Natale a Pordenone sabato 15 dicembre grandi eventi

Tante le iniziative per bambini e famiglie sabato 15 dicembre per il Natale in Città, giornata nella quale le casette in piazza XX Settembre sono aperte con orario continuato dalle 10.30 a mezzanotte e si può pattinare sulla pista di ghiaccio dalle 10 alle 12 e dalle 14.30 alle 22, mentre il trenino delle feste è operativo dalle 15.10 e a supporto dei genitori è attivo dalle 15.30 alle 19.30 nello Spazio Morbido della Biblioteca civica il Servizio di Baby Care con giochi e laboratori per bambini dai 3 ai 10 anni (15 posti disponibili).

Dalle 10 alle 13.00 nella Casa dei Bambini di via General Cantore si festeggiano i 10 anni di attività del servizio integrativo alla prima infanzia promosso dall’Ambito Distrettuale Urbano 6.5 Uti del Noncello, guidato dai Servizi sociali del Comune di Pordenone in qualità di ente capofila, e gestito dalla Cooperativa sociale Itaca. In 10 anni ne hanno usufruito più di 1000 famiglie pordenonesi. Il programma il saluto delle autorità alla presenza del sindaco Alessandro Ciriani, dell’assessore ai Servizi sociali comunali e Ambito distrettuale urbano, Eligio Grizzo, e della presidente della Cooperativa sociale Itaca, Orietta Antonini, alle 11 i laboratori curati dalle educatrici di Itaca, alle 11.30 il buffet per tutti. La Casa dei Bambini è un servizio integrativo alla prima infanzia articolato in diverse attività. Lo spazio gioco “Le nuvole”, uno spazio educativo, ricreativo e aggregativo rivolto a bambini di età compresa tra i 18 e i 36 mesi non frequentanti il nido d’infanzia e aperto il martedì, mercoledì e venerdì dalle 8.15-12.15 e mercoledì-venerdì 15.30-19. Il centro gioco “Il girasole”, un tempo dedicato al piacere di stare e giocare insieme al proprio bambino, rivolto a bimbi 12-36 mesi accompagnati da un adulto di riferimento e aperto il lunedì e giovedì dalle 9-12 e dalle 16-19. “Cresciamo insieme” per piccoli 3-6 mesi, un luogo accogliente di incontro tra neo mamme per condividere le gioie e le fatiche del crescere insieme i figli, aperto il martedì dalle 15.30-18. E ancora lo “Spazio (ai) genitori”, lo Sportello di consulenza, l’Informagenitori, la Biblioteca, la possibilità di partecipare ad incontri tematici o agli Atelier creativi, esperienze di gioco, creatività, narrazione e educazione comunicativa per bambini e famiglie. Attività previste tutto l’anno.

Alle 10.30 nel Teatro parrocchia San Giuseppe, per la rassegna Che Natale in città! Un Natale da fiaba Ortoteatro (Federica Guerra e Fabio Mazza) mette in scena Cenerentola. Una figura che compare in oltre trecento varianti in numerose tradizioni popolari di tutto il mondo, dall’Europa alla Cina. La versione più antica è già presente nella tradizione egiziana. In Italia la prima versione scritta della fiaba è quella di Giambattista Basile, pubblicata nel 1634 con il titolo La gatta Cenerentola. Poi verranno le versioni di Perrault e dei fratelli Grimm. Come le fiabe più antiche ha dei significati simbolici legati a riti iniziatici appartenenti alla cultura matrifocale, poi nascosti e travisati dall’ordine patriarcale per annientare la figura della madre biologica, parallelamente a quella divina che sparisce con il tramonto della Dea. Gli studi di folklore orientale hanno dischiuso un panorama vastissimo fatto di decine e decine di versioni della favola di Cenerentola. Ambienti diversi, con costumi, lingue, fogge, entità magiche diverse, ma un’unica matrice, un unico senso intrinseco, una struttura riconoscibile che porta la protagonista, femminile, a formarsi durante un viaggio periglioso e fantastico.

In piazzetta Calderari fervono le attività del Bosco degli Elfi, un luogo magico dove poter giocare e fare divertenti laboratori, visitare la casa di Babbo Natale e il villaggio degli elfi e incontrare personaggi da fiaba, con punto ristoro. Sabato 15 dicembre dalle 10.30 alle 12 si potranno scoprire profumi degli Elfi, con storie e racconti sulla nascita dei profumi. Dalle 15.30 alle 18.30 ci sarà invece l’Elfo Party con divertenti giochi di squadra. Domenica 16 dalle 15.30 alle 18.30 con la Fabbrica degli Elfi, percorso per diventare veri Elfi di Babbo Natale e ricevere il diploma certificato di Elfo.

Dalle 15.00 alle 18.00 nel Museo di storia Naturale si svolge il laboratorio per bambini dai 6 anni in su“ Potere di ingrandimento” (Informazioni e iscrizioni 0434/542455)

Alle 16.00 al Nuovo Cinema Don Bosco per Cinemakids si proietta Animali fantastici – I crimini di Grindelwald.

