Estate a Pordenone 10 luglio

Tante iniziative per bambini e bambine mercoledì 10 luglio all’Estate a Pordenone del Comune di Pordenone. Due i laboratori creativi per bambini e ragazzi in contemporanea in due aree verdi della città alle 17. Nel parco di via Casarsa, con Associazione Teatro e movimento si realizzeranno con diversi materiali dei segna pagina per i propri libri e anche per i compagni di scuola.

Sempre alle 17 nel parco del Castello di Torre, Terra Mater condurrà “Chi ha mai visto un Pandacorno? Attività per bambini dai 4 ai 12 anni; si prefigge di coinvolgere contemporaneamente bambini e adulti attraverso letture, disegni, giochi e curiosità, per capire il mito del Pandacorno e come esso può aiutarci a stare insieme, a capire le nostre emozioni, a sviluppare la nostra creatività. L’iniziativa è itinerante nei parchi cittadini dei diversi quartieri proponendo ogni volta un’avventura diversa attraverso tutta la città. Gli appuntamenti si tengono tutti i mercoledì di luglio, il 21 e il 28 agosto dalle 17 alle 19.

Il tour di letture animate ispirate al Sud America raccontato da Giocanda Belli a cura di Thesis in collaborazione con Ortoteatro “Ogni biblioteca è un’avventura”, destinato a bambini di tutte le età e adulti, itinerante nelle cinque sedi delle biblioteche di quartiere di Pordenone, con l’obiettivo di avvicinare i più piccoli al mondo narrativo e ai libri, come momento formativo e di crescita culturale, mercoledì 10 luglio, tocca, alle 17 , la biblioteca sud di via Vesali, con “La luna vagabonda”, una meravigliosa fiaba delle Isole Antille.
Si rivolge all’infanzia anche il laboratorio di mosaico “Supereroi a mosaico”, a cura di Bambini e autismo, che si tiene alle17 all’officina dell’arte in via Molinari, mercoledì 10 e giovedì 11 luglio.

Mercoledì 10 luglio i percorsi dedicati a Pordenone e dintorni, a cura di Susi Moro, porteranno alla scoperta di Vallenoncello, piccolo borgo che possiede ben tre chiese che sono veri e propri gioielli artistici: la parrocchiale dei Ss. Ruperto e Leonardo (punto di ritrovo alle 18.30 per cominciare il tour con mezzi propri), l’Oratorio del Corpo di Cristo, e la chiesetta campestre di San Leonardo in Sylvis, immersa nel verde della campagna circostante. La parrocchiale dei Ss. Ruperto e Leonardo ospita la pala del Pordenone “Madonna col bambino in trono tra i Ss. Sebastiano, Ruperto e Leonardo e Rocco”, 1513-14, mentre l’oratorio conserva una sintetica e interessante antologia della pittura a fresco locale contemporanea al Pordenone e a lui successiva, infine la chiesetta di San Leonardo in Sylvis presenta brani di affreschi che vanno dal XIV al XVII secolo.

Proseguono nell’Arena Verde del Castello di Torre alle 21 le repliche del nuovo spettacolo dei Papu “A che punto è la rotta?”, che verrà replicato tutte le sere fino al 17 luglio (in caso di maltempo si va in Bastia). Lo spettacolo nasce cercando delle alternative alle domande “Ma dove siamo arrivati?” e “Dove andremo a finire?”, trovando in “A che punto è la rotta?” una sintesi piuttosto efficace. Sarà una specie di pausa-caffè tra il bilancio consuntivo e quello preventivo della nostra vita, sempre più soffocata da lacci e lacciuoli, stage e tirocini, Password e Username. E’ la descrizione deformata di una società, la nostra, abituata a prendersi un po’ troppo sul serio, immersa nelle convenzioni e perennemente ondeggiante tra rimpianto e preoccupazione e soprattutto soffocata da norme e burocrazia.

Uno specchio ridondante con l’ambizione di mostrarci la realtà in modo divergente, ironico e distaccato, per farci vivere, almeno per una sera, un pochino più sereni. Queste le avvertenze:gli spettatori che volessero conoscere la risposta alla domanda posta dal titolo potranno, indipendentemente dal Paese d’origine ma tassativamente entro l’orario di inizio, accreditarsi nella Home page, effettuare il login e iniziare lo stage di 80 minuti lordi (60 in nero). Queste le precauzioni adottate: durante lo show sarà applicato il d.lgs. 81/08 a risposte multiple. Queste le controindicazioni: può contenere tracce di cinismo e indolenza. C’è anche un nota bene: agli allergici non sarà consentita l’uscita anticipata. Per informazioni e prenotazione biglietti: 371.3645055 dalle 15.30; info@ipapu.it.

Quando si parla di FMK – International Short Film Festival, non si può non pensare alla Notte Horror che mercoledì
10 luglio ritornerà al Chiostro dell’ex Convento di San Francesco con un palinsesto “da paura”. La serata, organizzata da Cinemazero grazie al prezioso sostegno di Crédit Agricole FriulAdria e dell’Amministrazione Comunale per Estate a Pordenone, inizierà alle 20.30 circa con un dj Set a tema, curato da Lara Trevisan, da gustare con un aperitivo a prezzo agevolato grazie alla collaborazione con il Caffè Letterario al Convento.

Alle 21.30 spazio ai corti con 7 terrificanti filmati provenienti da tutto il mondo: da Ipocondria Zombie di Antonio Caiazzo, passando per Catcalls di Kate Dolan fino ad approdare in Spagna con Coda Sacra di Pol Barros. Spazio anche all’Australia con uno speciale horror focus: Here there be the monsters, Lavender e Maggie May. Ospite della serata Nicola Stradiotto, che, oltre a esporre fino al 31 luglio negli spazi della Mediateca di Cinemazero (Palazzo Badini) la sua mostra personale Lost Identity, presenterà il suo il suo fumetto Tropical Zombie, tra nonsense, splatter, surreale e, ovviamente, horror.

Un viaggio onirico in un condominio surreale, un centinaio di stanze disseminate in 31 tavole dal tratto rosso dove tutto può accadere. Ogni stanza racchiude un mondo fatto di stranezze, misteri, vuoti e orrori come fossero l’altra faccia del reale, e invece ne sono la rappresentazione più cruda, horror e splatter. FMK – International Short Film Festival concluderà poi la sua corsa giovedì 11 luglio con la seconda ondata di corti provenienti da tutto il mondo. Non mancheranno gli ospiti: Nicola Curtoni e Elena De Stefani presenteranno il loro libro Alla Ricerca della Sala. Il giro (d’Italia) dei cinema, un viaggio di 50 giorni alla scoperta dei cinema più innovativi del nostro Paese e Michele Bernardi introdurrà il suo Mercurio, un cortometraggio animato che ricorda il nostro passato recente.

Clelia Delponte
3470349679

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.