Archivi categoria: Luoghi da visitare

Asolo: il Borgo incantato, rifugio di Anime e Cuori d’Artista!!

Viuzze di Asolo by Maestro Baby!!

E sia, affezionati e fedelissimi BeppeBloggisti, varchiamo la soglia di uno Scrigno Veneto unico, dove le vibrazioni dell’Anima e i battiti del Cuore sembrano dialogare, all’unisono, con atmosfere di rara quiete e d’incomparabile fascino: scopriamo insieme la “Capitale”-Gioiello di un Borgo incantato, partendo dal Tributo Artistico-fotografico notturno, senza pari, della nostra copertina dove, per merito del Nikonista delle Meraviglie, Asolo appare più fedele e bella che mai, nel ricamo delicato e misterioso, delle sue viuzze suggestive, intatta nella magia dei silenzi, delle luci soffuse, del suo antico volto architettonico, “accarezzato” dalla grazia di uno Sguardo e di un Obiettivo speciali. Continua la lettura di Asolo: il Borgo incantato, rifugio di Anime e Cuori d’Artista!!

Portogruaro una città “Rinascimentale”

L’atto di nascita di Portogruaro si fa risalire al 1140, anno in cui Gervino, vescovo di Concordia, concede ad alcuni Portolani un terreno in riva al fiume Lemene, per costruirvi un porto, case e magazzini. L’atto sancisce la presenza di Portogruaro nell’ambito della Patria del Friuli. Il porto sul fiume Lemene rende la città una tappa importante nei commerci tra Venezia e l’Austria, tanto che si rafforza e si arrichisce e ottiene una larga autonomia politica di tipo comunale. Continua la lettura di Portogruaro una città “Rinascimentale”

Farandola: Open day e giornata informativa Nido per piccole note

Open day, venerdì 15 settembre (dalle 15 alle 19) e sabato 16 (10.00-12.30, 15-19), alla scuola di musica Farandola in via Molinari 43 a Pordenone: si potrà visitare la scuola, conoscere i docenti e lo staff, provare uno strumento e per gli indecisi, scegliere il piano di studi più adatto alle proprie esigenze. Sarà presente anche il nuovo direttore della Scuola, il M.° Sergio Lasaponara, noto direttore d’orchestra del Triveneto, con una particolare esperienza in ambito di formazioni giovanili quali l’Orchestra per Tutti e l’Orchestra COSMUS. Continua la lettura di Farandola: Open day e giornata informativa Nido per piccole note

Conegliano: tra vigneti Doc, opere del Cima e mulini da fiaba.

Molinetto-della-Croda

Durante il suo dominio, alla Repubblica Serenissima piaceva indicare Conegliano, elegante e pittoresco centro della Sinistra Piave, come “la cantina di San Marco”, per l’antica tradizione, ultrasecolare, della coltivazione locale della vite, lungo le dolci colline che la circondano. E, di sicuro, non è certo una coincidenza casuale che ancora a Conegliano siano stati istituiti la prima Scuola enologica d’Italia, l’Istituto Cerletti, nel 1876 e, il primo itinerario enologico che, partendo dalla cittadina, conduce, attraverso 33 chilometri e con la possibilità d’infinite variazioni, a Valdobbiadene, dove ogni settembre si svolge la Mostra nazionale dello spumante. Continua la lettura di Conegliano: tra vigneti Doc, opere del Cima e mulini da fiaba.

Arquà ultima dimora di Francesco Petrarca

Casa del Petrarca foto by Giuseppe Borsoi

Arquà Petrarca è un comune della provincia di Padova, ubicato ai piedi del Monte Piccolo e del Monte Ventolone, nei Colli Euganei. Fa parte del Club dei borghi più belli d’Italia.Il paese di Arquà ha origini molto antiche, lo dimostrano i ritrovamenti (dell’ottocento) di una stazione preistorica risalente all’età del bronzo nei dintorni del Lago di Costa, tra Arquà e Monselice. Continua la lettura di Arquà ultima dimora di Francesco Petrarca

Baška Grapa un vero e proprio paradiso per i botanici

Le vette che si innalzano sopra Baška Grapa in Slovenia, sono un vero e proprio paradiso per i botanici e per gli amanti dei fiori di montagna. Si tratta della valle del fiume Baca, profondamente scolpita fino alla sommita del bordo alpino, lunga 30 km, tra Petrovo Brdo e il fiume Idrijca. L’arrivo nel 13. secolo degli immigranti tirolesi nei villaggi sotto le vette di Rodica e di Crna prst (Rut, Stržišce) ha rappresentato una storia particolare per Baška Grapa. Continua la lettura di Baška Grapa un vero e proprio paradiso per i botanici

Šentviška planota in Slovenia

La Šentviška planota offre la visione di numerosi monumenti etnologici, esempi di architettura popolare e di affreschi. E’ un vasto altipiano che a forma di triangolo si estende tra Baška Grapa, la valle di Idrijca e Cerkljansko. L’accesso difficoltoso all’altipiano, rendeva possibile una vita piú tranquilla di quella agli incroci nella valle. Continua la lettura di Šentviška planota in Slovenia

Il Sentiero della pace dalle Alpi all’Adriatico

Il territorio della valle dell’Isonzo fece parte, nella Prima guerra mondiale tra il 1915 ed il 1917, del Fronte isontino. Lungo l’Isonzo combatterono, morirono e soffrirono ragazzi e uomini appartenenti a tanti popoli. Di quel periodo si sono conservati numerosi resti (trincee, fortezze, caverne, chiesette e cappelle, monumenti commemorativi, cimiteri militari) che rappresentano un patrimonio storico e culturale di rilevanza nazionale ed internazionale. Continua la lettura di Il Sentiero della pace dalle Alpi all’Adriatico

Sentiero avventura Monte Pana “PanaRaida“

Costumi tipici Gardenesi

Percorso avventuroso con 10 stazioni a S. Cristina. L’entrata per il sentiero d’avventura PanaRaida si trova a S. Cristina presso il parcheggio su al Monte Pana da dove si prosegue per la stazione a valle della seggiovia Monte Sëura. Inizia qui il percorso accogliente ed avventuroso in senso orario oppure antiorario, lungo il quale è possibile scoprire dieci stazioni dotate di materiali naturali, per l’indimenticabile divertimento di grandi e piccini. Continua la lettura di Sentiero avventura Monte Pana “PanaRaida“