchisce con la proiezione di filmati girati negli anni 60 e 70 con alcuni inediti tra cui delle riprese fatte da Le Orme durante il famoso Festival dell’Isola di Wight del 1970. La formazione attuale de Le Orme: Michi Dei Rossi alla batteria, Michele Bon alle tastiere, organo hammond, sinth e guitar simulator, Alessio Trapella alla voce, basso, chitarra acustica e pedal bass.

Domenica 17 dicembre alle 15 nella ex consiliare della Provincia ci sarà la presentazione del libro “Un bambino nuovo” dedicato ai bambini dai 5 anni in su (ma non solo) che, attraverso una storia e bellissime illustrazioni, tratta il tema della solidarietà. L’associazione La Ginestra ha voluto pubblicare un albo illustrato che affronta il tema della disabilità dedicato all’infanzia, affinché questo possa essere un piccolo seme per le generazioni del futuro. Il progetto è stato realizzato con la collaborazione dell’illustratrice Annalisa Beghelli (che ha collaborato anche ad una pubblicazione con Telethon) e la scrittrice Sabina Colloredo. La presentazione sarà curata da Cristina Savi, giornalista e presidente di La Biblioteca di Sara. Interverranno: Elisabetta Lazzaro (pedagogista, terapista occupazionale e counselor) sul tema “Come sensibilizzare i bambini ad accogliere le diversità?” e Laura De Biasi (educatrice presso Casa al Sole e tutor familiare presso Fondazione Down F.V.G.) con la quale parleremo di “Autonomia e progetti di vita indipendente: l’esperienza di Casa al Sole”.

Clelia Delponte
0434/392924 347/0349679

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.