Alle 17.00 in Biblioteca Civica la Sezione Ragazzi ospita Le letture del sabato pomeriggio, per bambini fino a 6 anni e i loro genitori.

Diverse le attività in centro città con musica ed eventi. Si comincia al mattino con la visita guidata alla città (ritrovo ore 11, Loggia del Municipio). Al pomeriggio il centro sarà animato dalle 15 alle 19 dalle cornamuse del Gruppo musicale Calengol, mentre alle 17 in piazzetta ci sarà l’apertura del Panettone gigante, realizzato dalla pasticceria Montereale offerto dall’Associazione Noi di Via Cavallotti, con un brindisi. Alle 17 in piazza XX Settembre Concerto di Natale della Filarmonica di Pordenone, diretta da Didier Ortolan, che cura anche gli arrangiamenti. Ad aprire il concerto saranno gli allievi della scuola di musica Mascagni. Parteciperà anche il coro della scuola “Carlo Collodi” di Pordenone, preparato da Arno Barzan e da Stefania Antoniazzi. Le voci soliste provengono dalla classe di canto di Maria Laura Scomparcini.

In serata, alle 20. 30 si cambierà musica con Sak j, gruppo veneziano che suona brani in chiave Ska Jazz; il gruppo si esibisce regolarmente durante il Carnevale di Venezia, ma ha suonato anche in diverse date europee, facendo da spalla a gruppi come i New York Ska Jazz Ensemble e gli Skatalites durante diverse edizioni del Sunsplash. La formazione prevede alla batteria Cristiano Pastrello “The General”, al contrabbasso Sandro Caparelli alla chitarra Tommaso Viola, al trombone Federico Nalesso, al sax tenore Luca Toso e Marco “Furio” Forieri sax e voce dei Pitura Freska. Marco Forieri ha collezionato tre dischi d’Oro con i Pitura Freska – ‘Na Brutta Banda, Duri i Banchi, Gran Calma – un disco di Platino, ‘Na Brutta Banda e un premio Tenco nel 1992 con il brano dialettale Pin Floi. Il suo brano Santamarta secondo un sondaggio del MEI si è classificato ottavo tra i brani dialettali più amati in Italia. Per l’occasione faranno un repertorio natalizio reinterpretato tutto a modo loro.
Concerto natalizio tradizionale invece alle 20 nella Chiesa San Francesco d’Assisi.

Sabato 15 dicembre, alle 17 il PAFF! Palazzo Fumetto Arti Friuli di Pordenone ospita nel suo Auditorium (Villa Galvani) la presentazione di “Bandiere Nere, L’Isis a Fumetti”, la prima, autentica opera completamente italiana di graphic journalism (Signs Publishing). Si tratta di una collana a fumetti dedicata alla nascita e all’evoluzione dell’ISIS: un racconto per immagini dell’attuale terrorismo islamista. L’incontro è ad ingresso libero. Due i titoli presentati a Pordenone: “La Culla del Terrore – L’odio in nome di Allah diventa Stato” che viene raccontato dai due autori, Toni Capuozzo e Armando Mìron Polacco; a seguire “Sangue di Siria – L’assedio di Maaloula e la caccia ai cristiani”, presentato da Gian Micallesin e Adriano Fruch.

Uno dei più noti e riconosciuti giornalisti di guerra, Toni Capuozzo, ne “La culla del Terrore – L’odio in nome di Allah diventa Stato” racconta in prima persona la nascita del terrore in nome di Allah, in un’opera a fumetti in bilico tra il reportage di guerra e il diario personale, tra il resoconto storico degli ultimi anni e l’autobiografia. L’opera è commentata dalle opere disegnate da Armando Miron Polacco e impreziosita dalla presenza di diverse fotografie di Capuozzo inserite al’interno delle tavole disegnate, e da numerosi articoli e lettere dal fronte del celebre giornalista italiano. “Sangue di Siria – L’assedio di Maaloula e la caccia ai cristiani” viene introdotto da Gian Micalesin, autore del testo e Adriano Fruch che firma le tavole disegnate. Gian Micalessin, nel mezzo dell’azione, racconta la crisi siriana, cosa significhi stare dalla parte dei “cattivi”, la battaglia di Maaloula (la perla cristiana caduta in mano jihadista), l’arrivo dei russi per sostenere il Presidente Assad contro il terrore delle bandiere nere del Califfato.

Alle 20.00 in Biblioteca civica (Sala Degan) Cortometraggi d’animazione in biblioteca! Il Piccolo Festival dell’Animazione a cura dell’Associazione Viva Comix presenta film animati da tutto il mondo! Ospiti della serata in Biblioteca a Pordenone sono Daniela Di Niso e Antonio Musci del Festival Avvistamenti di Bisceglie. Un programma “Made in Italy”, scelto dai due direttori che seleziona alcuni video del panorama nazionale, diversi dei quali in prima assoluta al Piccolo Festival. Tra gli autori rappresentati sono Michele Sambin, Igor Imhoff (anche ideatore della sigla del Piccolo Festival), Luca Ferri, Cristina Picchi, Salvatore Insana.

Clelia Delponte 3470349679

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.