NATALE A PORDENONE giovedì 12 quartieri, laboratori, mostra, concerto

Giovedì 12 dicembre il Natale a Pordenone scorre sereno tra attività per bambini letture, laboratori e musica. Diverse, in particolare, le iniziative nei quartieri. A Torre si parte sin dal mattino con TorrefAzione, in piazza Lozer a partire dalle 8.30: degustazione di panettone e caffè a cura dell’associazione Torre (che verrà riproposta alche il 19 dicembre sempre in concomitanza con AgriZero) finalizzata alla raccolta fondi in favore del Ges “Giardino Educativo delle Sorprese” della Aas5 Friuli Occidentale, con l’obbiettivo di acquistare nuove attrezzature per i ragazzi disabili e destinare una cifra anche alle attività giovanili del nostro Quartiere.

Nel pomeriggio invece, la biblioteca di quartiere ospita Aria di Natale, laboratorio per bambini e bambine dai 5 ai 10 anni a cura dell’Associazione Il Castello. Spostandosi a Vallenoncello, alle 18.30 nell’oratorio ci sarà la cena sociale/solidale Aspettando Santa lucia a cura della parrocchia, di Caritas e delle associazioni del quartiere.

Diverse le iniziative per i giovani e i bambini. Alle 15, nella saletta Degan, c’è Leggiamo insieme, letture per giovani delle scuole superiori, alle 17 al Paff! Pupazzeria, laboratorio di costruzione pupazzi e sempre alle 17 nell’oratorio del Don Bosco, Ortoteatro presenta Le più belle storie di Natale di Gianni Rodari.

Alle 17.30 in biblioteca civica l’Atelier di Lettura con il sostegno di Fondazione Friuli cura la presentazione della mostra fotografica “I luoghi di Bohumil Hrabal” seguita a seguire Parole e luoghi di Bohumil Hrabal, letture dai suoi romanzi . La mostra propone una serie di immagini sui luoghi e gli ambienti che ricorrono nei libri di Bohumil Hrabal, scenari che fanno da sfondo alle storie narrate e che appartengono alla sua esperienza di vita. Un omaggio allo scrittore, riconosciuto in tutto il mondo occidentale come il testimone più autorevole del passaggio del popolo ceco dal giogo dell’occupazione nazista durante la guerra, al posizionamento obbligato al di là della cortina di ferro, infine alla rivoluzione di velluto di cui a novembre è stato celebrato il trentesimo anniversario.

Attraverso la lettura a più voci delle pagine di Bohumil Hrabal verranno ripercorsi i passaggi della storia di quel Paese a partire dagli anni ’20 fino agli anni ’90. Leggere l’opera di Hrabal significa infatti conoscere le maglie strette di una storia difficile, nella quale la gente comune trova le strade della propria faticosa sopravvivenza. Si partirà dalle letture tratte da due racconti indimenticabili La Tonsura e La cittadina dove il tempo si è fermato, racconti che rappresentano una brillante introduzione alla vita della gente comune nei dintorni di Praga tra le due guerre.

Leggeremo poi Ho servito il re d’Inghilterra che descrive gli anni a cavallo della seconda guerra mondiale e dell’immediato dopoguerra senza dimenticare Treni strettamente sorvegliati sulla parentesi eroica della resistenza all’occupazione nazista. Sulla stretta autoritaria degli anni Cinquanta e sul controllo dell’informazione faranno da guida Tenero barbaro, Inserzione per una casa in cui non voglio più abitare, e Una solitudine troppo rumorosa. Chiuderemo con Paure totali e L’uragano di novembre che danno conto della Rivoluzione di velluto.

Il Natale a Pordenone del 12 dicembre si chiude in musica con il concerto di Natale a cura di Aladura e Fadiesis, alle 20.45 nella Chiesa Beato Odorico di Pordenone con un programma di canti dalla tradizione natalizia, tra brani classici e contemporanei. Il concerto vedrà la presenza del noto Corocastel di Conegliano diretto da Giorgio Susana, con la partecipazione del fisarmonicista Gianni Fassetta che si alternerà in brani d’assieme con il coro e in duo con Giorgio Susana al pianoforte.

Clelia Delponte 3470349679

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.