Natale a Pordenone sabato 29 dicembre bosco degli elfi, musica, teatro

Diverse le proposte del Natale a Pordenone per sabato 29 dicembre, giornata nella quale la pista di pattinaggio sul ghiaccio, in piazza XX Settembre è aperta dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 22.

Alle 10.30 nella Sala dell’Oratorio della Chiesa dei Santi Ilario e Taziano Ortoteatro presenta la tomboloa dei libri, una tombola in piena regola, ma dove le cartelle non si comprano. Chi fa terna, quaterna, cinquina, tombola e tombolino vince libri per sognare fantastiche avventure. Un pomeriggio dunque di gioco, durante il quale si ascoltano storie e si vincono libri, per tutta la famiglia, con Fabio Scaramucci.

Le attività nel Bosco degli Elfi in piazzetta Calderari saranno da favola: al mattino (10-12), laboratorio di pittura “il trucco delle fate”, al pomeriggio (15.30 – 18.30) verranno raccontate magiche storie della regina dei ghiacci con bolle gigante per tutti i gusti. Domenica invece, dalle 16.30 alle 18.30, via libera al Bosco delle Feste: scoppiettante attesa del nuovo anno con gli elfi e il tiro al barattolo.

Alle 16 al nuovo cinema Don Bosco Cinemazerokids propone Il ritorno di Mary Poppins.

Due le visite guidate in programma: al mattino con partenza alle 11.00 dalla Loggia del Municipio Visita guidata gratuita alla scoperta della città a cura di Rotary Pordenone; al pomeriggio alle 15.00 in Galleria Pizzinato, Paff! Visita guidata alla mostra Smudja – Da Leonardo a Picasso, un viaggio a fumetti nella Storia dell’Arte.

Due gli appuntamenti musicali, che porteranno aria di festa in città. Alle 17 la Magma Quartet Acustic Band si esibisce sotto la Loggia. Compongono la Magma Band Giada Da Re, voce, Alice Populin Redivo, arpa, Giada Borin, piano, Alessandro Zanin, percussioni: giovanissimi musicisti che hanno voluto dare vita a un progetto innovativo, capace di ri-arrangiare brani musicali di ogni genere , dagli anni ’50 ad oggi. Il gruppo è composto da musicisti con un background musicale di tutto rispetto, da sempre impegnati nelle realtà musicali della zona sia come solisti sia con numerose band nonché nell’ambito dell’insegnamento nelle scuole di musica del pordenonese e non.

Ad alternarsi sul palco di piazza di piazza XX Settembre dalle 20 saranno due gruppi: Hillbilly Heroine e The Hot Teapots. Navigando tra bluegrass, country & texas swing i primi condurranno in un viaggio nella musica rurale del novecento americano. La band è composta da Michele Dal Lago, voce e chitarra, Francesco Mosna, voce, dobro, chitarra e Rino Grazia, contrabbasso. I secondi propongono hot jazz, ragtime, pre-war blues, calypso, stomps and jug band music”. Raffinati e divertenti, The Hot Teapots importano dolce musica tradizionale d’oltre oceano e la mescolano a una manciata di composizioni originali. Definiscono i loro ingredienti musicali «genuini, naturali e senza additivi elettronici» e offrono un repertorio di classici che va degli albori del jazz e dei blues rurali, fino agli anni Dieci e Trenta. L’organico e le timbriche si ispirano a quelle di grandi inventori o pionieri del genere, come King Oliver, Bix Beiderbecke e Bidney Bechet. Sono Michele Darrel Bertoldi (voce, chitarra resofonica), Glauco Benedetti (basso tuba, sousaphone), Nelide Bandello (batteria Washboard), Davide Vincenzi (clarinetto, sax tenore, cori) e Davide Veronese (tromba, cornetta, cori).

La rassegna “A Teatro per Natale” – progetto è di Etabeta Teatro sostenuto dal Comune di Pordenone in collaborazione con UILT, associazione Fita Uilt e il contributo della Regione Friuli Venezia Giulia – continua a portare la magia del palcoscenico nei quartieri durante le feste natalizie. Sabato 29 dicembre alle 18 nella sala dell’oratorio delle Grazie, nel quartiere San Gregorio, la compagnia “TeatroBandus” di Trieste proporrà uno testo di Giorgio Amodeo che cura anche la regia: “Le mille e una notte”, spettacolo della tradizione orientale per bambini e famiglie. con Isaura Argese e Julian Sgherla. Come nel testo originale, la vicenda racconta di Shaharazad, la figlia del Visir. La fanciulla, venuta a conoscenza che il sultano, non avendo fiducia nella fedeltà delle donne, ne sposa una ogni sera per poi farla uccidere la mattina seguente, decide di offrirglisi in sposa in modo da porre fine al corso di questa sventura: ci riuscirà, iniziando a raccontargli ogni sera una storia che allo spuntar del sole non sarà ancora terminata. Il filo conduttore dei vari racconti è la notissima fiaba di Aladino e la lampada magica. A raccontare, interpretare e inventare tutte queste storie sono due improbabili bagnanti sulla spiaggia, alle prese con battibecchi di coppia, scherzi e trovate divertenti. L’adattamento per il pubblico infantile è alleggerito da tutte le efferatezze del testo originale, conservando invece la stupenda costruzione ad incastro delle varie storie che si susseguono con grande fluidità. In questo modo, la sequenza velocissima dei racconti, quasi delle istantanee, rende il testo facilmente godibile anche dai più piccini. Lo spettacolo è un omaggio alla tradizione culturale islamica, attraverso una riscoperta dei profondi valori favolistici e simbolici de Le mille e una notte. Ha debuttato per la prima volta nel 1993 al Teatro Stabile “La Contrada” di Trieste ed è stato ripreso, nel 2010, dalla compagnia Teatrobàndus. L’ingresso è gratuito.

Clelia Delponte
0434/392924 347/0349679

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.