Alla ricerca degli albori perduti: i nordestranei.

I Nordestranei

Fiumi d’inchiostro versati sulla carta stampata. Dibattiti televisivi animati e convegni accademici altisonanti, più o meno pertinenti. Innumerevoli pubblicazioni saggistiche, che dispensano spicciole e sommarie classificazioni sociologiche. Perlopiù ovvietà, sorrette dai soliti stereotipi e dai pregiudizi di facciata, che ben conosciamo e strenuamente combattiamo. Tutta questa sequela di riflessioni e d’iniziative, ossessivamente frequenti negli ultimi anni, per analizzare o meglio identificare quello strano soggetto culturale, geografico ed economico, che va sotto la definizione di Nord-Est. Continua la lettura di Alla ricerca degli albori perduti: i nordestranei.

Perdersi per ritrovarsi: “Il Selvaggio”.

il-selvaggio1.jpg

“Se non ci si perde almeno una volta nella vita, non si potrà mai trovare alcunché, dentro e fuori noi stessi”. Questo, in sintesi, lo slogan più congeniale per tratteggiare il significato più profondo ed essenziale di un piccolo libro straordinario, “Il Selvaggio”, (Carabba edizioni, costo 13.50 €), opera prima del giovane scrittore coneglianese Francesco Vidotto. Un romanzo delicato ed intenso nel contempo, che, lungo le sue 166 pagine, dalla prosa asciutta ma partecipata, non smetterà di amplificare le vostre sensazioni di un coinvolgimento straziante e spontaneo, verso sentimenti in cui riconoscersi e specchiarsi, per comunanza ed appartenenza. Continua la lettura di Perdersi per ritrovarsi: “Il Selvaggio”.

Collalto e il suo compianto ministro d’anime: don Pietro Battistella.

Una vita a Collato

Un prete, don Pietro Battistella, di spiccato temperamento e nerbo caratteriale, severo e molto colto, dalla “parlata imperiosa”, che lega per più di quarant’anni la sua missione pastorale al borgo di Collalto: paese “incontaminato”, dai richiami altomedievali, intriso di tradizioni antiche e di una tenace cultura rurale. Continua la lettura di Collalto e il suo compianto ministro d’anime: don Pietro Battistella.

Museo Diocesano di Arte Sacra “Albino Luciani”

Il museo, recentemente restaurato, occupa l’ultimo piano del Seminario, ospita importanti opere rinascimentali e contemporanee Venete. Le numerose opere, tra cui trecento dipinti sono collocati in sette sale, queste sono ben illuminate e preservate da un sistema di climatizzazione.
E’ disponibile un catalogo con 337 foto delle opere esposte e la loro descrizione. Continua la lettura di Museo Diocesano di Arte Sacra “Albino Luciani”

Il Museo di Scienze Naturali ed Archeologia di Montebelluna

Il Museo di Scienze Naturali ed Archeologia di Montebelluna è organizzato in due sezioni: a) una sezione naturalistica suddivisa in due sottosezioni: scienze della terra (5 sale) e scienze della vita (6 sale). b) una sezione archeologica suddivisa in due sottosezioni: preistoria-protostoria (Veneti Antichi) ed epoca romana. Il museo ha una piccola sede staccata inserita in quello stupendo parco naturale che è la vallata di Schievenin di Quero (BL). Continua la lettura di Il Museo di Scienze Naturali ed Archeologia di Montebelluna