Archivi categoria: Luoghi da visitare

Le mille anime storiche e artistiche di Concordia Sagittaria (VE)

Indietro fino agli albori istitutivi di Concordia Sagittaria: il sito in cui viene fondata dai Romani la Iulia Concordia, mostra tracce di frequentazione fin dal X sec. a.C., ma è soprattutto tra il IX e l’VIII sec. a.C. che l’abitato protostorico posto su dosso ai margini della laguna, si sviluppò, con aree artigianali, testimoniate dalla presenza di numerosi scarti di fornace e dal rinvenimento di una fornace interrata, destinata alla produzione della ceramica. Bene documentata è anche la lavorazione del corno di cervo e delle ossa di bovini, suini ed equini. Continua la lettura di Le mille anime storiche e artistiche di Concordia Sagittaria (VE)

Aspettando il concorso ( di Porcia) concerto con Guido Corti al Teatro Verdi

Concorso internazionale Città di Porcia Aspettando il concorso martedì 17 ottobre, ore 18 Teatro Comunale Giuseppe Verdi, Pordenone Recital con Guido Corti, corno, Loris Di Leo, pianoforteSono tre gli appuntamenti che introducono alla 18.ma edizione del concorso internazionale Città di Porcia, organizzato dall’associazione Amici della musica Salvador Gandino, col sostegno di Regione Friuli Venezia Giulia, Fondazione Friuli, Comuni di Porcia e Pordenone, in collaborazione con il Teatro comunale Giuseppe Verdi, che ospita la finale con orchestra, nella propria stagione musicale. Continua la lettura di Aspettando il concorso ( di Porcia) concerto con Guido Corti al Teatro Verdi

Aspettando Magredi Musica Emozioni in note domenica a Cordenons

Nel contesto dei festeggiamenti di Santa Giovanna d’Arco, il coro parrocchiale “Il Glesiut” propone la rassegna corale “Emozioni in note” giunta alla sua terza edizione. Quest’anno il concerto farà anche da ante?p?rima a Magredi Musica, programma corale che parte dalle produzioni corali locali per aprirsi a progetti innovativi e ospiti di caratura nazionale, legando cutura e valenze naturalistiche uniche del territorio, al via il 3 novembre con 10 appuntamenti. Continua la lettura di Aspettando Magredi Musica Emozioni in note domenica a Cordenons

Arte romanica e silenzio monastico: l’Abbazia di Santa Maria di Follina.

Abbazia di Follina by Beppe

Eccoci protagonisti, miei instancabili Internauti, di un viaggio artistico affascinante, introdotto da un “biglietto da visita” fotografico d’eccezione, uno scatto-capolavoro di Patron Beppe, in trasferta nell’antico feudo dei Da Camino, nella meravigliosa Valsana, che ci restituisce intatto lo splendore architettonico e, vibrante l’atmosfera spirituale di uno dei luoghi sacri più incantevoli e solenni dell’intera diocesi vittoriese: l’Abbazia cistercense di Santa Maria di Follina. Continua la lettura di Arte romanica e silenzio monastico: l’Abbazia di Santa Maria di Follina.

Mostra “Maria Teresa e Trieste. Storia e culture della città e del suo porto”

Organizzata in occasione del trecentesimo anniversario dalla nascita della Sovrana, la mostra “Maria Teresa e Trieste. Storia e culture della città e del suo porto” – attraverso la storia, l’arte, il costume e la società – parla del ruolo straordinario che questa donna ha rivestito per Trieste e non solo, anticipando il futuro con le sue riforme. Continua la lettura di Mostra “Maria Teresa e Trieste. Storia e culture della città e del suo porto”

Asolo: il Borgo incantato, rifugio di Anime e Cuori d’Artista!!

Viuzze di Asolo by Maestro Baby!!

E sia, affezionati e fedelissimi BeppeBloggisti, varchiamo la soglia di uno Scrigno Veneto unico, dove le vibrazioni dell’Anima e i battiti del Cuore sembrano dialogare, all’unisono, con atmosfere di rara quiete e d’incomparabile fascino: scopriamo insieme la “Capitale”-Gioiello di un Borgo incantato, partendo dal Tributo Artistico-fotografico notturno, senza pari, della nostra copertina dove, per merito del Nikonista delle Meraviglie, Asolo appare più fedele e bella che mai, nel ricamo delicato e misterioso, delle sue viuzze suggestive, intatta nella magia dei silenzi, delle luci soffuse, del suo antico volto architettonico, “accarezzato” dalla grazia di uno Sguardo e di un Obiettivo speciali. Continua la lettura di Asolo: il Borgo incantato, rifugio di Anime e Cuori d’Artista!!

Portogruaro una città “Rinascimentale”

L’atto di nascita di Portogruaro si fa risalire al 1140, anno in cui Gervino, vescovo di Concordia, concede ad alcuni Portolani un terreno in riva al fiume Lemene, per costruirvi un porto, case e magazzini. L’atto sancisce la presenza di Portogruaro nell’ambito della Patria del Friuli. Il porto sul fiume Lemene rende la città una tappa importante nei commerci tra Venezia e l’Austria, tanto che si rafforza e si arrichisce e ottiene una larga autonomia politica di tipo comunale. Continua la lettura di Portogruaro una città “Rinascimentale”

Farandola: Open day e giornata informativa Nido per piccole note

Open day, venerdì 15 settembre (dalle 15 alle 19) e sabato 16 (10.00-12.30, 15-19), alla scuola di musica Farandola in via Molinari 43 a Pordenone: si potrà visitare la scuola, conoscere i docenti e lo staff, provare uno strumento e per gli indecisi, scegliere il piano di studi più adatto alle proprie esigenze. Sarà presente anche il nuovo direttore della Scuola, il M.° Sergio Lasaponara, noto direttore d’orchestra del Triveneto, con una particolare esperienza in ambito di formazioni giovanili quali l’Orchestra per Tutti e l’Orchestra COSMUS. Continua la lettura di Farandola: Open day e giornata informativa Nido per piccole note

Conegliano: tra vigneti Doc, opere del Cima e mulini da fiaba.

Molinetto-della-Croda

Durante il suo dominio, alla Repubblica Serenissima piaceva indicare Conegliano, elegante e pittoresco centro della Sinistra Piave, come “la cantina di San Marco”, per l’antica tradizione, ultrasecolare, della coltivazione locale della vite, lungo le dolci colline che la circondano. E, di sicuro, non è certo una coincidenza casuale che ancora a Conegliano siano stati istituiti la prima Scuola enologica d’Italia, l’Istituto Cerletti, nel 1876 e, il primo itinerario enologico che, partendo dalla cittadina, conduce, attraverso 33 chilometri e con la possibilità d’infinite variazioni, a Valdobbiadene, dove ogni settembre si svolge la Mostra nazionale dello spumante. Continua la lettura di Conegliano: tra vigneti Doc, opere del Cima e mulini da fiaba.