Fondazione Canova: un progetto senza barriere

“Un museo senza barriere – porte aperte, occhi aperti, mente aperta” è la campagna promossa dalla Fondazione Canova di Possagno per rendere il Museo più accessibile, più inclusivo e aperto a diverse comunità.

Con questa campagna realizzata sulla piattaforma “Rete del dono” la Fondazione vuole non solo garantire a qualunque visitatore pari condizioni di accessibilità, ma piuttosto ripensare la tradizionale visita al museo come esperienza inclusiva, di partecipazione e piena adesione alle diverse attività proposte, garantendo un’ottimale qualità di visita per tutti.

In concreto la Fondazione intende: – abbattere le principali barriere architettoniche oggi esistenti; – creare all’interno del museo un’area dove i visitatori più piccoli possano sperimentare liberamente i materiali utilizzati da Canova per sviluppare la loro creatività, un luogo dove la parola d’ordine sia “devi toccare!”; – garantire il benessere dei visitatori ipovedenti per accompagnarli in un’ esperienza di visita che risponda al meglio alle loro esigenze con la creazione di percorsi tattili e didascalie in braille;

Ognuno può aiutare la Fondazione a diffondere l’amore per l’arte di Antonio Canova, contribuendo a renderla accessibile ad un numero sempre maggiore di persone! E’ possibile scegliere liberamente l’importo della donazione. La Fondazione ci tiene a ringraziare tutti i donatori con dei riconoscimenti molto speciali:
Donazione AMORINO: se doni 25 € o più e il tuo amore per Canova è un sentimento nascente, la Fondazione ti invita al Museo e ti regala un primo ingresso gratuito insieme ad una visita guidata che potrai fare il sabato e la domenica alle 11:00 e alle 15:00. Tutti potranno inoltre leggere, se lo vorrai, il tuo nome, nell’area dedicata sul nostro sito web ai sostenitori della campagna.

Donazione DEDALO: se doni 50 € o più e vuoi far avvicinare a Canova una persona a te cara, riceverai in dono due biglietti omaggio con visita guidata il sabato e la domenica alle 11:00 e alle 15:00. Tutti potranno leggere, se lo vorrai, il vostro nome, nell’area dedicata sul nostro sito web ai sostenitori della campagna.
Donazione NAPOLEONE: se, come Napoleone, vuoi diventare un grande ambasciatore dell’arte canoviana, con una donazione superiore ai 100 € riceverai in dono la member-card annuale del Museo, con la quale avrai ingressi illimitati e acceso ad eventi esclusivi nel corso dell’anno. Tutti potranno leggere, se lo vorrai, il tuo nome, nell’area dedicata sul nostro sito web ai sostenitori della campagna.

Donazione AMORE E PSICHE: se doni più di 300 € e vuoi condividere il tuo amore per Canova con chi ami, la Fondazione sarà felice di invitarti ad una visita notturna a lume di lanterna con cena in Gypsotheca per 2 persone (la cena si tiene ogni primo sabato del mese). Tutti potranno leggere, se lo vorrai, il tuo nome o quello di entrambi nell’area dedicata sul nostro sito web ai sostenitori della campagna. Inoltre riceverai una lettera di ringraziamento personale firmata dal Direttore del Museo Mario Guderzo e dal Presidente di Fondazione Canova Vittorio Sgarbi.

Per maggiori informazioni sulla campagna, sulle visite guidate e visite notturne, potete scrivere a comunicazione@museocanova.it.

FONDAZIONE CANOVA ONLUS
Fondazione Canova onlus è l’organizzazione culturale che amministra e valorizza il grande patrimonio canoviano di Possagno, paese natale di Antonio Canova. Le più importanti testimonianze della sua arte (sculture, rilievi, bozzetti, dipinti) si trovano oggi nella casa natale e nella vicina Gypsotheca dove il fratello di Canova, Giovanni Battista Sartori, ha voluto trasferire, fin dal 1829, tutti i modelli in gesso che si trovavano nello Studio romano alla morte dell’artista. Il Museo di Possagno, uno dei primi musei del Veneto, fornisce l’immagine completa dell’arte e della vita di Antonio Canova: oltre ai gessi (che sono le statue originali, di cui i marmi sparsi per il mondo sono le repliche), sono custoditi i dipinti a olio e a tempera, i disegni, le memorie, i vestiti, gli strumenti di lavoro e i libri. Il tutto, all’interno di preziose architetture che forniscono il contesto più valido per apprezzare la grandiosa produzione artistica di Canova: dalla casa settecentesca, costruita seconda la perizia dei mastri scalpellini e tagliapietre locali, alla Gypsotheca ottocentesca di Francesco Lazzari; dagli ampliamenti novecenteschi di Carlo Scarpa e di Luciano Gemin al grandioso Tempio, progettato dallo stesso Canova come chiesa del paese, a pochi metri dalla sua casa. Il Museo Antonio Canova di Possagno è quindi un vivace “complesso canoviano”, costituito da musei, archivi, biblioteche e centro studi.

RETE DEL DONO
Il progetto è pubblicato su Rete del Dono, la piattaforma di crowdfunding donation based dedicata a enti e organizzazioni non profit che vogliono promuovere e raccogliere fondi per progetti culturali e artistici coinvolgendo attivamente la propria community. Rete del Dono in particolare prevede un meccanismo “take it all” ovvero, indipendentemente dal raggiungimento dell’obiettivo economico stabilito dalla campagna, le donazioni vengono comunque versate ai promotori della stessa.

Crediamo che la bellezza sia un bene di tutti e per tutti. Aiutateci a condividerla,
Sostenete la campagna oggi stesso: www.museocanova.it/retedeldono

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.