L’Associazione onlus “Volo Libero” di San Polo di Piave: nuove ali contro il disagio (TV)

Un impegno ad ampio raggio nel no profit, che si batta per un’inclusione concreta. Un supporto per ogni forma di disagio, familiare, psicofisico e sociale, che ostacoli, a tutte le età, integrazione e inserimento. Questo l’obiettivo primario che si è data, per vocazione e per statuto, l’Associazione di promozione sociale onlus “Volo libero” di San Polo di Piave. Nata nel marzo del 2014, per volontà di un gruppo di genitori con figli svantaggiati, per deficit di varia natura e, presieduta dall’insegnante Dina Vaccari, l’associazione conta, a tutt’oggi, più di un centinaio di soci.

Una delle peculiarità evidenti dell’ente, ormai un punto di riferimento per il territorio, è la messa a disposizione di competenze avanzate, dagli psicologi infantili ai logopedisti, dai massaggiatori ai fisioterapisti, dagli educatori dell’età evolutiva agli psicoterapeuti, dai musicoterapeuti ai facilitatori della comunicazione. Ciascuno capace di rispondere, con approccio adeguato e mirato, alle esigenze dei tanti utenti. “Quando abbiamo deciso di dar vita alla nostra associazione- spiega la presidente Vaccari- non ci siamo focalizzati esclusivamente sulla disabilità, ma abbiamo sentito la necessità urgente di stimolare le persone, non soltanto i minori, a considerare le difficoltà non un ostacolo al proprio benessere, ma un valore aggiunto di unicità, un’opportunità per ricredere in sé stessi e superare ogni situazione di timore, isolamento e discriminazione”.

La sede dell’associazione, in via Gardin 2, dietro la farmacia comunale e la piazza centrale di San Polo, è un’autentica palestra per l’inclusione, con un fermento di attività in corso e in divenire, avviate in sinergia con le scuole, con la parrocchia, con la cittadinanza, con l’Ulss 2 e con altre rappresentanze dell’associazionismo locale. Fiore all’occhiello dell’associazione, dal 2015, l’iniziativa “Diver…Sabato”, ovvero per due sabato al mese, dalle 15.00 alle 18.00, un gruppo di volontari segue i minori con disabilità in una serie di attività pratiche, ludiche e teatrali, che ne favoriscano espressione e comunicazione autonoma in ambito sociale. A questo progetto si affianca il “Diversamente musica”, più specialistico, previsto per sabato 16 novembre: un pomeriggio, aperto a tutti, di promozione concreta dell’inclusione, nel gruppo e nella comunità, attraverso l’ausilio speciale della musica.

“Puntiamo molto nei nostri progetti sulla valenza inclusiva di tutte le espressioni artistiche, musica e teatro soprattutto- illustra Dina Vaccari- perché aiutano le persone a trasmettere serenamente, senza alcun fine prestazionale, quel bagaglio di emozioni e di sensazioni interiori, che li fanno sentire di nuovo protagonisti, al centro dell’attenzione e dell’azione, senza paure e pregiudizi”. Altri appuntamenti classici sono l’“Acquasplash”, due pomeriggi in piscina, al “Club Ca’ Giulietta” di Gorgo al Monticano e al parco acquatico del Livenza a San Stino di Livenza, il “Diveralpaca”, a contatto con gli alpaca nella fattoria didattica di Adua e Ilaria Furlan di Mansuè e le passeggiate esplorative, alla scoperta del patrimonio naturalistico e artistico circostante, tra i quali spicca “Ma che bel castello”, la visita al suggestivo castello del parco Giol di San Polo. Dal 26 ottobre 2019 l’associazione offre, il martedì e il venerdì, dalle 14.30 alle 16.30, il servizio “Spazio up rendimento”, un doposcuola per studenti delle scuole medie, a pagamento, 10 euro a incontro, gestito dalle psicologhe, Sara Toffolon e Giulia Salvadori.

Hanno riscosso molto gradimento anche il corso tecnologico, destinato agli anziani, per l’uso dello smartphone e del sistema Android, che verrà ripetuto in futuro e il corso di gestione dello stress, “Mindfulness”, con strategie di meditazione, yoga e resilienza. A breve partirà un corso formativo per diventare volontari nel sociale inclusivo. “Volo libero” si attiva anche sul piano informativo e culturale con un ciclo di 4 incontri, “Stare bene. Stare meglio”, nella sala conferenze della biblioteca comunale di San Polo di Piave, da martedì 15 ottobre a martedì 10 dicembre 2019, dalle 20.30 alle 22.30 e, con vari eventi ricreativi di beneficenza, tra cui “The Special Band”, per autofinanziarsi. “Sabato 14 dicembre, nel pomeriggio, invitiamo chiunque fosse interessato alle nostre attività alla Festa di Natale, il nostro “Open day”- conclude la presidente Vaccari- in cui ci sarà la possibilità di visitare la sede, di visionare e acquistare i lavori dei ragazzi nel loro mercatino, le pubblicazioni dei progetti “Diversamente favole” e le “Mamme raccontano la disabilità”, di ammirare le fotografie della mostra “Giro di vite” e di testare, dal vivo, quanto sia facile spiccare tutt’insieme un volo libero, vincendo le barriere più difficili, quelle del cuore”.

Elena Pilato

Per qualsiasi informazione telefonare alla segreteria dell’Associazione: cell. 391/1886816, e mail info@associazionevololibero.it sito web https://www.associazionevololibero.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.