Nasce Visiva Lab: la sfida creativa Veneta contro la crisi del sistema pubblicitari a Sospirolo (BL).

FotoPresentazioneLab

Nasce Visiva Lab, l’agenzia che sfida il sistema pubblicitario invertendo le regole del “gioco”: prima le idee dopo il cliente, che, innamorato dell’idea, l’acquista. Il lab è già al lavoro su due progetti di respiro internazionale. Continua la lettura di Nasce Visiva Lab: la sfida creativa Veneta contro la crisi del sistema pubblicitari a Sospirolo (BL).

Granfondo bellunese, per la coda del Gruppo ecco gli Angeli custodi “Con Noi al traguardo”.

Si chiama “Con noi al traguardo” l’iniziativa che la Granfondo Bellunese Shockblaze, l’evento a due ruote, proposto dal Cycling Team Bellunese, che si svolgerà con partenza e arrivo a Belluno, il prossimo 19 maggio e si rivolge a coloro che hanno pochi chilometri di allenamento nelle gambe. Continua la lettura di Granfondo bellunese, per la coda del Gruppo ecco gli Angeli custodi “Con Noi al traguardo”.

Due appuntamenti di rilievo alla Libreria Lovat di Villorba (TV) venerdì 3 maggio 2013

Cinque appuntamenti per ripassare, o incontrare, la storia del rock. Li promuovono Artface Music School e Moving Records & Comics con un corso che prenderà il via venerdì 3 maggio, alle ore 20.00, alla Lovat di Villorba. Si tratta di cinque incontri durante i quali docenti specializzati illustreranno genesi, evoluzione, trasformazione e vita del rock. Continua la lettura di Due appuntamenti di rilievo alla Libreria Lovat di Villorba (TV) venerdì 3 maggio 2013

Incontro con Luigi Pianca e Stefano Zanandrea all’Ateneo di Treviso.

Albert Camus

Venerdì 3 maggio 2013 (Fondazione Mazzotti, ex Archivio di Stato, Via Marchesan 11/A, ore 17) l’Ateneo di Treviso tiene la quattordicesima assemblea del suo 202° anno accademico. Si parlerà, nel centenario della nascita, di Albert Camus e di un singolare personaggio della storia veneta con Luigi Pianca e Steno Zanandrea. Luigi Pianca parlerà su “Le città delle opere giovanili: omaggio ad Albert Camus nel centenario della nascita” mentre “Bruno Lattes, turista in Estremo Oriente, profugo in Svizzera” sarà l’argomento della conversazione di Stefano Zanandrea. Continua la lettura di Incontro con Luigi Pianca e Stefano Zanandrea all’Ateneo di Treviso.

La bellezza della Natura Morta alla Galleria nazionale d’arte moderna di Roma

Siviero Carlo Astera

La mostra, curata da Massimo Mininni con la collaborazione di Flaminia Valentini e Stefano Marson, alla Galleria Nazionale di Arte Moderna di Roma fino al 2 giugno 2013, ci permette di entrare in contatto con artisti della prima metà del Novecento, andando così a scoprire opere inedite e mai esposte al pubblico. Continua la lettura di La bellezza della Natura Morta alla Galleria nazionale d’arte moderna di Roma

Il quartetto Anthos fa scuola al Liceo Cotta di Porto di Legnago (VR)

Quartetto Anthos

Il Quartetto Anthos porterà la musica a scuola, venerdì 3 maggio 2013, alle ore 10.45, con una lezione-concerto, aperta agli studenti nell’Auditorium del Liceo “G.Cotta” (via Don Bosco, 5 – Porto di Legnago). Per l’occasione la lezione sarà aperta anche al pubblico, con prenotazione obbligatoria al numero 0442-20436 fino ad esaurimento dei posti disponibili. Continua la lettura di Il quartetto Anthos fa scuola al Liceo Cotta di Porto di Legnago (VR)

Incontro alla Fondazione Benetton Sudi Ricerche

La Fondazione Benetton Studi Ricerche propone, venerdì 3 maggio, alle ore 21.00, nell’auditorium degli spazi Bomben di Treviso, un momento di confronto pubblico attorno a un tema che, in tempi di ristrettezze economiche, si è fatto ormai emergenza di carattere nazionale: quello degli investimenti, pubblici e privati, nel campo dei beni culturali. Continua la lettura di Incontro alla Fondazione Benetton Sudi Ricerche

Pedalata Amici Bici BL “Mori, Arco e Riva del Garda” – 2 giugno

Domenica 2 giugno 2013 Da Mori ad Arco e Riva del Garda ( bus + bici )
Ritrovo: Belluno, p.le Resistenza, ore 7:00 (carico bici sul pullman)
Lunghezza: 30 km, 200 m. salita resto pianeggiante con una ripida discesa
Difficoltà: media, quasi tutto su pista ciclabile asfaltata, 1km su strada con scarsissimo traffico
Partenza pedalata: centro di Mori
Bici richiesta: qualsiasi, con buoni copertoni, camera d’aria e buoni freni; consigliato il casco
Pranzo: al sacco o possibilità ad Arco di ristoranti e trattorie
Referente: Pino Fant 043732343 cell 3339861356 – email: pinofant@alice.it
Ritorno: previsto a Belluno alle ore 19 circa.

Descrizione del percorso:
Partiti dal centro di Mori si pedala sulla ciclabile tra i vigneti.A Loppio un sottopassaggio ci evita
l’attraversamento della S.S 240, la ciclabile prosegue accanto al biotipo del lago di Loppio per
arrivare, dopo un breve tratto in salita, al passo di S. Giovanni. Al termine di una discesa si giunge all’abitato di Nago, balcone sul lago di Garda.

Da Nago percorreremo la cosidetta Torbole vecchia, una strada a traffico limitato, da cui è visibile
tutto l’alto lago di Garda, che conduce a Torbole. Una ciclopedonabile costeggia il lago e sui immette sulla ciclabile del basso Sarca che costeggiando l’immissario del lago di Garda ci porterà dopo circa 5 km. alla città di Arco dove sosteremo per il pranzo e la visita. Arco si trova a nord della piana dell’ Altogarda, la parte finale del fiume Sarca che sfocia, da qui, nel lago di Garda.

La posizione protetta dalle montagne e la vicinanza del lago permette a questa zona di mantenere
un clima particolarmente mite, che fa di questa citta una stazione di soggiorno nota da secoli.
Arco si sviluppa alle pendici di una rupe rocciosa dalla quale il magnifico castello medievale
domina l’intera valle dell’alto Garda offrendo ai visitatori un panorama incantevole della zona e
una visita tra suggestive rovine.

Le abitazioni del centro storico, disposte appunto ad arco attorno alla rupe dell’antico castello
danno secondo alcuni il nome alla cittadina, un’altra corrente di pensiero dice che il nome deriva
dal latino Arx, arcis la rocca, appunto per la presenza di questa importante opera di fortificazione.
Sulla rupe c’è una importante palestra di roccia dove si svolgono gare di arrampicata di livello
mondiale.

Proseguiremo la nostra pedalata ritornando verso Torbole e, sempre su pista ciclabile raggiungeremo Riva del Garda, la perla del Garda Trentino. Clima mediterraneo, spiagge libere e panorama incantevole sono gli ingredienti per una vacanza indimenticabile per lo sport come principale motivazione; vela e windsurf prima di tutto, ma anche passeggiate, ciclismo,mountain bike, tennis, canottaggio. Relax quindi in riva al lago e in seguito ritorno al pullman che ci riporterà a Belluno.