ORCHIDEENWELT: le orchidee sono piante furbe!

Il mondo delle orchidee lascia senza fiato. Non solo per la bellezza e la varietà dei fiori, ma per le grandi capacità di adattamento e sopravvivenza di queste piante, le furbizie che hanno escogitato per attirare le api, i loro profumi (oppure odori), la quantità esponenziale di varietà distribuite in tutto il mondo.

Senza contare che le infiorescenze dell’orchidea sono commestibili e che la vaniglia deriva appunto da un’orchidea! Il percorso didattico del parco tematico Orchideenwelt a Gargazzone (BZ) svela tutte queste chicche e illumina di meraviglia grandi e piccini con gli appuntamenti di ottobre dedicati a zucche e orchidee.

Sono oltre 28.000.000 le varietà di orchidee che si possono trovare in ogni angolo del pianeta. Una delle caratteristiche più affascinanti di queste piante è la loro adattabilità ai diversi tipi di clima e ambienti. Ci sono infatti alcune orchidee che crescono addirittura sulle rocce (ad esempio la Zygopetalum Trozy Blue), altre come le epifite che scelgono un albero su cui attecchire e rimangono con le radici sospese, in modo che l’acqua della foresta tropicale scenda piano lungo le estensioni, dotate di una particolare sostanza assorbente che trattiene quanto serve loro per vivere. Durante l’itinerario didattico nel parco tematico Orchideenwelt, la guida mostra gli oltre 500 esemplari presenti e racconta la loro origine e le peculiarità sensoriali. Altra curiosità: i fiori delle orchidee non contengono nettare, dolce sostanza che solitamente serve ad attirare le api e altri insetti (presenti nel parco), fautori dell’impollinazione. Per fare in modo che le api si infilino nel fiore, le orchidee hanno sviluppato una serie di “escamotage estetici”: spesso assomigliano ad altri fiori, come la Masdevallia, oppure hanno colori sgargianti e attraenti, altre utilizzano degli odori che fungono da deterrente per altri insetti o uccelli. L’ape cerca il nettare, si introduce nel fiore e non lo trova, ma la sua schiena è ormai piena di polline e se ne va a cercare un altro fiore proseguendo il ciclo di vita naturale della pianta. Trucchetto riuscito!

È un dato di fatto che i fiori della pianta sono commestibili. Non contengono allergeni, anche se non è dimostrata nessuna particolare proprietà nutritiva. Un’orchidea fra tutte è la più preziosa: la Vanilla planifolia. Dai suoi baccelli si estrae la vaniglia. Il processo di estrazione è lungo e macchinoso, senza contare che la fioritura avviene a distanza di anni. Ecco perché acquistare una stecca di vaniglia è così oneroso.
Nei weekend del mese di ottobre i colori delle orchidee ben si abbinano a quelli delle zucche: l’autunno si accende di rosso e di arancione e diventa la stagione ideale per coinvolgere i bambini in attività manuali. È la festa della zucca e durante i pomeriggi di sabato e le giornate di domenica nella zona di Orchideenwelt dedicata agli eventi un esperto di decorazioni insegna a piccoli e adulti come dipingere le zucche e creare marionette.

Orchideenwelt: Via Nazionale 26 – 39010 Gargazzone (BZ) – +39 0471 920 218, www.raffeiner.net – orchideenwelt@raffeiner.net

Per la visita al parco tematico: biglietto adulto € 10,50, i bambini fino ai 6 anni entrano gratuitamente, dai 7 ai 16 anni il biglietto costa € 6,50. Altre tariffe e agevolazioni per over 65 e gruppi.
Scopri Orchideenwelt con LivingTour

Ufficio Stampa: Francesca Casali +39 320 32 77 894 – press@exigome.it

Exigo Media Events® di Francesca Casali
Agenzia di comunicazione e organizzazione eventi
Piazza Risorgimento, 28 – 33170 Pordenone
Phone: +39 320 32 77 894
Email: info@exigome.it – press@exigome.it
Ricevi questa email all’indirizzo giuseppe.borsoi@libero.it perché hai dato il consenso a ricevere le nostre comunicazioni.
Puoi annullare la tua iscrizione in qualsiasi momento cliccando sul collegamento cancellazione.
Cancellazione
Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.