Il Museo diocesano di Belluno-Feltre

Il Museo diocesano di Belluno-Feltre ha sede nell’antico vescovado di Feltre: l’edificio sorge in splendida posizione all’interno della cittadella, sul limite occidentale della cinta murata, in pendant rispetto al Castello. Edificio di notevoli dimensioni, ha visto accrescimenti e sistemazioni effettuati nel corso dei secoli: sulle antiche porzioni medioevali (sorte probabilmente su strutture ancora precedenti) si sono infatti sovrapposti gli adattamenti, gli ampliamenti, i rifacimenti seguiti alla guerra cambraica del 1510, le migliorie e le decorazioni apportate dai vari vescovi che si susseguirono nell’occupazione della grande sede episcopale.

UN’ANTOLOGIA DELL’ARTE BELLUNESE

Sono una novantina le opere che saranno presenti. Gli autori che vi si trovano occupano più di qualche pagina nei manuali della storia dell’arte: ecco Jacopo Tintoretto, Sebastiano Ricci, Andrea Brustolon. Accoglierà il visitatore all’ingresso del museo il pluteo paleocristiano della parrocchia di Paderno. Salendo al primo piano, nel salone “Gradenigo” o sala della pittura, saranno offerte al pubblico quattro opere di Sebastiano Ricci finora chiuse nella Certosa di Vedana e non visibili per motivi di sicurezza.

Nell’ex-cappella del Vescovado, sempre al piano nobile, si troveranno alcuni dei pezzi più preziosi: il calice del diacono Orso, del VI secolo, in esposizione temporanea e proveniente dalla parrocchia di Lamon e la croce post-bizantina del Duomo di Feltre. Nella sala della scultura, si potranno ammirare il Vesperbild o Pietà di Pieve di Zoldo e i 12 apostoli, opera di Francesco Terilli, appartenenti alla chiesa di san Gottardo, chiesa parrocchiale di Mas-Peron fino alla consacrazione della nuova. Una sala sarà dedicata esclusivamente all’oreficeria sacra, mentre, salendo verso il secondo piano, altre sale esporranno paramenti liturgici di grande valore. Si guarda già al futuro: il progetto sarà ultimato quando, resi accessibili i vani della mansarda, si avranno le sale espositive per l’arte sacra moderna e contemporanea. Le opere esposte non saranno cedute al Museo, ma resteranno proprietà delle parrocchie e degli enti dove sono tuttora conservate. Alcune opere costituiranno la base espositiva del Museo, altre verranno esposte a rotazione.

IL LOGO

Il logo del Museo diocesano di Feltre è ispirato ad uno dei pezzi di maggior valore che saranno custoditi all’interno del Museo: la croce post-bizantina del 1542. Il logo raffigura un sole che, scolpito nel nucleo della stessa cometa nella scena della natività di Cristo, si presenta col diametro di quattro millimetri. L’opera, quasi invisibile a occhio nudo, è ricca di valori formali e simbolici. “Il messaggio che il logo vuol portare – sottolinea monsignor Giacomo Mazzorana, direttore dell’Ufficio per i beni culturali e l’arte sacra – è un invito a riconoscere il tutto nel frammento, a cogliere nel particolare un grande messaggio artistico. Anche questo compito si prefigge il Museo diocesano: cogliere nella particolare storia dell’arte cristiana bellunese-feltrina una proposta catechistica e culturale di ampio respiro”. Il logo è di colore rosso seppia, della stessa tonalità che campeggia nello sfondo dello stemma della città di Feltre. Lo stesso colore sarà un leitmotiv visivo nelle sale del museo, come sfondo ai messaggi didascalici che accompagneranno le opere esposte. Autori del logo sono Gianantonio Cecchin e Flavio Marin.

IN UNA RETE MUSEALE

Il Museo sarà aperto tre giorni la settimana: il venerdì, il sabato e la domenica.
In seguito a specifici accordi con il Comune esso sarà inserito in una rete che comprende gli altri musei della cittadella: il museo “Carlo Rizzarda” e il Museo Civico con possibilità anche di un biglietto cumulativo.

Orari del Museo di Arte Sacra:

Dopo l’inaugurazione di sabato 13 ottobre 2007 il Museo sarà aperto ogni settimana, il venerdì, il sabato e la domenica, coi seguenti orari:
inverno (metà settembre – metà maggio) 9:00–13:00 e 14:00–18:00
estate (metà maggio – metà settembre) 9.30–13:00 e 15:00-19.30.

Il numero di telefono del museo per le prenotazioni di gruppi o per visite guidate è 0439/844082
oppure email: museo.diocesano@diocesi.it
Sito web: http://www.diocesi.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.